Addio, Angel

È morto Angel Nieto. Il 12+1 volte Campione del Mondo si è spento questa sera in seguito alle conseguenze dell’incidente avvenuto con il quad la scorsa settimana
1/17 Angel Nieto in carriera ha vinto 13 Titoli Mondiali, o meglio, come ama dire lui "12+1"

Ciao, Angel

Purtroppo la notizia che non volevamo sentire è arrivata: Angel Nieto non ce l’ha fatta. Il 12+1 volte Campione del Mondo (come amava lui stesso dire scaramanticamente) si è spento al Policlinico Nostra Signora del Rosario di Ibiza, dove era ricoverato da 8 giorni in coma farmacologico in seguito alle conseguenze del brutto incidente avvenuto mentre era in sella al suo quad. Subito dopo l’accaduto le condizioni cliniche di Angel non sembravano preoccupanti, ma i medici avevano deciso per il coma farmacologico in modo da poter tenere sotto controllo l’ex pilota. Nel pomeriggio di oggi (giovedì 3 agosto) le condizioni di Angel si sono aggravate, a causa della presenza di un esteso edema cerebrale. Proprio la vastità dell’edema, e l’aumento della pressione intracranica, hanno obbligato i medici ad operare d’urgenza Nieto. Purtroppo però l’operazione non è bastata per salvargli la vita.

Le più sincere e sentite condoglianze alla famiglia di Angel da parte della redazione di Motociclismo.
Fa' buon viaggio, Angel...
Angel Nieto in carriera ha vinto 13 Titoli Mondiali, o meglio, come ama dire lui "12+1"

L'incidente

Il 13 volte Campione del Mondo nel motomondiale Angel Nieto è rimasto vittima di un brutto incidente mentre si trovava in sella al suo quad a Ibizia, dove l’ex pilota risiede da tempo. L’incidente è avvenuto verso le 10,30 di mercoledì 26 luglio nei pressi del piccolo paesino di Santa Gertrudis. Le prime ricostruzioni dell’accaduto dicono che, mentre stava per svoltare in una via laterale Angel è stato tamponato da un auto, una Fiat 500, che procedeva nella sua stessa direzione di marcia. In seguito all’urto l’ex pilota è stato disarcionato dal suo mezzo ed ha battuto violentemente la testa al suolo; il quad invece ha continuato la sua corsa andando a sbattere contro un furgone parcheggiato.
Sul posto sono accorsi subito i sanitari che, vista la gravità delle lesioni riportate da Nieto, hanno deciso di intubare l’ex pilota sul posto, prima di trasportarlo al Policlinico Nostra Signora del Rosario di Ibiza. Ad Angel i medici dell’ospedale hanno riscontrato un brutto trauma cranico e hanno quindi deciso di inserire una sonda intracranica nella testa dell’ex pilota per monitorare costantemente la pressione del sangue all’interno del cervello. Attualmente Angel si trova ricoverato in coma farmacologico con respirazione assistita, la prognosi resta riservata; i medici dicono che le sue condizioni sono gravi, ma il pilota non sarebbe in pericolo di vita. Un nuovo bollettino medico è atteso per le prossime ore.

Alla guida della vettura che ha tamponato Angel Nieto, una signora spagnola di 38 anni, che ha dichiarato di non essersi resa conto immediatamente che il quad stesse frenando e che una volta iniziate le manovre per arrestare la vettura non sia riuscita a fermare la macchina in tempo per via dell’asfalto bagnato. In auto con lei un’amica, entrambe uscite illese dall’incidente. La conducente è stata sottoposta all’esame dell’etilometrico, che ha dato esito negativo.

Peggiorano le condizioni di Angel

AGGIORNAMENTO del 3/8 ore 15: Le condizioni di Angel Nieto, ricoverato alla Clinica Nostra Signora del Rosario, si sono improvvisamente aggravate e ora l’ex pilota spagnolo è in pericolo di vita. Questo è quanto dichiarato dai medici dell’ospedale spagnolo, dove Angel si trova ricoverato in coma farmacologico da mercoledì scorso, in seguito alle ferite riportate nell’incidente stradale. Prima dell’ultimo bollettino medico, a cui è seguita questa crisi improvvisa, i medici erano ottimisti sulle condizioni di Nieto e sembrava prossima l'uscita dal coma farmacologico. La situazione però è improvvisamente peggiorata a causa della presenza di un esteso edema cerebrale.

I figli di Angel, Pablo (team manager della VR46 di Valentino Rossi) e Gelete, sono volati immediatamente a Ibiza per stare vicino al padre e hanno cancellato tutti i loro impegni al Gran Premio della Repubblica Ceca, in programma questo fine settimana (qui gli orari TV).

La carriera di Angel Nieto

Ángel Nieto Roldán nasce a Zamora (Spagna) il 25 gennaio 1947. Debutta nel motomondiale nel 1964, al Gran Premio di Spagna sul circuito del Montjuich di Barcellona, in sella ad una Derbi nella categoria classe 50 cc.. Alla sua prima gara si classifica quinto e quell’anno chiude la stagione in 10ema posizione. Nel 1967 vince i campionati nazionali 50 cc e 125 cc e da quel momento inizia la sua grande serie di successi mondiali. Nel corso della sua carriera Nieto riesce infatti a conquistare ben 13 Titoli Mondiali (o 12+1 come ama dire lui, in segno scaramantico): 6 Titoli iridati nella classe 50 cc (1969, 1970 e 1972 su Derbi; 1975 su Kreidler; 1976 e 1977 su Bultaco) e sette nella 125 cc (1971 e 1972, su Derbi; 1979 e 1981 su Minarelli; 1982, 1983 e 1984 su Garelli). Nel 1986, dopo 90 GP vinti (27 nelle 50 cc, 1 nelle 80 e 62 nelle 125), Nieto si ritira dalla carriera di Pilota; attualmente ricopre il ruolo di commentatore delle gare del motomondiale per la tv spagnola.
Angel Nieto nel 1970 in sella alla Derbi 50 cc

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA