Arriva la BMW cinese: la G 650 Xcountry motorizzata Loncin

La BMW si fida della Cina. Dopo aver commissionato a Kymco la produzione del potente propulsore per la specialissima enduro G 450 X (che gareggerà nel mondiale enduro), ora usa nuovamente un motore che arriva dal Far East: il cuore della G 650 Xcountry non è più prodotto dall’austriaca Rotax, ma dalla Loncin di Chongquing, nel Distretto di Julongpo.

Arriva la bmw cinese: la g 650 xcountry motorizzata loncin


La BMW si fida della Cina. Dopo aver commissionato a Kymco la produzione del potente propulsore per la specialissima enduro G 450 X (che gareggerà nel mondiale enduro), ora usa nuovamente un motore che arriva dal Far East: il cuore della G 650 Xcountry non è più prodotto dall’austriaca Rotax, ma dalla Loncin di Chongquing, nel Distretto di Julongpo. È uguale all’originale Rotax per prestazioni, dimensioni e caratteristiche tecniche.

Il motore rispetta, comunque, tutte le direttive interne della BMW in fatto di qualità e affidabilità ed, in base le informazioni fornite dalla stessa BMW, utilizza componenti esterni e si avvale di fornitori internazionali di rilievo. Secondo i manager della Casa tedesca si tratta di un’operazione mirata non a ridurre i costi del prodotto nell’ottica del risparmio, ma all’espansione del marchio BMW in quell’area, al momento ostacolata da un cambio poco vantaggioso del Dollaro e dello Yen sull’Euro. Fatto sta che, anche in Italia, il prezzo della Xcountry è sceso di 1000 euro ed ora è in vendita a 7.480 rispetto ai precedenti 8.480 euro.

Il ribasso è dovuto anche alla concorrenza interna con la F 650 GS, bicilindrica che arriverà a marzo e costerà 8.500 euro. La Xcountry, come il resto della serie monocilindrica G, sarà sempre assemblata a Noale dall’Aprilia, mentre Rotax continuerà a costruire il 2 cilindri 800, per la serie F. Loncin sarà anche importatore della BMW in Cina.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA