SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Mondiale Enduro 2016: Remes accorcia le distanze da Phillips

L’EnduroGP fa tappa a Grevena, in Grecia, per un weekend sotto la pioggia. Ne emerge, in primis, il pilota del Team TM Factory, che nella classifica Assoluta arriva a -4 dal leader. Vittorie di classe per Larrieu (Yamaha, E2), Aubert (Beta, E3), Redondi (Honda, EJ) ed Appelqvist (Yamaha, EY). Ecco tutti i risultati, le classifiche, i video highlights e la gallery

Doppietta Remes-TM nel fango Greco

Più le condizioni del terreno si fanno difficili e più Eero Remes (TM Factory) diventa imbattibile. Il finlandese porta a casa 40 punti importantissimi dal Gran Premio della Grecia del Mondiale Enduro grazie ad una guida estremamente efficace tra fango, canali, guadi e salite impervie: il tutto sotto il diluvio (qui le foto). Il tempo non risparmia i piloti dell’EWC: non solo le precipitazioni sono state costanti ed abbondanti nei giorni antecedenti la gara, ma anche durante il weekend la pioggia non smette di cadere sul tracciato di gara, che peggiora ad ogni giro. Le cose si complicano sin da subito, vale a dire dal SuperTest del venerdì sera. Per non rovinarvi la sorpresa, vi consigliamo di cliccare play sul video qui sotto: guardate quante cadute! Seguono, rispettivamente, quello del Day1 e quello del Day2.

Mondiale Enduro 2016, GP della Grecia – video highlights Day1

Mondiale Enduro 2016, GP della Grecia – video highlights Day2

Campionato aperto più che mai

Con la doppia vittoria di Eero Remes nella EnduroGP (la classifica assoluta. Riguardo questa nuova categoria trovate la spiegazione intera su Motociclismo FUORIstrada di giugno) il Campionato si fa molto, ma molto, interessante. Non solo perché Remes si fa sotto – in termini di punti – al leader Matthew Phillips (Sherco CH Racing), ma anche per le scalate di Loic Larreiu (Yamaha Factory) e Taylor Robert (KTM Factory) ed il passo falso di Mathias Bellino (Husqvarna Factory). Il podio della EnduroGP si completa con Johnny Aubert (Beta Factory) e Nathan Watson (KTM Factory): il primo si assicura il tifo del pubblico locale grazie ad una guida spettacolare, facendo cantare a squarciagola la sua Beta RR 300 2T tra un’impennata e l’altra per non mollare il gas dentro i guadi; il secondo – in continua crescita da inizio stagione sino ad ora – è un ex crossista che poco a poco (anzi, velocissimamente!) sta diventando una realtà concreta nel Mondiale Enduro con prestazioni eccellenti. Ma c’è di più: il prossimo Gran Premio si svolgerà in Finlandia, vale a dire “a casa” di Remes. Il che si traduce in un’occasione d’oro per il pilota della TM di passare al comando della EnduroGP, ma Phillips non sarà sicuramente dell’idea di concedere qualcosa all’avversario.
Steve Holcombe (Beta Factory, protagonista di un’intervista su Motociclismo FUORIstrada di giugno) perde il ritmo dei primissimi nel Day2 dopo una prima parte di gara più che soddisfacente, conclusa al 4° posto. Per Phillips segnaliamo qualche caduta di troppo nel Day2, motivo per il quale non riesce a rispondere agli attacchi di Remes. Per quanto riguarda gli azzurri, il nostro Alex Salvini (Beta Factory) fa segnare la peggior prestazione stagionale, totalizzando 13 punti in due giorni di gara. Meglio di lui fa Manuel Monni (TM Factory) con 14 punti e miglior risultato stagionale. Decisamente positivo il Day2 di Gianluca Martini (Kawasaki Lunigiana Moto), capace di chiudere in top 10. La tabella qui sotto è riferita alla EnduroGP, mentre a questo link trovate tutti i risultati.

Mondiale Enduro 2016, GP della Grecia – classifica Campionato EnduroGP

Pos. Pilota Totale GP AGADIR GP Polisport Portugal GP Maxxis Grèce GP Finlande GP AMV Seguros Euskadi GP Acerbis Italie GP AMV France
D1 D2 D1 D2 D1 D2 D1 D2 D1 D2 D1 D2 D1 D2
1 Matthew PHILLIPS 92 15 20 20 11 15 11 - - - - - - - -
2 Eero REMES 88 7 15 9 17 20 20 - - - - - - - -
3 Steve HOLCOMBE 81 13 13 15 20 13 7 - - - - - - - -
4 Mathias BELLINO 68 20 17 17 7 7 - - - - - - - - -
5 Taylor ROBERT 62 10 4 13 13 9 13 - - - - - - - -
6 Johnny AUBERT 59 17 7 7 - 11 17 - - - - - - - -
7 Nathan WATSON 58 3 9 4 15 17 10 - - - - - - - -
8 Alex SALVINI 55 11 11 10 10 8 5 - - - - - - - -
9 Loïc LARRIEU 53 8 6 5 9 10 15 - - - - - - - -
10 Antoine BASSET 47 9 8 11 5 6 8 - - - - - - - -
11 Manuel MONNI 29 6 - 1 8 5 9 - - - - - - - -
12 Cristobal GUERRERO RUIZ 23 1 5 8 6 - 3 - - - - - - - -
13 Gianluca MARTINI 19 - 10 2 - 1 6 - - - - - - - -
14 Jamie MCCANNEY 18 5 3 6 4 - - - - - - - - - -
15 Jaume BETRIU 9 4 2 3 - - - - - - - - - - -
16 Ivan CERVANTES 7 - - - - 3 4 - - - - - - - -
17 Daniel MCCANNEY 5 - 1 - 3 - 1 - - - - - - - -
18 Romain DUMONTIER 4 - - - - 4 - - - - - - - - -
19 Luis CORREIA 3 - - - 1 2 - - - - - - - - -
20 Jonathan BARRAGAN 2 - - - - - 2 - - - - - - - -
21 Pascal RAUCHENECKER 2 - - - 2 - - - - - - - - - -
22 Victor GUERRERO 2 2 - - - - - - - - - - - - -

Uno sguardo alle classi

Vincendo la EnduroGP, Eero Remes di conseguenza vince anche la E1. La medaglia d’argento va ad un ottimo Nathan Watson, mentre Gianluca Martini fa sua quella di bronzo. Ora il toscano è 3° in Campionato, un risultato tanto esaltante quanto inaspettato, come lo stesso Martini ci ha rivelato in esclusiva a Pietramurata lo scorso weekend, in occasione del GP del Trentino della MXGP, vinto da Tony Cairoli. Il feeling con la moto è ottimo ed il morale alle stelle: avanti tutta, rotta per il GP della Finlandia! Ivan Cervantes (KTM Factory) si riaffaccia nelle posizioni di vertice dopo due anni costellati da seri infortuni: lo spagnolo conquista ben 28 punti, probabilmente più di quanto ha fatto nei 24 mesi precedenti. Jamie McCanney (Yamaha Factory) non prende il via del GP a causa di un infortunio ad un piede durante un allenamento. Weekend così così per Rudy Moroni (KTM Farioli Supported), soddisfacente per Jonathan Manzi (Husqvarna BBM Italia). Alessandro Battig (RedMoto Honda) torna a casa con una lussazione alla spalla.

In Grecia la E2 è affaredi Loic Larreiu, primo trionfo stagionale di categoria e assoluto con la WR450F. Alle sue spalle Phillips e Robert, quest’ultimo ora 2° in Campionato grazie al passo falso di Mathias Bellino. Ora la situazione Campionato vede Bellino, Larrieu e Salvini tutti a 84 punti, a 25 punti dalla vetta e a 6 da Robert. Davide Guarneri (RedMoto Honda) termina 6° in entrambe le giornate.
La E3 è un pressoché dominio di Aubert, che ha la meglio sul compagno di squadra Holcombe. Manuel Monni sale sul podio e contiene – grosso modo – il distacco dai primi della classe.

Tra i giovani della EJ è ancora Giacomo Redondi (RedMoto Honda) ad imporsi nei due giorni di gara. L’italiano porta a 36 i punti di vantaggio su Diogo Ventura (Gas Gas Pons). È un Gran Premio positivo per Davide Soreca (RedMoto Honda), 2° di classe con un 2° ed un 3° posto, che permettono al ligure di salire al 7° posto nella generale. Completa il podio lo stesso Ventura, di misura su Josep Garcia (Husqvarna Factory). Kevin Olsen (Sherco CH Racing) – conoscenza dei Campionati Italiani Enduro – conquista ben 13 punti, facendo segnare il suo miglior risultato di carriera. In EY è ancora uno scatenato Erik Appelqvist (Yamaha) a siglare la doppietta davanti a Jack Edmondson (KTM) e Jean-Baptiste Nicolot (Yamaha), quest’ultimo ancora leader di Campionato per 16 punti su Valèrian Debaud (Yamaha). Weekend complicato per Mirko Spandre (KTM Farioli Supported), solamente 6° il sabato e ritirato la domenica per un ginocchio malconcio. Naturalmente un in bocca al lupo a Spandre e a tutti gli azzurri per il prossimo Gran Premio, in programma il l’11 ed il 12 giugno ad Heinola, Finlandia.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA