È morto il papà di Tony Cairoli: off road in lutto

Brutte notizie per il mondo delle due ruote: Benedetto Cairoli a 67 anni ci ha lasciato per un infarto mentre tornava a casa a bordo della sua auto. Aveva dedicato la sua vita a crescere il figlio Tony, simbolo del Motocross odierno. Lo ricordiamo con le sue stesse parole in un'intervista di Motociclismo FUORIstrada

è morto il papà di tony cairoli: off road in lutto

Benedetto Cairoli, 67 anni, padre del 7 volte Campione del Mondo di Motocross Tony, ha perso la vita nella tarda serata di mercoledì 14 maggio 2014 in un incidente stradale. L’uomo stava percorrendo la strada sterrata che collega la sua abitazione di contrada Maddalena, a Montagnareale (ME), con l’arteria a scorrimento veloce Patti- San Piero Patti. Secondo le prime notizie raccolte, a poche centinaia di metri dalla pista motociclistica di proprietà del figlio, in prossimità della casa di famiglia, Benedetto Cairoli, colto da malore, ha perso il controllo del mezzo.

L’auto è andata fuoristrada adagiandosi su sterpaglie: il mezzo non si è spento e la vicinanza della rovente marmitta catalitica alle erbacce ha innescato il rogo. Immediati i soccorsi prestati da alcuni conoscenti. Benedetto Cairoli è stato trasportato all’ospedale “Barone Romeo” di Patti senza vita. Ai medici, infatti, non è rimasto altro da fare che constatarne il decesso: sul corpo non sono riscontrate né fratture né ustioni. Il figlio Tony era atteso per stamani a Patti, dove lo attendeva una troupe che sta girando un film sulla vita e sulla straordinaria carriera sportiva del campione siciliano. La notizia del tragico incidente ha suscitato grande sgomento in tutto il comprensorio pattese. I funerali saranno celebrati sabato 17 maggio a Patti.

 

IL PENSIERO DI TONY

Tony Cairoli, sul suo profilo Instagram ha pubblicato una foto scrivendo un pensiero al padre. Ciao Papà, sei stato un esempio per me, il Papà che tutti vorrebero avere, sempre positivo anche quando ho mosso i primi passi con le prime gare e anche quando i risultati non erano quelli sperati tu mi dicevi: "l'importante è che non sei caduto e che tu non ti sia fatto male c è sempre tempo per migliorare". Riposa in pace”.

 

L’INTERVISTA DI MOTOCICLISMO FUORISTRADA

Qualche anno fa abbiamo intervistato i genitori di Tony. Ecco uno stralcio emozionante in cui papà Benedetto racconta come e perchè ha iniziato Tony alle moto. Per l'intervista completa cliccate qui.

 

“Mi piacevano tanto le moto. Ed ero uno che dovunque andassi dovevo vincere. Ci sfidavamo con gli amici con la Vespa, ma le gare vere e proprie non le potevo fare, perché mio padre era contrario. La gente andava da lui dicendo che mi avrebbe dato una moto e tutto quello che serviva perché ero bravo, ma ha sempre detto che finché ci sarebbe stato lui, io non avrei corso. E così mi è rimasta la fissa nella testa che se mai avessi avuto un figlio maschio lo avrei fatto correre in moto. Quando è arrivato Antonio, a tre anni e mezzo, gli ho comprato l’Italjet e ce l’ho messo sopra. Quando è cresciuto un po’ gli ho comprato un’altra moto monomarcia, ma ogni due allenamenti la rompeva. Non sapevo più come fare perché continuava a distruggerla. Era ancora piccolino e già guidava le moto da 250 cc. Facevamo le gare in Sicilia e appena finito, gli amici gli davano le moto grosse e lui continuava a giare in pista fino a sera”.

 

Le redazioni di Motociclismo e Motociclismo FUORIstrada porgono le più sentite condoglianze alla famiglia Cairoli.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA