22 June 2009

A Pomposa Lazzarini guadagna il Titolo Italiano di Supermoto S1. Gozzini è Campione italiano S2

Sul circuito di Pomposa si è corsa la quinta prova degli Internazionali d’Italia di Supermoto, in occasione della quale Ivan Lazzarini e Davide Gozzini si sono laureati Campione italiani di Supermoto, rispettivamente nella Classe S1 ne nella Classe S2, con una giornata d’anticipo rispetto al calendario. In S1 a vincere il round 5 è stato il francese Thierry Van Den Bosch, grazie alle due vittorie parziali, mentre nella S2 il primo gradino del podio è stato conquistato da Paolo Gaspardone.

Quinto round





San Giuseppe di Comacchio (FERRARA) 22 giugno 2009
– Sul circuito ferrarese di pomposa si è corsa la quinta e penultima prova degli Internazionali d’Italia di Supermoto, in occasione della quale Ivan Lazzarini e Davide Gozzini si sono laureati Campione italiani di Supermoto, rispettivamente nella Classe S1 ne nella Classe S2, con una giornata d’anticipo rispetto al calendario del campionato. In S1 a vincere il quinto round è stato il francese Thierry Van Den Bosch (TM-747 Motorsport), grazie alle due vittorie parziali, mentre nella S2 il primo gradino del podio è stato conquistato da Paolo Gaspardone. Ha regalato emozioni anche la Gara Internazionale, in cui si sono affrontati, come al solito, i piloti più forti delle due classi S1 ed S2 e dove il vincitore è stato Ivan Lazzarini, che ha lottato duramente con Gozzini, secondo, Chareyre, terzo, e Van Den Bosch, quarto. Cristiano Lupacchini ha vinto entrambe le manche della Classe S4. Il più forte del trofeo Honda è stato il marchigiano Diego Monticelli, con una vittoria e un secondo posto, che gli permettono di guidare la classifica con un buon margine su Orlando Gattazzo, che si è aggiudicato la seconda manche. Nel monomarca Suzuki ha dominato Simone Marchesini, grazie a un secondo posto e due vittorie parziali nelle tre manche, ma in campionato resta leader Simone Cecchetti che precede Gory e Marchesini. Per il Trofeo Aprilia Andrea Camanini ha vinto nella categoria Open ed Emanuele Fanti nella Serie. Giuseppe Di Iorio guida la classifica Open e Fanti quella Serie.

S1 Gara 1


S1 GARA-1 Thierry Van Den Bosch ha centrato l’ holeshot e ha da subito messo in difficoltà Fabio Balducci (Suzuki), Fabrizio Bartolini (Husqvarna), Ivan Lazzarini (Honda), Massimiliano Verderosa (Honda), Eddy Seel (Suzuki-BEL), Edgardo Borella (KTM). Van Den Bosch è rimasto in testa alla corsa per tutti i 15 giri, arrivando per primo al traguardo, davanti a Fabio Balducci (Lux Performance), autore di una grande gara. Più indietro rispetto alle prime due posizioni un trio di piloti che hanno corso quasi attaccati: Fabrizio Bartolini (Team Pergetti) comandava il gruppo davanti al capoclassifica Ivan Lazzarini (HM Honda Racing), seguivano Max Verderosa (HM TDS Faor) e Eddy Seel (Suzuki-Rigo Racing). Tuttavia, Bartolini ha potuto concludere la gara senza problemi sino al traguardo, dove è giunto terzo, ma ha ricevuto la comunicazioni dei commissari che lo hanno retrocesso di cinque posizioni per non aver superato le verifiche tecniche. Invece ha sbagliato e ha perso una posizione, lasciando che fossero Lazzarini ed il belga Seel a contendersi il quarto posto. Quando mancavano tre giri alla conclusione Seel ha superato l’italiano, ma poi il belga è scivolato ed il suo impegno per sorpassare l’italiano è andato in fumo. Dopo la retrocessione di Bartolini la quarta piazza è andata a Verderosa davanti al Vicecampione del mondo Attilio Pignotti (Kawasaki-Nastedo). Buone prove anche per Massimo Beltrami (Aprilia-Evolution) e Edgardo Borella (Ktm-Team Miglio).

S1 Gara 2



S1 GARA-2
Van Den Bosch si è ripetuto nel centrare l’holeshot, precedendo in partenza Fabio Balducci, Fabrizio Bartolini, Max Verderosa, Ivan Lazzarini, Christian Ravaglia (Aprilia), Edgardo Borella e Yuri Guardalà (Yamaha). Balducci è stato una furia. Andava a cannone e ha cercato di insidiare Van Den Bosch. Purtroppo mentre era impegnato a dare battaglia la sua moto si è spenta, lo ha abbandonato e lo ha lasciato a piedi, costringendolo a rientrare ai box e a ritirarsi. Van Den Bosch non doveva temere rivali, ha accelerato ed è arrivato dritto al traguardo, aggiudicandosi anche la seconda manche della giornata. In seconda posizione si è piazzato l’imolese Fabrizio Bartolini. Ha chiuso la zona podio Ivan Lazzarini, salito sul terzo gradino, con cui ha guadagnato abbastanza punti da aggiudicarsi il Titolo italiano della Classe S1. Soddisfazione anche per Ravaglia che ha concluso in quarta posizione, precedendo Verderosa, Seel, Borella, Pignotti, Guardalà, Beltrami.

S2 Gara 1


S2 GARA-1: Davide Gozzini è stato il “principe dello start” con una partenza a razzo, che gli ha consentito di piazzarsi davanti a tutti all’uscita della prima curva. Gozzo si è lasciato dietro Paolo Gaspardone (Honda-TDS Faor), Adrien Chareyre (Husqvarna-Azzalin), Alberto Dall’Era (Ktm-Team Miglio), Lorenzo mariani (TM-MRC), Riccardo Peroni (Husqvarna-Oggiono), Luca De Angelis (TM-Bikers Racing Team). Il dominio di Gozzini è durato ben poco, perché nel corso del sesto giro, Gaspardone, che andava fortissimo, si è inserito e gli ha strappato la posizione di testa. Gozzo le ha provate tutte per riprendere la prima posizione, ma il Gaspa non glie l’ha data vinta ed è riuscito a guadagnare il primo gradino del podio tanto atteso nel campionato di quest’anno. Gaspardone ha preceduto allo sventolare della bandiera a scacchi, Gozzini, Chareyre, Mariani (poi retrocesso 8° per partenza anticipata), Dall’Era, Alex Tognaccini (Aprilia-Sparks Reggello), Peroni, e Riccardo Sconfietti (Honda-TDS Faor).

S2 Gara 2



S2 GARA-2
È stato di nuovo Davide Gozzini il più veloce nello scatto alla partenza. Dietro di lui si sono infilati Paolo Gaspardone ed il francese Adrien Chareyre. Più dietro Lorenzo Mariani (TM), il 30enne della Ljubljana Ales Hlad (Aprilia-PMR H2O) e Alex Tognaccini (Aprilia-Sparks Reggello). Nella seconda manche Gozzini è stato più scaltro alla guida e non si è fatto sfuggire l’occasione di tagliare il traguardo in prima posizione, dopo aver condotto l’intera gara. La vittoria in Gara 2 è valsa a Gozzini, come a Lazzarini nella S2, un numero di punti sufficiente a conquistare il Titolo Italiano nella S2, con una prova d’anticipo rispetto alla conclusione fissata dal calendario. Paolo Gaspardone è riuscito a difendere la seconda posizione, con cui ha concluso la seconda prova. Chareyre, che ha saputo riparare con grande classe l’errore costatogli una caduta nel secondo giro e il dover ripartire dalle ultime posizioni. Sono andati bene anche Mariani, Hlad, Tognaccini, Dall’Era, De Angelis, Peroni, Sconfietti.

Gara Internazionale


GARA INTERNAZIONALE Van Den Bosch ha detto la sua già in fase di partenza, dove è stato il migliore. Dietro a lui si sono piazzati Paolo Gaspardone, Ivan Lazzarini, Davide Gozzini, l’altro francese iridato Adrien Chareyre, Max Verderosa e Lorenzo Mariani (TM). Uno scivolone avvenuto dopo pochi giri dal via ha lasciato indietro Gaspardone. Van Den Bosch era ancora in testa quando è entrato nel tratto sterrato al non giro ed è stato sverniciato da Lazzarini, che stava allungando e lo ha passato. Dopo il non giro l’italiano è sempre rimasto al comando e si è aggiudicato la Gara Internazionale. Van Den Bosch è parso in difficoltà, perdeva colpi, e ne hanno approfittato Davide Gozzini e Chareyre, che lo hanno superato, conquistando la seconda e la terza posizione. Van Den Bosch ha concluso quarto, precedendo Verderosa, Gaspardone e Ravaglia.

Classifiche


CLASSIFICHE

S2 GARA-1: 1. Paolo Gaspardone (Honda-ITA) 15 giri in 18’34.776; 2. Davide Gozzini (TM-ITA); 3. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) giro + veloce in 1’13.307.
S2 GARA-2: 1. Davide Gozzini (TM-ITA) 15 giri in 18’33.098 e giro + veloce in 1’13.296; 2. P. Gaspardone (Honda-ITA); 3. A. Chareyre (Husqvarna-FRA).
S2 ASSOLUTA: 1. Davide Gozzini punti 47; 2. P. Gaspardone 47; 3. A. Dall’Era 36.
S2 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Davide Gozzini (TM-747 Motorsport) punti 247; 2. Lorenzo Mariani (TM-MRC) 187; 3. Paolo Gaspardone (Honda-TDS Faor) 175.

S1 GARA-1: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 15 giri in 18’34.092; 2. Fabio Balducci (Suzuki-ITA) giro + veloce in 1’13.425; 3. Ivan Lazzarini (Honda-ITA).
S1 GARA-2: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 15 giri in 18’32.810; 2. F. Bartolini (Husqvarna-ITA) e giro + veloce in 1’13.009; 3. I. Lazzarini (Honda-ITA).
S1 ASSOLUTA: 1. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) punti 50; 2. I. Lazzarini 40; 2. F. Bartolini 35.
S1 CAMPIONATO ITALIANO: 1. Ivan Lazzarini (HM Honda Racing) punti 244; 2. Massimo Beltrami (Aprilia-Evolution) 181; 3. Christian Ravaglia (Aprilia-Evolution) 173.
GARA INTERNAZIONALE OPEN: 1. Ivan Lazzarini (Honda-ITA) 15 giri in 18’20.510; 2. Davide Gozzini (TM-ITA) giro più veloce in 1’12.385; 3. Adrien Chareyre (Husqvarna- FRA).
GRADUATORIA INTERNAZIONALE OPEN: 1. Ivan Lazzarini (Honda-ITA) punti 170; 2. Thierry Van Den Bosch (TM-FRA) 153; 3. Adrien Chareyre (Husqvarna-FRA) 149.
 
GARA-1 S4: 1. Cristiano Lupacchini (Honda) 10 giri in 13’02.831 giro + veloce in 1’17.501; 2. M.  Animento (Kawasaki); 3. M. Cucchietti (Yamaha).
GARA-2 S4: 1. Cristiano Lupacchini (Honda) 10 giri in 13’01.162 e giro + veloce in 1’16.382; 2. M. Cucchietti (Yamaha); 3. T. Caravita (Honda).
ASSOLUTA S4: 1. Cristiano Lupacchini punti 50; 2. Mauro Cucchietti 42; 3. Marco Animento 38.
CAMPIONATO S4: 1. Marco Animento punti 215; 2. Cristiano Lupacchini 197; 3. Mauro Cucchietti 187.

GARA-1 S5: 1. Mattia Martella (Ktm) 10 giri in 13’03.122 e giro più veloce in 1’17.306; 2. A. Piccinato (Aprilia); 3. O. Pelliccioni (Suzuki).
GARA-2 S5: 1. Alessio Piccinato (Aprilia) 9 giri in 13’18.276; 2. M. Martella (Ktm); 3. C. Massandrini (Suzuki).
ASSOLUTA S5: 1. Mattia Martella punti 50; 2. Alessio Piccinato 44; 3. Omar Pelliccioni 40.
CAMPIONATO S5: 1. Mattia Martella punti 227; 2. Alessio Piccinato 219; 3. Fabio Gazzarri 169.

TROFEO HONDA GARA-1:  1. Diego Monticelli 10 giri in 13’05.768 e giro + veloce in 1’17.394; 2. M. Traversa; 3. J. Falai.
TROFEO HONDA GARA-2: 1. Orlando Gattazzo 10 giri in 12’58.326; 2. D. Monticelli giro + veloce in 1’17.106; 3. M. Traversa.
TROFEO HONDA ASSOLUTA:  1. Diego Monticelli punti 190; 2. Matteo Traversa 170; 3. Jhonny Falay 154.
GRADUATORIA HONDA: 1. Diego Monticelli punti 920; 2. Orlando Gattazzo  868; 3. Matteo Traversa 842.

TROFEO SUZUKI GARA-1: 1. Davide Bacci 10 giri in 12’55.386; 2. S. Marchesini giro + veloce in 1’16.483; 3. S. Cecchetti.
TROFEO SUZUKI GARA-2:  1. Simone Marchesini 10 giri in 13’02.527; 2. S. Cecchetti giro + veloce in 1’16.952; 3. R. Peresson.
TROFEO SUZUKI GARA-3: 1. Simone Marchesini 10 giri in 12’56.435 e giro + veloce in 1’16.135; 2. D. Bacci; 3. K. Dursapt.
TROFEO SUZUKI ASSOLUTA:  1. Simone Marchesini punti 72; 2. Davide Bacci 61; 3. Simone Cecchetti 60.
GRADUATORIA DI CAMPIONATO: 1. Simone Cecchetti punti 302; 2. Thomas Gory 293; 3. Simone Marchesini 279.
 
TROFEO APRILIA OPEN GARA-1: 1. Andrea Camanini 10 giri in 12’45.549; 2. G. Di Iorio giro + veloce in 1’16.297; 3. S. Comellini.
TROFEO APRILIA OPEN GARA-2: 1. Simone Comellini 10 giri in 12’48.632; A. Camanini; 3. G. Di Iorio giro + veloce in 1’15.898.
TROFEO APRILIA OPEN ASSOLUTA: 1. Andrea Camanini punti 47; 2. Simone Comellini 45; 3. Giuseppe Di Iorio 42.
TROFEO APRILIA OPEN GRADUATORIA: 1. Giuseppe Di Iorio punti 181; 2. Simone Comellini 159; 3. Lorenzo Lapini 146.

TROFEO APRILIA SERIE GARA-1: 1. Emanuele Fanti 9 giri in 13’05.124 e giro + veloce in 1’26.018; 2. R. Razzi.
TROFEO APRILIA SERIE GARA-2: 1. Emanuele Fanti 9 giri in 13’11.760 e giro + veloce in 1’25.422; 2. R. Razzi.
TROFEO APRILIA SERIE ASSOLUTA: 1. Emanuele Fanti punti 50; 2. Renzo Razzi 44.
TROFEO APRILIA SERIE GRADUATORIA: 1. Emanuele Fanti punti 141; 2.  Renzo Razzi 136; 3. Leonardo Draghi punti 95.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA