Biaggi in pista al Mugello con la Aprilia MotoGP: le foto

In attesa di maggiori informazioni sulle prestazioni del romano con la ART, Open made in Noale, ecco le prime immagini e qualche… numero, che testimonia un bel miglioramento

Biaggi in pista al mugello con la aprilia motogp: le foto

Sei settimane dopo il test che ha visto Max Biaggi impegnato al Mugello con la ART, il Corsaro è tornato sulla pista toscana per un’altra sessione di test iniziata oggi e che durerà tre giorni. Se ricordate, nei precedenti test Biaggi (che in pista si incontrò con Troy Bayliss) girò in 1’53 “basso” il primo giorno, non riuscendo a migliorarsi il secondo per via del maltempo.

 

PIÙ FACILE COL BEL TEMPO

Stavolta il meteo è stato amico, dato che le prime notizie dicono che Max, che aveva a disposizione due moto, ha girato circa un secondo meglio, in 1’52 “basso”. Per ora siamo in grado di dirvi solo questo, sottolineando come un ormai “ex pilota” di 43 anni, dopo aver passato la mattinata a prendere confidenza con la pista reduce dalla pioggia della notte, abbia inanellato 50 giri riuscendo a fermare i cronometri con un tempo di circa un secondo più basso di quello fatto registrare all’ultimo GP d’Italia da Michel Fabrizio (sostituto dell’infortunato Petrucci). Non male, per uno che certamente stava guidando più da collaudatore che da pilota in gara. Ora il test continua, con Biaggi che, “supervisionato” da Romano Albesiano (direttore tecnico e sportivo del gruppo Piaggio) e Aligi Deganello, darà il proprio prezioso contributo allo sviluppo della moto con cui Aprilia tornerà nel Mondiale MotoGP dall’anno prossimo. Superfluo ricordare che con la Aprilia RSV4 (che fa da base per la ART) Biaggi ci ha vinto due mondiali SBK, quindi è certamente un pilota i cui suggerimenti verranno tenuti in debito conto dagli uomini di Noale.

 

Ma ora passiamo al pezzo forte: cliccate qui per le foto di Max in pista con la V4 veneta, mentre di seguito ecco un piccolo video e le dichiarazioni di Albesiano.

 

 

Con un meteo favorevole - dice il responsabile di Aprilia Racing - siamo finalmente riusciti a mettere in pista il piano di lavoro previsto. Come ho già avuto modo di dire, le indicazioni di Max sono sempre apprezzate dai tecnici e andranno ad arricchire i nostri riferimenti, sui quali svilupperemo il prototipo Aprilia per la MotoGP. Biaggi conosce bene il gruppo di lavoro e ha familiarità con il carattere della moto che, seppur molto evoluta, affonda le radici nel progetto RSV4 da lui portato al successo. Siamo quindi in una situazione ottimale: un pilota sensibile come pochi, una moto in continua crescita e la necessità di accumulare dati”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA