Yamaha YZF-R1M 2017, DNA da MotoGP

23 agosto 2017
a cura della redazione
  • Salva
  • Condividi
  • 1/14 Yamaha YZF-R1M in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017
    Prova Yamaha R1M 2017: pregi e difetti. Al Motorland Aragon di Alcaniz, durante la nostra Comparativa Supersportive, la millona di Iwata ha spiccato sul gruppo per la sua precisione in inserimento curva, l’efficacia un uscita e il suo motore fenomenale. Qualcosa però non ci è piaciuto

    8 Moto in sfida ad Alcaniz

    Per la Comparativa Supersportive 2017 abbiamo portato al Motorland Aragon di Alcaniz l’Aprilia RSV4 RF, la BMW S 1000 RR, la Ducati 1299 Panigale S, la Honda CBR1000RR SP, la Kawasaki ZX-10RR, la MV Agusta F4 RC, la Suzuki GSX-R1000R e la Yamaha R1M. Il risultato è stato pubblicato su Motociclismo di giugno, che potete richiedere come arretrato ad assistenza.clienti@edisport.it (cliccate qui per acquistare invece il PDF della prova), ma anche qui sul sito abbiamo offerto contenuti esclusivi come il film della prova, le gallery (qui e qui le foto) e il video a 360°.

    Ma come sono andate in pista le singole moto? Oggi parliamo della Yamaha R1M, ecco com'è andata la millona di Iwata nella nostra prova.

    Yamaha YZF-R1M 2017, DNA da MotoGP
    Yamaha YZF-R1M in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017

    MotoGP replica

    La Yamaha R1M è probabilmente la supersportiva col miglior rapporto prezzo/sensazionediguidareunaMotoGP del mercato: è precisa come un bisturi eppure piacevolmente “rotonda” nel comportamento. La sua forza non è quella di saper eseguire manovre istantanee. Certamente è rapida ad assecondare i movimenti del pilota, che si tratti della tortuosa variante destrasinistra prima del rettilineo più lungo di Aragon, dell’inserimento nella difficile curva dopo il traguardo o del cambio di direzione ad alta velocità poco prima del cavatappi, ma il segreto della sua efficacia è un altro: riuscire a essere sempre un po’ più veloce di qualunque avversaria. Ha la precisione in inserimento di una RSV4 RF, la capacità di disegnare traiettorie perfette di una Fireblade SP, l’efficacia in uscita di curva di una Ducati 1299 Panigale S, solo che riesce a fare tutto due, tre, quattro km/h più forte, mettendosi in tasca preziose frazioni di secondo in ogni metro di pista.

    Yamaha YZF-R1M 2017, DNA da MotoGP
    Yamaha YZF-R1M in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017

    Un motore con una progressione fenomenale

    Il merito è di un pacchetto motore telaio elettronica perfettamente a punto. La sua grande rigidezza ti dà la confidenza per essere molto veloce in ingresso curva e percorrenza, la risposta al gas dolcissima ti permette di aprire il gas molto presto, e a questo punto hai una trazione spettacolare e un’elettronica particolarmente a punto a tua disposizione. Oltretutto la R1M è veloce in rettilineo tanto quanto lo è in curva. Il quattro-in-linea “big bang” - oltre a una voce da brivido – ha una progressione fenomenale, con una schiena corposa e un allungo deciso e cattivo. Se c’è una fase dove la R1M non è irresistibile è in frenata. Nelle staccate più decise il retrotreno tende a intraversarsi, impedendoti di essere particolarmente incisivo. E poi manca il downshifter, ovvero quel dispositivo che ti permette di scalare senza utilizzare la frizione, che probabilmente vale alcuni decimi nel tempo sul giro. Eppure è risultata di gran lunga la migliore.

    Yamaha YZF-R1M 2017, DNA da MotoGP
    Yamaha YZF-R1M in azione tra i cordoli del Motorland Aragon di Alcaniz in occasione della nostra Comparativa Supersportive 2017

    Numeri, prezzo, pregi e difetti

    I numeri della Yamaha R1M 2017

    • Peso: 188,8 kg a secco*
    • Potenza massima: 181,2 CV alla ruota*
    • Velocità massima: 295,8 km/h*
    • Accelerazione 0-400 m / velocità di uscita: 10,2” / 244,4 km/h*
    • Prezzo: 24.240 euro c.i.m.**
    • Prezzo moto in prova: 25.195 euro. Accessori: Terminale Akrapovic (955 euro).

    Ci piace
    • Equilibrio e performance generali
    • GPS + Logger integrati
    • Il cambio si può “rovesciare” rapidamente

    Non ci piace
    • Assenza downshifter
    • ABS non disinseribile

    *: dati rilevati strumentalmente dal nostro Centro Prove.
    **: il prezzo “chiavi in mano” si ottiene aggiungendo al prezzo “franco concessionario” le spese per la messa in strada, che Motociclismo quantifica forfettariamente in 250 euro.

    Yamaha YZF-R1M 2017, DNA da MotoGP
    Yamaha YZF-R1M
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta