Yamaha Niken 2018: i dettagli della moto a tre ruote

La prima moto di serie a tre ruote al mondo sbarca a Eicma 2017. Il motore è quello della MT-09, opportunamente modificato; il telaio è di tipo “ibrido”

La prima moto di serie a tre ruote al Mondo

Al Tokyo Motor Show 2015 Yamaha presentò il prototipo MWT-9: una concept bike a tre ruote che offrì un’anticipazione di quello che sarebbe stato il futuro della Casa di Iwata. Ora, due anni dopo, la Casa di Iwata svela al pubblico la nuova Niken: la prima moto di serie a tre ruote al Mondo. Il nome del modello deriva da “Niken”, parola giapponese la cui traduzione è "due spade". Il termine ha origine nel 17° secolo, quando fu inventato lo stile di combattimento con due spade: una rivoluzione che segnò l'inizio di una nuova era nel mondo dei combattimenti. Così la Yamaha Niken, spinta dal motore tre cilindri frontemarcia di 847 cc (quello della MT-09), vuole segnare l’inizio di una nuova era nel mondo delle moto. La Casa dichiara infatti che in sella al nuove tre ruote si può provare “una sensazione inedita, paragonabile a quella che si prova sciando utilizzando la tecnica del carving per disegnare le curve sulla neve”, senza dimenticare che “i tecnici hanno condotto tutti gli studi ed effettuato tutti i test possibili per assicurarsi che il carattere della guida di Niken fosse simile a quello di una moto tradizionale”.

Dopo averlo conosciuto pochi giorni fa in occasione del Salone di Tokyo, ecco che ora arrivano maggiori dettagli su questo nuovo veicolo; cliccate qui per le foto della Niken e qui per vedere la moto a tre ruote in azione.
1/40 Yamaha Niken, la moto a tre ruote presentata al Salone di Tokyo 2017 punta a rivoluzionare il panorama motociclistico mondiale

Design futuristico

Il design della Niken è, ovviamente, centralizzato sulle due ruote anteriori, che costituiscono il punto focale da cui fluiscono in un unico elemento il cupolino ed il serbatoio integrato. I designer di Iwata hanno scelto di dare risalto alla tecnologia utilizzata nel sistema LMW (Leaning Multi Wheel): invece di essere nascosti, la struttura ed i meccanismi del sistema Yamaha vengono completamente mostrati. Le linee della Niken sono grintose e muscolose, in contrasto con il design sinuoso del serbatoio; la sella, curvata verso l'alto, ha un design ampio e piatto per un comfort ottimale grazie anche al supporto lombare.
Il "muso" sportivo è caratterizzato da due fari a LED alloggiati nel cupolino, che punta verso il basso. Gli indicatori di direzione a LED, integrati negli specchietti retrovisori, derivano dalla R1 e sono stati progettati anche per ridurre le turbolenze e la resistenza aerodinamica. A differenza del muso “importante” il codone è snello e punta verso l'alto.

Il serbatoio è in alluminio, ha una capacità di 18 litri (la Casa dichiara un’autonomia superiore ai 300 km) e le sue forme prevedono rientranze per le ginocchia. La strumentazione è LCD e trasmette le informazioni al pilota attraverso scritte in bianco sul display con fondo nero.
Yamaha Niken è la prima moto a tre ruote di serie al Mondo

Telaio “ibrido” e angolo di piega elevato

Per la Yamaha Niken è stato sviluppato un nuovo telaio “ibrido”: l'area del trave principale è in acciaio, mentre quella del perno del forcellone è in alluminio. Il telaio principale che collega le parti è invece costituito da tubi d'acciaio. Il forcellone è in alluminio, lungo 552 mm, 15 mm in più rispetto a quello della MT-09, per una maggior stabilità in curva. Rispetto alla naked, il pilota siede in posizione più centrale di circa 50 mm; questa posizione permette una distribuzione dei pesi 50:50 tra avantreno e retrotreno, con pilota in sella.

L'angolo di piega massimo di Niken si estende a 45°, un risultato reso possibile dall'adozione di un meccanismo di sterzo Ackermann accoppiato ad un sistema di sospensioni cantilever montato all'esterno delle ruote. Le due forcelle rovesciate in posizione esterna sono regolabili in compressione ed estensione e sono distanti tra loro 410 mm. Il mono ammortizzatore posteriore di Niken è completamente regolabile; la regolazione del precarico non richiede l'uso di attrezzi. Le ruote anteriori sono da 15 pollici e calzano pneumatici 120/70R15 V. I due freni a disco anteriori sono da 298 mm, sulla ruota posteriore agisce invece un freno a disco da 282 mm.
Yamaha Niken pu raggiunegere un angolo di piage di 45°

Motore CP3 da 847 cc rinnovato

Il motore della Yamaha Niken è il tricilindrico della MT-09
Il tricilindrico da 847 cc che muove la nuova Niken è stato sviluppato sulla base di quello che equipaggia alcuni modelli tre diapason best seller come la MT-09, la Tracer 900 e la XSR900 ma, per adattarsi alle esigenze di Niken, è stato dotato di programmi speciali per l'iniezione. Nuovo anche il design dell'albero motore. A livello di elettronica troviamo le più recenti tecnologie di gestione elettronica, come il sistema di gestione elettronica dell’acceleratore YCC-T, mappe motore D-Mode, Cruise Control e Traction Control System, oltre alla frizione antisaltellamento e al Quick Shift.

Disponibilità

Yamaha Niken sarà disponibile in Europa a partire dalla seconda metà del 2018; la prima Niken 2018 destinata al mercato europeo sarà disponibile solo tramite previa prenotazione online. La data di apertura delle prenotazioni online ed il prezzo di Niken saranno comunicati nei prossimi mesi.
Yamaha Niken è la prima moto a tre ruote di serie al Mondo

Caratteristiche principali Yamaha Niken

  • Tecnologia multi ruota Leaning Multi Wheel (LMW)
  • Aangolo di piega di 45 gradi
  • Sistema di Sterzo Ackermann con doppia forcella a steli rovesciati
  • Telaio ibrido in acciaio ed alluminio con forcellone in alluminio da 552 mm
  • Distribuzione dei pesi circa 50:50 tra avantreno e retrotreno, con pilota a bordo
  • Motore da 847 cc, 3 cilindri, 12 valvole, DOHC, CP3
  • Nuovi setting per l'iniezione elettronica e bilanciamento dell'albero motore ottimizzato
  • Luci anteriore e posteriori a LED
  • Specchietti retrovisori derivati da YZF-R1, con indicatori di direzione a LED integrati
  • Ruote anteriori da 15 pollici con un interasse di 410 mm, ruota posteriore da 17 pollici
  • YCC-T (acceleratore a controllo elettronico)
  • D-MODE a 3 modalità di mappatura
  • Cruise Control (in azione sopra i 50 km/h)
  • Traction Control System disinseribile, con 2 modalità
  • Frizione antisaltellamento per aumentare la stabilità nelle scalate
  • Quick Shift System per innesti di marcia fluidi
  • Strumentazione compatta con display LCD
  • Serbatoio in alluminio da 18 litri
  • Sospensione posteriore completamente regolabile
  • Doppio freno a disco anteriore da 298 mm e freno a disco posteriore da 282 mm
  • Presa da 12V DC

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA