L'italia colonizza Assen: vince Bagnaia, Top 5 tutta azzurra!

Moto3 Assen 2016: i risultati della gara e la classifica aggiornata. Pecco Bagnaia regala a se stesso e a Mahindra la prima vittoria nel Mondiale, dopo una gara super combattuta e letteralmente dominata dagli italiani. Trionfo firmato VR46 Academy, con 4 "pilotini" in una top 5 tutta tricolore. Migno beffato e penalizzato, Bastianini troppo irruente, Binder delude

MOTO3 2016, Assen: IL REPORT DELLA GARA GIRO PER GIRO

Bastianini ha la gomma soft all’anteriore, così come Antonelli e Danilo. Livio Loi è l’unico con entrambe le gomme soft. Tutti gli altri piloti hanno la mescola più dura

Partenza: partono bene Bastianini e Migno, male Bulega che perde due posizioni. Binder è 3° e alle sue spalle c’è Fenati. Ma nel T2 si rimescola tutto: Fenati si porta in testa, 2° Binder, 3° Bastianini, 4° Migno, 5° Rodrigo. Ma prima del rettilineo di arrivo/partenza c’è un mescolamento di posizioni. Caduta di Reinas
1/22: Fenati è al comando, seguito da Bagnaia, Bastianini e Quartararo. Binder è 5°. Attenzione: incidente tra Quartararo e Rodrigo! Rodrigo cade per un highsode, Quartararo non può evitare la moto dell’ispanico. Entrambe le moto sono in pista, ma i commissari riescono a portarle via in sicurezza
2/22: Giro veloce per Bulega (1’43”763) che è 5°. Bagnaia è in testa, seguito da Fenati e Bastianini, Binder 4°. Nel T3 Migno e Di GIannantonio infilano Bulega, che si ritrova al 7° posto davanti ad Antonelli
3/22: Giro veloce per Canet (1’42”778), che adesso è 14° alle spalle di Dalla Porta. Nelle prime posizioni, è una battaglia: adesso Fenati è al comando, 2° Fenati, 3° il “Bestia”, 4° Binder, 5° Di Giannantonio, seguito da Migno e Antonelli. Nell’ultimo settore Bagnaia si riprende la leadership della corsa
4/22: Migno e Antonelli si scambiano la posizione nel T1. Nel T2 Fenati infila ancora Bagnaia, che nelle due curve successive si riprende la testa della corsa. Nel T3 invece Fenati si riporta al comando! Bagnaia precede Binder, Di GIannantonio, Bastianini, Antonelli e MIgno.
5/22: Binder viene superato da Di Giannantonio, Antonelli invece infila il "Bestia". Fenati è 2°, al comando c’è ancora una volta Bagnaia. Nel T3 Di Giannantonio riesce a portarsi al 2° posto, ma nelle ultime curve trova il comando della corsa!
6/22: I primi 7 sono racchiudi in un secondo! Bagnaia e Fenati si staccano leggermente dal gruppo, Binder è 3° seguito da Antonelli, Migno e Bastianini. Di Giannantonio scivola in nona piazza, 10° Bulega. Nel T3 Binder con una manovra eccezionale si porta al 2° posto. Attenzione: caduta per Canet e Guevara all’ultima chicane! La moto di Canet è completamente distrutta, la KTM di Guevara viene colpito dalla moto del Team Estrella Galicia. Gara finita per i due
7-8/22: Nel frattempo, Bagnaia e Fenati cercano di staccare gli inseguitori ed iniziano una bagarre tutta italiana. Binder è 3°, ma va largo e viene infilato da Migno e Bulega, che successivamente vengono ri-sorpassati.
9/22: Classifica sovvertita ancora una volta: Migno è al comando, Binder 2°, Fenati 3°, Bagnaia 4°, Bulega 5°, 6° Antonelli, 7° Di Giannantonio, 8° Dalla Porta! Nel T2 Binder trova il varco, infila Migno e ottiene la leadership… ma non per molto: Migno e Fenati nel T3 sorpassano il sudafricano, che è 3° davanti a Bulega, Di Giannantonio e Bagnaia.
10/22: Attenzione a Danilo, che nel frattempo si è portato al 7° posto! Migno è tornato al comando, seguito da Binder, Fenati, Bulega e Bagnaia. Nel T3 la quarta piazza viene presa da Bagnaia. Bastianini ha perso molto: è 11°, meglio invece Antonelli che è 8°.
11/22: Siamo a metà gara, ma la battaglia tra i primi 12 è ancora serratissima: Migno, Fenati e Bulega compongono la Top3, segue Binder al 4° posto. Bagnaia e Di Giannantonio sono 6° e 7°. Nel T3 Fenati si porta al comando, Bulega è al suo seguito, Migno si ritrova al 3° posto. Nell’ultimo settore, Bagnaia infila Binder per il 4° posto
12/22: Sul rettilineo, Bulega è infilato da Migno e Bagnaia che ora sono 2° e 3°. Di Giannantonio è 4° seguito da Bulega. Nel frattempo arriva la caduta di Masbou e Suzuki, che fortunatamente sono ok
13/22: Ancora Migno al comando, seguito da Bagnaia, Fenati, Di Giannantonio, Bulega e Antonelli, Binder è 7°. Ma all’inizio del T3, tutto cambia: Di Giannantonio è al comando, lo segue Fenati che nell’ultimo settore trova lo spazio e beffa il rookie.
14/22: Fenati, Migno e Bagnaia virtualmente sul podio, con Binder 4°; alle sue spalle ci sono Di Giannantonio, Antonelli, Bastianini e Bulega. Dalla Porta è 11°. Nel T2 scambio di posizioni tra Bagnaia e Migno. Fenati nel T3 va leggermente largo e viene superato da Bagnaia prima e Migno poi.
15/22: Più passano i giri, più agguerriti diventano i giovani piloti: Migno ancora una volta si porta in testa, lo seguono Fenati, Bagnaia e Binder. Il sudafricano infila il pilota Mahindra nel T4, ma attenzione: nelle ultime curve Brad Binder prende un’imbarcata, va largo nell’erba e rientra in pista al 13° posto.
16/22: Brad Binder precede il fratello Darryn, sono rispettivamente 13° e 14°. Per il leader del campionato sembra ormai impossibile ritornare in testa alla corsa. Nel frattempo, le prime 9 posizioni cambiano continuamente
17/22: Bagnaia, Migno, Fenati, Bastianini, Antonelli, Bulega, Dalla porta sono in top 7, 9° Di Giannantonio. Fino ad ora è stata una guerra tutta italiana! Fenati nel T3 si porta al comando, seguono Bagnaia e Migno.
18/22: Con 4 giri al termine, Bagnaia si riprende il comando della corsa, seguito dai 3 piloti dello SKY Racing Team. Attenzione: caduta per Enea Bastianini, che tocca Bulega nel tentativo di sorpassarlo e cade; una mossa troppo temeraria da parte del Bestia, che non riesce a ritornare in sella. Arriva anche la caduta di Andrea Locatelli qualche curva più indietro
19-20/22: Fenati, Bagnaia, Migno, Antonelli e Di Giannantonio sono in top 5, Danilo è 6° davanti a Dalla Porta. Bulega ha perso qualcosa: è 10°, tra il rookie e la prima piazza c’è poco più di un secondo. Arriva la caduta di Darryn Binder, ma il pilota è OK. I piloti mescolano ancora le posizioni, prima dell’ultimo giro
Ultimo giro: Bagnaia, Antonelli e Fenati sono al comando. Antonelli si porta in testa dopo la prima curva, Di Giannantonio è 4°. Nel T2 Fenati sorpassa Bagnaia, ma nel T3 cambia tutto: Fenati è in testa, Antonelli 2°, Bagnaia 3°, Migno 4°, Di Giannantonio 5°: quest’ultimo riesce a trovare la testa della corsa. Nell’ultimo settore è tutto un mescolamento di carte: Migno è al comando all’uscita dell’ultima chicane, ma…
Bandiera a scacchi: Bagnaia beffa Migno al fotofinish e vince, 3° Di Giannantonio! Almeno questo in attesa dei risultati dell'investigazione di cui la race direction fa oggetto alcuni sorpassi nell'ultimo tratto, avvenuto all'esterno del limite della pista.

Prima vittoria della storia per Mahindra, ma è dominio italiano

La prima gara del Motomondiale 2016 ad Assen è un’emozione costante: dopo numerosi sorpassi, Francesco Bagnaia, che trionfa per la prima volta in carriera, porta Mahindra alla  prima vittoria in Moto3. Il numero 21, che fino ad ora non è mai andato oltre il 3° posto, beffa Andrea Migno al fotofinish: solo 18 millesimi separano i due piloti della VR46 Academy! Migno viene però retrocesso al 3° posto per aver effettuato un sorpasso fuori dal tracciato nell'ultimo giro: e così al 2° posto sul podio troviamo Fabio Di Giannantonio, che trova il secondo podio in stagione e replica il risultato ottenuto al Mugello. Il suo compagno di squadra, nonché il poleman Enea Bastianini, ha forzato troppo un attacco su Bulega e si è ritrovato a terra proprio negli atti finali della corsa. Medaglia “di legno” per Romano Fenati, che precede un ritrovato Niccolò Antonelli. Con il 6° posto, Jules Danilo è il migliore dei piloti non italiani; Nicolò Bulega, dopo una gara fatta di alti e bassi, conclude con la settima piazza. 8° Joan Mir, alle sue spalle c’è il pilota di casa Bo Bendsneyder, mentre a completare la top 10 c’è Lorenzo Dalla Porta, il sostituto dell’infortunato Jorge Navarro. 11° Oettl, solo 12° Brad Binder: nella seconda metà della corsa, il sudafricano ha preso un’imbarcata ed è stato costretto ad una lunga escursione fuori pista; ciò nonostante riesce comunque a finire a punti. Dando uno sguardo agli altri italiani: Valtulini 18°, Petrarca 20°, Spiranelli 21°. Ritirato Andrea Locatelli.

Un piccolo appunto sulle gomme: la scelta delle gomme hard è stata la più azzeccata, in quanto il migliore dei piloti con la soft all’anteriore è stato Antonelli col 5° posto. Livio Loi, unico con la coppia di gomme soft, ha concluso al 15° posto.
 
Per le altre gare in programma, controllate qui gli orari TV e ricordatevi di giocare a FantaMOTOCICLISMO con la MotoGP.

CLICCATE QUI PER GIOCARE

MONDIALE Moto3 2016, Assen: CLASSIFICA GARA

MONDIALE MOTO3 2016: classifica generale

POS. PILOTA MOTO NAZIONE PUNTI
1 Brad BINDER KTM RSA 151
2 Jorge NAVARRO Honda SPA 103
3 Romano FENATI KTM ITA 93
4 Francesco BAGNAIA Mahindra ITA 79
5 Nicolo BULEGA KTM ITA 75
6 Niccolò ANTONELLI Honda ITA 63
7 Joan MIR KTM SPA 50
8 Enea BASTIANINI Honda ITA 49
9 Fabio DI GIANNANTONIO Honda ITA 47
10 Jakub KORNFEIL Honda CZE 45
11 Fabio QUARTARARO KTM FRA 39
12 Andrea MIGNO KTM ITA 37
13 Jules DANILO Honda FRA 34
14 Aron CANET Honda SPA 33
15 Philipp OETTL KTM GER 32
16 Andrea LOCATELLI KTM ITA 30
17 Khairul Idham PAWI Honda MAL 29
18 Juanfran GUEVARA KTM SPA 25
19 Livio LOI Honda BEL 22
20 Hiroki ONO Honda JPN 20
21 Bo BENDSNEYDER KTM NED 14
22 John MCPHEE Peugeot GBR 10
23 Jorge MARTIN Mahindra SPA 10
24 Lorenzo DALLA PORTA Honda ITA 7
25 Gabriel RODRIGO KTM ARG 6
26 Adam NORRODIN Honda MAL 5
27 Darryn BINDER Mahindra RSA 4
28 Maria HERRERA KTM SPA 4
29 Tatsuki SUZUKI Mahindra JPN 4

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA