Monza: si lavora per la SBK nel 2015

Qualche speranza in più di rivedere il Mondiale Superbike in Brianza, dato che continua la collaborazione tra il circuito, la regione e la Federazione. L’assessore allo Sport, Antonio Rossi, rivuole la gara tra poco più di un anno

Monza: si lavora per la sbk nel 2015

Sembra che ci sia un barlume di speranza per l’Autodromo di Monza e gli appassionati delle due ruote. Nonostante nel calendario ufficiale Superbike per il 2014 il circuito brianzolo non compaia (inoltre quest’anno sono state poche le giornate dedicate ai turni di prove libere in pista per le moto), già da qualche settimana si parla dell'ipotesi di un ritorno della gara a Monza per il 2015: ora c’è qualche conferma in più sulle intenzioni dei diretti interessati.

 

RIVOGLIAMO LA SBK

Lo scorso 15 dicembre, durante l’assemblea annuale di Federmoto con i club lombardi, in cui erano presenti anche il presidente FMI Paolo Sesti, il presidente del comitato regionale Ivan Bidorini e il presidente del Coni regionale, Pierluigi Marzorati, è intervenuto Antonio Rossi, assessore regionale allo Sport e Giovani. L’intenzione è quella di far tornare a Monza la gara: “Credo che la pratica sportiva motociclistica debba avere accesso a contesti e spazi adeguati e che meglio si addicono alle diverse discipline. Anche quella fuoristradistica. In questa direzione mi attiverò, di concerto con gli altri assessori regionali, per valutare, insieme, eventuali azioni da prendere in considerazione per il futuro”. L’assessore ha concluso dicendo che tutti saranno impegnati “a lavorare per gli anni prossimi e in particolare per il 2015, l'anno in cui vogliamo che la Superbike torni a Monza.”

 

PECCATO PERDERLI

Perdere il pubblico motociclistico lombardo sarebbe un vero peccato: i dati del 2013 parlano di 3.190 titolari di licenze agonistiche, 25.700 tesserati e 160 tra gare ed eventi sportivi. Paolo Sesti ha ricordato anche il problema del fuoristrada: “In Lombardia ci stiamo muovendo per fare una piccola modifica alla legge regionale che consenta di migliorare le problematiche legate alla pratica del fuoristrada. Con altri enti dobbiamo far valere il nostro buon diritto alla circolazione offroad. Possiamo riuscirci, per arrivare successivamente a un accordo che abbia valenza su tutto il territorio nazionale”. Non è un caso, allora, se la collaborazione con la Federazione prosegue, come ha specificato il presidente regionale Bidorini: “Abbiamo finalmente avviato una collaborazione proficua con l'assessorato regionale allo Sport nella consapevolezza che c'è attenzione e apertura alle nostre problematiche”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA