di Alex Dibisceglia - 06 settembre 2014

AMA SBK diventa MotoAmerica: il rilancio affidato a Wayne Rainey

L'ex pilota americano, nonché pluricampione della classe 500 dal 1990 al 1992, sarà alla direzione del campionato americano tramite la sua azienda Krave Group LLC. Ad aiutarlo ci saranno Chuck Aksland, Terry Karges e Richard Varner

Ama sbk diventa motoamerica: il rilancio affidato a wayne rainey

Nell'AMA è il momento di eseguire cambiamenti radicali. Il campionato americano SBK, ex (purtroppo) fucina di talenti come - inordine sparso - Fred Merkel, Scott Russel, Doug Polen, Troy Corser, Nicky Hayden, Ben Bostrom, Ben Spies, Wayne Rainey, Eddie Lawson e tanti altri (rassegna fotografica nella gallery) è caduto in una nera crisi da cui sembra non riuscire a tirarsi fuori. Per tentare di risolvere il problema è stato chiamato qualcuno che di moto... un po' ne capisce, ossia proprio Wayne Rainey, che con la sua azienda gestirà l'AMA SBK dopo aver vinto il titolo americano nel 1983 (Kawasaki) e 1987 (Honda) per partire verso una fulgida carriera nel Motomondiale (iridato 500 cc nel 1990, 1991 e 1992), interrotta solo dal maledetto incidente di Misano (1993), che lo ha costretto su una sedia a rotelle. 

 

RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE

Per essere precisi, a capo della Superbike americana non ci sarà solamente Rainey poiché il campionbato, che non si chiamerà più AMA SBK ma MotoAmerica, sarà diretto da una società, la Krave Group LLC. A capo di questa società oltre al pluricampione della classe 500 troviamo Chuck Aksland, ex pilota e per 20 anni direttore del Team Roberts, che recentemente ha assunto la carica di vice presidente della Motor Sport Operations presso il COTA. Poi troviamo Terry Karges, un ex dirigente che ha trascorso 17 anni in Roush Performance prima di essere nominato direttore esecutivo del Museo Petersen. Infine Richard Varner, un produttore di moto impegnato nel settore energetico. 

 

ADDIO AMA SBK, ARRIVA MOTOAMERICA

La Krave Group quindi dal 3 settembre detiene i diritti commerciali per la Serie MotoAmerica, che avrà il compito di assegnare per AMA e FIM America del Nord il numero uno ai campioni della serie. Il gruppo si occuperà delle sponsorizzazioni, svilupperà le relazioni commerciali per la nuova serie motociclistica americana, gestirà i rapporti con i circuiti, creerà il calendario, si occuperà delle credenziali dei media e tutto ciò che concerne il gestire un campionato di questo livello. In bocca al lupo, Wayne!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie di sport