di Beppe Cucco - 25 marzo 2020

Bollo posticipato in alcune regioni d’Italia

Tre regioni italiane hanno deciso di posticipare il pagamento dei bolli moto (e auto). I tributi in scadenza da marzo a maggio potranno essere pagati entro giugno. Vedremo ora come si muoverà il resto d’Italia

1/15

BMW R 1250 GS 

L’ultimo Decreto firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il cosiddetto decreto “Cura Italia”, ha dato il via ad importanti misure per cercare di limitare i danni causati dalla pandemia di Coronavirus. Tre le misure economiche non si parla, però, della tassa automobilistica, il bollo, sulla quale l’ultima decisione spetta quindi alle singole regioni e province autonome, che possono decidere per lo slittamento o la rateizzazione.

Sfruttando questa possibilità Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna sono le prime regioni che hanno deciso di posticipare i bolli in scadenza a marzo (a partire dall’8), aprile e maggio, che ora potranno essere pagati entro il 30 giugno 2020. I pagamenti sospesi potranno essere effettuati in un’unica soluzione, senza l’applicazione di sanzioni ed interessi. La data del 30 giugno resta indicativa, in quanto al momento non si può prevedere come l'emergenza si protrarrà.

Attualmente Lombardia, Piemonte ed Emilia-Romagna sono le uniche tre regioni ad aver ufficializzato la proroga, ma ci aspettiamo che presto anche altre facciano lo stesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli