8 Ore di Suzuka: le Q2 alla Yamaha YART di Nakasuga

Nelle qualifiche pomeridiane della celebre gara di endurance, il pilota del team Monster Energy Yamaha YART precede Takuya Tsuda (Yoshimura Suzuki Racing Team) e Jonathan Rea (F.C.C. TSR Honda). Quinto il dream team di Kagayama, Schwantz e Haga

8 ore di suzuka: le q2 alla yamaha yart di nakasuga

Il giapponese Katsuyuki Nakasuga, già autore della pole l’anno scorso con un giro record (2’06”845) si è aggiudicato la seconda sessione di qualifiche della 8 Ore di Suzuka. A completare il podio provvisorio, Takuya Tsuda (2’07”688) dello Yoshimura Suzuki Racing Team e Jonathan Rea (2’07”857) di F.C.C. TSR Honda, mentre in quarta posizione troviamo un velocissimo Michael van der Mark (2’07”879) con la Honda di Musashi RT Harc-Pro (in team con Leon Haslam e Takumi Takahashi). Domani sarà la volta del Top 10 Trial, dove i due piloti più veloci dei primi dieci team classificati si daranno battaglia per stabilire la griglia di partenza definitiva.

 

SCAMBIO DI POSIZIONI TRA I TOP TEAM

Nessuna novità di rilievo tra le qualifiche della mattina e quelle del pomeriggio, con i team di punta che si sono solo invertiti le posizioni: stamani guidava la classifica Yoshimura Suzuki con Tsuda, seguito dalla Honda F.C.C. TSR di Rea (il più veloce nelle libere) e dalla Yamaha Yart di Nakasuga. Proprio Nakasuga, almeno per il momento, oltre a portare la sua Yamaha davanti a tutti, porta Michelin in vetta alla classifica, mettendosi dietro Bridgestone nella sfida tra i costruttori di gomme (cliccate qui per conoscere i segreti delle gomme della 8 Ore di Suzuka).

 

KEVIN SCHWANTZ: UN IDOLO

Il pilota americano, ancor prima di correre alla 8 Ore di Suzuka, rappresentava un’autentica leggenda del motociclismo. Ora, dopo la sua partecipazione con il Team Kagayama, probabilmente vedrà crescere ancora di più l’affetto e la stima di tutti i suoi fan (a ragion veduta): il funambolo, alla soglia dei 50 anni e rimediando una caduta nelle libere, ha saputo fermare il cronometro, nell’ultima sessione, sul 2’10”907, vale a dire a poco più di 3” dal velocissimo Nakasuga, insomma, un autentico idolo. Anche il suo compagno, il giapponese Noriyuki Haga, nonostante la caduta nelle Q1 dove ha distrutto la sua Suzuki, ha trovato un buon feeling, riuscendo a fermare il cronomentro sul 2’10″146, lasciando comunque a Kagayama il compito di fare il best lap del team, con 2’07”857.

 

I PRIMI 10 IN “SUPERPOLE”
Tra gli altri team con ambizioni di vittoria (o quasi) al 6°, 7° ed 8° posto, rispettivamente Yamaha GMT94, BMW Motorrad France ed i Campioni del Mondo in carica di Suzuki S.E.R.T., mentre l’equipaggio Honda TT Legends del leggendario John McGuinness (mito del TT dell’Isola di Man, anche se quest'anno Michael Dunlop gli ha rubato nettamente la scena), Simon Andrews e Michael Rutter è in 29° posizione.
Da segnalare, purtroppo, qualche infortunio, a cominciare da quello occorso a Damian Cudlin di BMW France, che a causa di una frattura alla tibia non potrà partecipare. Stessa sorte per Makoto Tamada di Honda Team Asia che, caduto rovinosamente, ha riportato diverse fratture.

 

La classifica combinata dei primi 10 team

1) Monster Energy Yamaha YART – K.Nakasuga/B.Parkes/J.Waters – 2’07”629

2) Yoshimura Suzuki Racing Team – T.Tsuda/N.Aoki/J.Brookes – 2’07”688

3) F.C.C. TSR Honda – J.Rea/R.Kiyonari – 2’07”857
4) MuSASHI RT Harc-Pro. – T.Takahashi/L.Haslam/M.van der Mark – 2’07”879

5) Team Kagayama – Y.Kagayama/K.Schwantz/N.Haga – 2’08”438

6) Yamaha France GMT 94 Michelin Yamalube D.Checa/K.Foray/M.Lagrive – 2’09”039

7) BMW Motorrad France Team Thevent – E.Nigon/J.Pridmore – 2’09”066
8) Suzuki Endurance Racing Team – V.Philippe/A.Delhalle/J.Da Costa – 2’09”114

9) TOHO Racing with Moriwaki – T.Yamaguchi/S.Ito/K.Watanabe – 2’09”132

10) Honda Team Asia – M.Tamada/A.Shah Kamaruzaman/Y.Takahashi – 2’09”321

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA