Le pagelle della SBK a Magny-Cours

GP di Francia perfetto per Rea che festeggia il 4° Titolo, Davies e Sykes ritornano ai piani alti. Sorprendono Savadori e Forès, mentre Melandri e Lowes sono sottotono
1/7 Mondiale Superbike 2018, Magny-Cours (Francia): Jonathan Rea - Kawasaki

Jonathan Rea: 10 e Lode

Nessuno aveva dubbi sul fatto che Rea potesse portarsi a casa il 4° titolo a Magny-Cours, l’unica incognita era se festeggiare sabato o domenica. Lui, nel dubbio, ha centrato il successo iridato il sabato e domenica non si è comunque risparmiato. Gara 1 assolutamente in linea con il resto della stagione: parte alla grande e rimane in testa fino al traguardo. In Gara 2 invece il duello con Davies ha regalato qualche emozione, salvo poi imporsi nel finale. Sono quattro le doppiette consecutive (Laguna Seca, Misano, Portimão, Magny-Cours) che Jonny ha portato a casa. Un risultato da Campione del Mondo, che potrà arrivare Argentina in tutta tranquillità.

Chaz Davies: 9

Davies non può fare nulla contro Rea in Gara 1: per via di una Superpole non tanto brillante (6°), il Ducatista fa fatica a prendere il ritmo dei piloti di testa e termina 5°. Grazie all’inversione di griglia e ad una partenza inferocita, Davies inizia Gara 2 con la grinta che sembrava avesse perso nel corso della stagione. Nulla può fare con l’incombente arrivo di una Kawasaki verde e oro, con il numero 1 in bella vista sulla carena, se non rispondere a tutti gli attacchi che Rea effettua su di lui. Bella battaglia dunque che, grazie anche al 2° posto, permette a Davies un bel voto in pagella e soprattutto di allungare su Van Der Mark.

Lorenzo Savadori: 8,5

Sul tracciato che lo ha consacrato Campione della Superstock nel 2015 in sella alla RSV4, Savadori è visibilmente a suo agio. Eccellente la prima fila conquistata in Superpole, mentre in Gara 1 lascia il podio ad un Forès in grandissima forma, tuttavia il 4° posto è un ottimo risultato. È in Gara 2 che invece soffre un po’ di più: partito dalla prima casella, subisce gli attacchi di Davies e compagni e termina in sesta piazza. Si tratta del miglior GP per il Sava, la “mina vagante” di questo fine settimana.

Xavi Forès: 8

La notizia di mercato del weekend è che l’anno prossimo Rinaldi prenderà il posto di Forès nel Team Barni. Tuttavia Forès è concentrato sulla gara di Magny-Cours, e si vede: Xavi centra un bellissimo podio in Gara 1 mettendosi alle spalle le Ducati ufficiali di Melandri, Davies e Rinaldi. In Gara 2, forse anche per via dell’inversione di griglia, parte 7° ma chiude 8°. Tuttavia, lo spagnolo è la sorpresa del sabato, ma non del weekend. Un vero peccato pensare che un talento come Forès sia (momentaneamente) appiedato. Il fatto di vedere un pilota Ducati andare forte da “separato in casa” ricorda una scena già vista in MotoGP…

Michael Van Der Mark: 7,5

L’olandese chiude un GP di Francia in salita. Van Der Mark è solo 10° nella Superpole, ed in Gara 1 ci mette tutto l’impegno per fare il massimo con una R1 con evidenti problemi di setting e chiude 7°. Si vede che la notte ha portato consiglio al pilota, ma anche una moto a posto: VD Mark parte 4° e riesce a chiudere con un piazzamento sul podio. Tuttavia l’obiettivo di recuperare punti su Davies non è andato a buon fine: ciò si rispecchia sul voto finale, sebbene la buona performance del pilota Yamaha.

Tom Sykes: 7

“Superpoleman” torna all’attacco, centrando il giro più veloce in qualifica e riprendendosi il posto nel quale si trova a più agio. In Gara 1 è autore di una buona performance, dato che soltanto Rea fa meglio di lui, e nella gara di domenica sfiora il podio. Finalmente Sykes ritrova il parco chiuso della SBK dopo tre gran premi di digiuno.

Marco Melandri: 6

Dopo i podi di Misano e Portimão, Marco Melandri è fuori dalla zona podio. Il ravennate è ultimo nella SP2, mentre nelle due gare viene battuto sempre dal compagno di squadra, senza contare che in Gara 1 Forès fa meglio di lui. Complessivamente, la performance di Melandri è appena sufficiente dato che con la Ducati Panigale ufficiale potrebbe fare molto meglio.

Alex Lowes: 5

Il britannico completa un weekend esattamente speculare rispetto a quello del compagno di team. Alex centra un buon 5° posto in Superpole, tuttavia in Gara 1 finisce nel ghiaione e termina all’ultimo posto. Cerca il riscatto in Gara 2, che arriva parzialmente visto il 7° posto finale. Insomma, un Lowes che fortunatamente ci eravamo abituati a non vedere più, ma che sembra abbia perso quella determinazione che lo aveva accompagnato nelle gare precedenti al rinnovo del contratto. Un risultato insufficiente, visto che Alex e la R1 possono fare decisamente meglio.

Altri piloti

  • Toprak Razgatlioglu: 7
  • Leon Camier: 6
  • Loris Baz: 6
  • Eugene Laverty: 5,5
  • Jordi Torres: 5
  • Leandro Mercado: 5
  • Jake Gagne: 5
  • Roman Ramos: 5
  • Michael Rinaldi: 4,5
  • PJ Jacobsen: 4,5

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA