Comparativa Sport-Tourer 2016: Vince Triumph. O forse no...

Ognuna delle otto sfidanti della prova ha qualcosa che le permette di farsi apprezzare in una circostanza piuttosto che in un'altra. Fino a ieri pomeriggio la Tiger Sport è stata una delle moto più contese da tutti i membri del Test Team. Ma nel finale di giornata...

È Più COMPLICATO DEL SOLITO

Sarà una comparativa più complicata del solito. Poco ma sicuro. Non che le altre siano semplici, intendiamoci. Ma di norma le differenze tra le moto più valide e le altre sono abbastanza evidenti, e perlomeno un'idea del gruppetto che si giocherà la vittoria riusciamo a farcela nei primi giorni, a meno di strane sorprese. Qua nelle Marche invece la situazione è realmente difficile da sbrogliare. Tanto per citare uno dei tester: "Cacchio! Scendo da una moto, penso mi piaccia un sacco, salgo su un'altra, e mi piace ancora di più. Ed è così ogni volta!". Il lato positivo della cosa è che questo dimostra quanto alto sia il livello del gruppo, e quanto interessante sarà il provarle a fondo per capirci chiaro. Ma che più chiaro non si può. 

OGNI MOTO HA UN SUO PERCHÉ

Ognuna di loro in effetti ha qualcosa che la fa apprezzare in una circostanza o in un'altra. La R 1200 RS pare avere l'autopilota da quanto è rilassante, anche quando si guida forte. La Z1000SX ha un gran bell'avantreno e più in generale una ciclistica rassicurante sul veloce. La Super Duke GT sull'asfalto "buono" è semplicemente un missile. La S 1000 XR ha un motore da brivido ed è ben bilanciata. La GSX-S è sportiva per davvero. La Turismo Veloce è maneggevolissima. La Multi è comoda e dannatamente veloce. La Tiger Sport... Fino a un paio d'ore prima del tramonto pensavamo fosse lei la vincitrice morale della giornata, e questo perché il bellissimo giro del day 2, che attraverso varie tappe (Gradara, Pesaro, Sassocorvaro, Urbino, Mercatello sul Metauro... nella gallery trovate le foto) ci ha portato dall'Adriatico al confine con l'Umbria, ci ha offerto perlopiù asfalti mediocri. E lei come poche altre riesce a essere sorprendentemente facile e divertente dove il fondo non è perfetto. Solo che da Urbino a Urbania ci siamo ritrovati su una strada perfetta. Bellissime curve, ottimo asfalto. La Tiger ha continuato ad andare benissimo, ma tutte le altre sono tornate alla riscossa. E non sono moto che lasciano indifferenti, queste, quando si trovano a loro agio. Così, mentre il sole si nascondeva dietro alture verdi e rigogliose, regalandoci un tramonto degno di un film, con lui se ne andava anche la nostra convinzione di esserci chiariti le idee. Almeno un po'.

SEMPRE CONNESSI CON IL TEST TEAM

Oggi, mercoledì (4 maggio), partiremo da Mercatello sul Metauro (PU) e dopo una deviazione fino a Bocca Serriola, attraverseremo i comuni di Fossombrone, Fano, Senigallia per poi dirigerci a Mondavio (PU), dove passeremo la notte.
Questa sera il Test Team alloggerà all’Hotel La Palomba (Borgo Gramsci 13, Mondavio), dove arriveremo dopo le 20,30 e ripartiremo il mattino successivo verso le 8. Passate a trovarci per un saluto o se volete percorrere qualche chilometro con noi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli