SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Lotus: svelata la C-01

Dopo due anni di pianificazione e sviluppo il prototipo della prima due ruote con il marchio Lotus è finalmente pronto. La moto, equipaggiata con un motore 1200 bicilindrico a V di 75°, è costruita in carbonio, titanio e altri materiali di provenienza aerospaziale. Sarà prodotta in soli 100 esemplari

Lotus: svelata la c-01

La Lotus C-01, della quale vi avevamo già parlato lo scorso anno (qui i dettagli), è finalmente arrivata. La moto, frutto dell’idea del Dottor Colin Kolles del Kodewa Motor Racing Team in collaborazione con Holzer Group e il designer Daniel Simon, è stata finalmente svelata. Prima di conoscere nel dettaglio la C-01, date un’occhiata alla gallery (dove, a dire la verità, più che foto, le immagini paiono proprio dei rendering 3D...).

DA QUATTRO A DUE RUOTE

L’esperienza di Kodewa e Holzer Group è stata maturata in alcune delle più importanti competizioni motoristiche internazionali, dal DTM (il Campionato Turismo Tedesco) al Campionato Tedesco Rally e la Formula 1. Kodewa ha recentemente collaborato con Lotus anche nella realizzazione della T128 LMP (prototipo della 24 Ore di Le Mans), mentre Holzer Group (co-proprietaria di Kalex) vanta esperienza anche nel mondo delle due ruote, nelle categorie Moto2 e Moto3.

NON PROPRIO UNA SUPERBIKE

Forse, anche visto il background corsaiolo di Lotus, ci saremmo aspettati una moto più vicina ad una superbike, seppur di nicchia. Invece la nuova C-01 sarà sì una moto per pochi (100 gli esemplari che saranno prodotti), ma l’aspetto, su questo non ci piove, non è da race replica. A colpo d’occhio sembra più una moto da record di velocità, lunga e sinuosa (il cupolino, in realtà, è in esistente), con il motore completamente coperto dalle sovrastrutture, dalle quali, solo sul lato destro, spuntano un carter ed il bocchettone del terminale di scarico.
Tra le caratteristiche elencate nella scheda tecnica balzano all’occhio l’esclusivo telaio costruito in acciaio, carbonio e titanio ed il motore, un bicilindrico a V di 75° da 1.195 cc di provenienza KTM e accreditato di circa 200 CV, mentre il peso è di 181 kg a secco (per le altre caratteristiche rimandiamo alla scheda tecnica , più sotto). L’esclusivo design è ad opera di Daniel Simon, mentre le colorazioni sono tre: il verde-giallo del marchio Lotus, il nero-oro tipico della Lotus F1 e il bianco con strisce blu, rosse e azzurre stile “Martini”.
Ancora sconosciuto il prezzo ma, visti i contenuti e la tiratura, è facile immaginare che l’assegno da staccare per accaparrarsi questa motocicletta sia altrettanto “esclusivo”… D'altronde è già successa la stessa cosa con un'altra realizzazione ispirata alla Formula 1, la Hesketh 24 ispirata alla monoposto di James Hunt: tiratura limitata e prezzi (si presume) da capogiro.

Daniel Simon, il designer, che in passato ha lavorato per Bugatti ed è il creatore, tra le altre, della Lightcycles del film “Tron: Legacy” e della Bubbleship usata da Tom Cruise in “Oblivion” (in queste gallery una rassegna di moto del cinema e dei super eroi), si è così espresso riguardo la Lotus C-01: “Il processo di design del C- 01 è stato un lavoro d'amore, ci sono state molte criticità , a cominciare dal realizzare una moto che non toccasse solo i sensi visivi con il suo mix senza tempo di fascino classico ed esecuzione moderna, ma fosse anche sicura ed ergonomica. Abbiamo lavorato duramente per creare una moto con caratteristiche distintive come un corpo pulito principale, un profilo laterale estremamente basso, un atteggiamento coraggioso, una presa d'aria unica, soluzioni logiche e una grafica pulita”.

Il Dottor Colin Kolles, di Kodewa, parlando del progetto, ha dichiarato: “Abbiamo deciso di creare una moto che non è solo fantastica da guidare, ma rappresenta anche un pezzo d'arte in movimento. Nel corso degli anni ho visto lo stile e la sostanza, ciò che questa moto porta al mercato è una combinazione unica di entrambi: lo stato dell'arte della tecnologia con un’estetica veramente sbalorditiva”.

Guther Holzer, CEO di Holzer Group ha dichiarato: “Sono stato uno dei primi a guidarla e devo dire che sono rimasto molto colpito. Insieme abbiamo trovato quel delicato equilibrio tra rude, potenza aggressiva e maneggevolezza mozzafiato. Il team ha creato qualcosa di molto speciale, sembra incredibile, sembra fantastico ma, soprattutto, la guida è sensazionale. Sono molto felice”.

SCHEDA TECNICA

Motore

Bicilindrico V 75° a 4 tempi raffreddato a liquido

Cilindrata 1.195 cc
Alesaggio x Corsa 105x 69 mm

Potenza 200 CV (circa)

Lubrificazione a carter secco

Trasmissione

Cambio a 6 rapporti

Rapporto primaria 40:76

Rapporto finale 15:41

Frizione idraulica con antisaltellamento

Ciclistica

Telaio in Acciaio/Carbonio/Titanio

Forcella a steli rovesciati (80 mm escursione)

Angolo cannotto di sterzo 31°
Doppio Ammortizzatore posteriore (70 mm escursione)
Freno anteriore doppio disco da 320 mm con 4 pistoncini
Freno posteriore disco da 220 mm con 2 pistoncini

Ruota anteriore 120/70 ZR19

Ruota posteriore 190/55 ZR17


Pesi e misure

Interasse 1.645±15 mm

Altezza sella 710 mm
Capacità serbatoio 10,5 lt

Peso a secco 181 kg

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA