I Costruttori europei prevedono una nuova crescita delle vendite: entro il 2020 37 milioni di moto

Nonostante siano tempi duri per i concessionari e le Case costruttrici di moto, gli industriali del settore non temono la crisi e sono convinti che il mercato delle due ruote, aumentato del 22% negli ultimi sei anni, tornerà a crescere. Il totale del parco circolante nel 2020 dovrebbe attestarsi intorno ai 37 milioni di veicoli. Lo sostiene il presidente dell’Associazione Costruttori.

I costruttori europei prevedono una nuova crescita delle vendite: entro il 2020 37 milioni di moto



Milano 9 aprile 2009
- La crisi attanaglia anche il mercato delle moto ma Jacques Compagne, segretario generale della ACEM, l’Associazione Europea dei Costruttori di Moto, non perde l’ottimismo. Il rappresentate degli industriali europei del settore è sicuro che la bufera passerà e che il mercato delle due ruote a motore, che negli ultimi sei anni è aumentato del 22%, tornerà a crescere. “Oggi il mercato europeo delle due ruote ammonta a circa 33 milioni di unità - scrive Compagne nel bollettino mensile dell’ACEM-. Nel 2008 ha perso il 7,4% di immatricolazioni, ma secondo le previsioni a lungo termine riprenderà la sua tendenza alla crescita, raggiungendo i 35-37 milioni entro il 2020”. Intanto il mercato italiano ha risposto accennando una lieve tendenza al rialzo, dopo l'introduzione degli ecoincentivi governativi.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA