09 January 2016

BMW presenta il casco con head-up display e un concept con fari laser

In occasione del Consumer Electronics Show di Las Vegas, la Casa bavarese presenta al pubblico due interessanti novità: il casco con head-up display, che mostra in tempo reale davanti agli occhi del pilota i dati di viaggio, e le luci laser (installate su una K 1600 GTL), che assicurano una visibilità senza precedenti

DUE INTERESSANTI NOVITÀ DA BMW

In occasione del Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas, una delle maggiori manifestazioni mondiali legate alle nuove tecnologie in campo elettronico, BMW ha presentato due importanti novità: il casco con display head-up e i fari laser. Questi prodotti per il momento sono solo prototipo (in fase avanzata), ma la Casa dichiara che queste innovazioni saranno in grado di stabilire nuovi standard di sicurezza e ben presto le vedremo applicate ai modelli di serie. Sfogliate le immagini del nuovo casco presenti nella nostra gallery, poi andiamo a scoprire i dettagli e le caratteristiche dei due nuovi prodotti. Se invece volete conoscere i prezzi della gamma 2016 di moto e scooter BMW, non perdetevi il listino prezzi
1/15 Il nuovo casco BMW Motorrad, con head-up display, mostra in tempo reale davanti agli occhi del pilota i dati relativi alla moto e al viaggio

SGUARDO FISSO SULLA STRADA

Nel 2003, BMW fu la prima casa automobilistica europea a introdurre un head-up display come optional sulle proprie automobili. Questo dispositivo proietta le informazioni di viaggio, quelle relative al traffico o quelle sul veicolo, direttamente nel campo visivo del pilota (nel caso dell'auto, la visualizzazione avviene sul parabrezza), in modo da permettergli di non togliere gli occhi dalla strada. Evitare distrazioni alla guida è importante per gli automobilisti quanto per i motociclisti e per questo la Casa bavarese ha deciso di dotare le moto del futuro di questa tecnologia. Per raggiungere questo obbiettivo, BMW ha realizzato un casco dotato di un innovativo head-up display, che consente la proiezione dei dati direttamente nel campo visivo del pilota (guardate le immagini). In questo modo il motociclista non deve più rivolgere lo sguardo verso la strumentazione della propria moto e può concentrarsi totalmente sulla guida e sul traffico.
Tra le informazioni visualizzabili (a scelta dell’utente), troviamo i dati relativi alle condizioni tecniche del motociclo (pressione dei pneumatici, livello dell’olio e del carburante, velocità, marcia selezionata) e quelli relativi al percorso che si sta affrontando (limiti di velocità, riconoscimento della segnaletica stradale, segnalazione di pericoli imminenti, percorso programmato e consigli di navigazione). Inoltre, attraverso la comunicazione V2V (vehicle-to-vehicle, cioè da veicolo a veicolo), in futuro potrebbe anche essere possibile visualizzare informazioni in tempo reale, ad esempio per l’avvertimento di pericoli imminenti. Su questo prototipo troviamo poi una telecamera anteriore, collocata all’interno del casco, che può videoregistrare il nostro viaggio direttamente dal casco. In futuro, una seconda fotocamera posteriore potrebbe svolgere la funzione di specchietto retrovisore digitale e consentire anche la visualizzazione di altri motociclisti, permettendo così al pilota di vedere dove si trovano i propri compagni in un dato momento.
Il casco (dotato anche di mini-computer e altoparlanti integrati) è controllato tramite i comandi posti sul lato sinistro del manubrio, con sistema multicontroller BMW Motorrad. La Casa dichiara che la tecnologia di visualizzazione delle informazioni può essere integrata in caschi esistenti, senza pregiudicare il comfort o la sicurezza del conducente e che il tempo di funzionamento del sistema (dotato di due batterie sostituibili) è di circa cinque ore.

DALLE AUTO ALLE MOTO

BMW Motorrad da tempo si dedica allo sviluppo e al perfezionamento di gruppi ottici per motocicli e nel corso degli anni ha introdotto sui propri motocicli alcune innovazioni atte ad aumentare la sicurezza del pilota, come i fari adattivi per la guida in curva, luci di marcia diurna con illuminazione LED e luci stop dinamiche (qui vi spieghiamo come funzionano).
Ora, sul concept K 1600 GTL esposto al CES di Las Vegas, BMW Motorrad mostra al pubblico i fari laser, che derivano da un progetto della divisione automobilistica del BMW Group. L’innovativa tecnologia laser infatti è già disponibile sulla BMW Serie 7 e sulla i8; ora la Casa bavarese ha adattato questa tecnologia alle applicazioni motociclistiche. BMW assicura che questi nuovi fari laser, non solo generano una luce particolarmente luminosa e pura, ma emettono anche un fascio abbagliante di 600 metri, il doppio rispetto ai fari tradizionali; inoltre, la tecnologia laser garantisce una lunga durata, grazie ad una struttura compatta e robusta che non richiede manutenzione. I fari laser BMW son stati incorporati nel concept vehicle K 1600 GTL (nella gallery trovate le foto) come test di fattibilità e la Casa al momento sta testando l’uso di questa tecnologia nei veicoli di serie nel corso dello sviluppo preliminare. Purtroppo però questa tecnologia è ancora troppo costosa per essere utilizzata nei motocicli di serie, ma BMW prevede che l’impiego di questi prodotti nel campo auto su larga scala permetterà una diminuzione dei prezzi; l’impiego nei motocicli potrebbe essere quindi immaginabile nel medio periodo.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA