"ABS disinseribile: sì o no?"

L'ABS è un sistema che da tempo è deve essere presente su moto e scooter. Con l'arrivo delle "modalità di guida" l'antibloccaggio è diventato disinseribile sulla ruota posteriore e, su alcune tipologie di moto, anche su entrambi gli assi. Un lettore ci chiede se la guida con ABS disattivato ci mette in difetto? Scopriamolo

1/6

ABS disinseribile nelle impostazioni offroad e racing

1 di 2

Caro direttore, ero convinto che con l’Euro 5 non fosse possibile omologare moto biposto senza ABS, mentre leggendo le caratteristiche della Yamaha Ténéré scopro che in modalità offroad è lecito “staccare” completamente l’antibloccaggio, sia all’anteriore che al posteriore. Come mai? Inoltre, se circolassi su strade aperte con l’ABS disinserito, sarei passibile di multa?

Franco Grubel – email

Caro Franco, in effetti solo enduro e trial specialistiche (monoposto) possono essere vendute prive di ABS. Le moto “stradali” possono invece avere ABS disinseribili, anche su entrambi gli assi, rispettando una serie di requisiti previsti dall’Euro 5, che è un contenitore di norme che possono essere aggiornate nel corso del tempo.

Il capitolo dedicato agli impianti frenanti si chiama UNECE 78 ed è stato aggiornato nel 2021 con la versione “05”, che fa proprio chiarezza sull’ABS disinseribile, tema poco approfondito nella versione “04”. L’ABS può essere escluso su moto con mappe “offroad” solo a veicolo fermo e attraverso una procedura, in modo da evitare disinserimenti accidentali, e il quadro deve riportare chiaramente la dicitura “offroad”.

Inoltre, ogni volta che si spegne la moto, alla successiva riaccensione l’ABS deve “innescarsi” nuovamente. Fanno eccezione gli spegnimenti involontari con successiva e immediata riaccensione: solo in questo caso la moto può ripartire senza antibloccaggio.

È stato anche chiarito che con “offroad” si può intendere anche una mappa dedicata a una supersportiva. Infine, nel caso di disinserimento alla sola ruota posteriore, ammesso anche per le moto senza mappa fuoristrada, deve corrispondere l’accensione della spia dell’ABS (prima non era obbligatorio).

Sulla viabilità ordinaria, infine, non si rischiano multe viaggiando con ABS disinserito (potrebbe essere utile per esempio su una strada bianca): le moto sono in tutto e per tutto omologate e il Codice della Strada non impone di viaggiare con l’ABS attivo.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA