SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Rossi: “Nel 2017 il mio compagno sarà spagnolo, Viñales o Pedrosa”

Si parla soprattutto di gomme e mercato, nella conferenza stampa che precede le ostilità in pista del GP di Francia. Folger passa in MotoGP con Tech3 nel 2017, ma è soprattutto Valentino a dare la notizia più succosa, confermando i due nomi più papabili e chiacchierati alla sostituzione di Lorenzo in Yamaha

Giovedì al "Bugatti"

Domani si comincia a fare sul serio e a dare gas, con le prime prove delle tre classi del Motomondiale al “Bugatti” di Le Mans (qui gli orari TV). Ma per chi gioca a FantaMOTOCICLISMO è importante anche quello che succede al giovedì (fate il vostro pronostico per concorrere a diventaree tester di Motociclismo per un giorno a fine stagione:  CLICCATE QUI PER GIOCARE).
 
Non parliamo tanto del pre event che (come già per la SBK settimana scorsa) ha un sapore “storico”( qui le foto) con Zarco, Baz, Quartararo, Masbou, Rabat e Antonelli in visita al Castello di Lude abbigliati in stile . Ci riferiamo più che altro alla conferenza stampa, dove Marquez, Lorenzo, Rossi, Baz, Zarco e Folger hanno risposto alle domande dei giornalisti. I primi tre sono convocati in quanto piloti in lotta per il Mondiale (Rossi fresco vincitore dell’ultima gara), Loris e Johann sono piloti di casa, Jonas è l’uomo del momento, dato che è stato confermato il suo passaggio in MotoGP nel 2017, con la Yamaha del team tech3 al posto di Bradley Smith, che sarà uomo KTM.

VALENTINO ROSSI: “Viñales o Pedrosa per me è lo stesso”

L’anno scorso è stata una gara impegnativa, ma comunque ho ottenuto un buon risultato, la pista è difficile e il tempo atmosferico può mutare molte volte durante il fine settimana. Qui comunque ho già vinto in passato e nel 2015 sono arrivato secondo. L’obbiettivo è quello. Le curve sono difficili e saranno necessarie le massime prestazioni in frenata. Vai forte se freni tardi e quindi bisogna bilanciare la frenata con le curve complicate della pista. Qui sarà difficile perché vanno tutti forte, soprattutto Lorenzo.
Negli ultimi giorni ci sono state molte voci su Pedrosa. Credo che, per il secondo pilota in Yamaha, Movistar voglia uno spagnolo, i più possibili sono Pedrosa e Viñales. Non conosco le percentuali, chiedetele a Yamaha. Pedrosa è forte e veloce, ha già dimostrato il suo potenziale anche se è un po’ vecchio. Maverick è più giovane, ha un grande talento e lo ha già mostrato, ma non ha ancora esperienza inn MotoGP. Per me è lo stesso, sono piloti diversi e ho buoni rapporti con entrambi.
Parlando di Folger, per Jonas dipenderà molto dal suo feeling con la moto. La Moto2 è una categoria strana, i piloti hanno un’altra mentalità. Jonas deve capire la M1 e fare come Smith, che è migliorato.

MARC MARQUEZ: “Devo essere costante, non ho un buon feeling con la moto”

Abbiamo lavorato tanto in questo periodo e dobbiamo continuare passo dopo passo anche se al momento non sento il feeling migliore con la moto. Devo essere più che altro costante. È una pista complicata da affrontare, fatta di continue frenate e accelerazioni, si adatta bene al mio stile, anche il meteo è una variabile complicata da prevedere e ma noi siamo pronti. L’anno scorso abbiamo avuto un problema simile a quello riscontrato a Jerez, quest’anno dobbiamo lavorare molto sull’accelerazione. La moto sarà la stessa di Jerez, con la quale abbiamo lavorato su molte cose. Le alette sono una di queste e sicuramente le proveremo. La Michelin ha già un anteriore stabile, ce la possiamo giocare con gli altri. Vedremo ora il posteriore.
Parlando di mercato, è sempre un bene quando arrivano piloti giovani, penso che l’obbiettivo di Honda sia di tenere Dani, mentre io e loro stiamo parlando del futuro, ma per ora siamo concentrati sul fare bene in pista.

JORGE LORENZO: “le mans è una delle mie piste preferite”

Qui ho vinto l’anno scorso e ho buoni ricordi fin dai tempi della 125, anche se la pista non è facile. Nel 2015 sono finalmente andato sul podio dopo due anni di cattivi risultati, il 6° posto del 2014 e il 7° del 2013… Per il momento la mia stagione è stata di sostanza, stiamo lavorando tanto anche per capire quale assetto sia migliore con i vari tipi di Michelin, anche a questo sono serviti i test di Jerez. La Casa francese sta lavorando molto e porta tre tipi di gomme posteriori, vediamo se una, che è molto diversa dalle altre due, risolverà i problemi in rettilineo.
Riguardo ai giovani, l’unica cosa che potrei consigliare è di essere pazienti, bisogna imparare molto

DANI PEDROSA: “non contesto le ipotesi ma non mi piace speculare”

A margine della conferenza, anche Pedrosa ha parlato coi giornalisti. Ecco le sue dichiarazioni in vista della gara e in risposta alle voci (confermate da Rossi) che lo danno potenziale pilota Yamaha per il 2017..
Nei test abbiamo siamo migliorati un po’, ma la sensazione è strana, perché sono stati i tempi a non migliorare. Vediamo se recupero il mio ritmo per stare davanti. È una buona cosa che abbiano portato il nuovo pneumatico, lo proveremo e vedremo come va.
Dopo Jerez non è cambiato nulla, le voci parlano del futuro, ma il futuro ora è questo fine settimana. Non contesto le ipotesi, ma non  mi piace speculare. Finora ho scelto HRC, ma ogni momento è diverso: rinnovi finché arriva il giorno in cui non rinnovi… Dipende da me, mentre ancora do del gas. Dipende sempre da te, quando dai bene gas”.

ALEIX espargaro: “siamo molto vicini a Honda e yamaha ma non possiamo lottare per il podio

Dall’Argentina ho fatto progressi e qui voglio continuare a migliorare lavorando duramente con la scuderia. Non dico combattere per il podio ma stare vicino alle posizioni che contano e sfidare ad armi pari Honda e Yamaha ufficiali alle quali siamo molto vicini.

I FRANCESI

Loris Baz: "Voglio entrare nei 10 davanti al mio pubblico”
Il mio inizio è stato difficile, ma metto tutto alle spalle e mi concentro su questa gara, il mio obiettivo è entrare nei migliori dieci davanti a tutti i mie tifosi e alla mia famiglia. Sono contento di essere nella classe regina e posso migliorare ancora.
 
Johann Zarco: “L’anno prossimo mi piacerebbe correre nella Classe regina”
La Moto2 per ora si sta rivelando una bella esperienza e su questo tracciato devo fare bene, questo fine settimana ci concentreremo molto e non nascondo che l’anno prossimo mi piacerebbe essere qui correndo nella classe regina.
 

Jonas Folger: “non riesco ancora a credere che stia accadendo veramente”

Approdare alla MotoGP è un sogno che si avvera è vorrei ringraziare tutti i miei sponsor che mi hanno supportato in questi anni. Sono emozionato, è un onore fare questo passo con Yamaha, con Hervé Poncharal e il team Tech3 che hanno una storia così importante nel paddock. Farò del mio meglio per ripagare la fiducia in me riposta. Nella massima cilindrata tutto è diverso, le gomme, l’elettronica, il motore. Sarà difficile ma la sfida è grande e seno pronto. Ora però devo focalizzarmi sul resto della stagione in Moto2 ma non vedo l’ora di provare la mia nuova moto a Valencia a fine 2016.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA