Voge Trofeo 500 AC: come va, pregi e difetti. Il video della prova

L’ultima arrivata nella famiglia delle Trofeo di Voge, la 500 AC, condivide lo stile advanced classic delle sorelle minori, ha una dotazione completa, finiture globalmente curate ed è costruita con cura. Ecco pregi, difetti e quanto costa. Le foto e il video della prova

1/14

1 di 3

Fiore all’occhiello del colosso cinese Loncin Motorcycles, il marchio Voge è arrivato nel nostro paese grazie a Padana Sviluppo e vanta una ricca gamma di modelli: dalle naked alle adventure, passando per le stradali classiche che portano il nome di “Trofeo”. Alle piccole 300 si unisce ora la sorella maggiore 500, Trofeo 500AC, equipaggiata con un bicilindrico frontemarcia da 471 cc con distribuzione doppio albero a camme in testa. Le prestazioni dichiarate dalla casa sono di 47 CV a 8.500 giri/min e 44,5 Nm di coppia a 7.000 giri/min. La velocità massima, sempre secondo Voge, dovrebbe essere di 160 km/h.

Il telaio è in tubi di acciaio ad alto resistenziale ed è abbinato ad una forcella Kayaba con steli rovesciati da 41 mm di diametro e un’escursione di 128 mm. Dietro invece troviamo un singolo ammortizzatore regolabile nel precarico, la cui escursione è di 57 mm. Il peso a secco dichiarato è di 185 kg mentre l’interasse è di 145 cm. L’impianto frenante all’anteriore vede al lavoro una coppia di dischi da 298 mm con profilo a margherita morsi da pinze Nissin. Al posteriore invece c’è un disco singolo da 240 mm anch’esso con profilo a margherita che lavora con una pinza a singolo pistoncino. L’elettronica si limita al solo ABS obbligatorio per legge, che agisce su entrambi i canali. I cerchi sono a multirazze in lega leggera da 17”, mentre la misure degli pneumatici Pirelli Angel GT di primo equipaggiamento sono rispettivamente 120/70 l’anteriore e 160/60 il posteriore.

Qui sotto trovate il video della nostra prova, nelle pagine successiva le impressioni di guida, con pregi e difetti della Voge Trofeo 500 e il prezzo d’acquisto.

La posizione di guida è comoda: l’inserimento nella triangolazione è naturale, si sta con il busto dritto, il manubrio è là proprio dove lo vorresti e l’angolo delle gambe è confortevole, forse solo chi si avvicina al metro e novanta potrebbe ritrovarsi a toccare con le ginocchia le guanciole laterali del serbatoio. La sella a 81 cm da terra è morbida, ben imbottita e permette di toccare a terra senza problemi.

Sin dai primi chilometri in sella alla Trofeo ci si rende conto di come sia perfetta per l’utilizzo in città: la frizione è morbida, il cambio è preciso e il buon bilanciamento globale permette alla 500 AC di svicolare tra le auto in coda senza problemi. Le sospensioni hanno una una risposta progressiva su pavè e fondi sconnessi, digerendo bene anche le buche più pronunciate. Il bicilindrico stupisce subito per la sua regolarità ed elasticità: le vibrazioni sono appena percettibili, accetta la piena apertura del gas fin dai 2.000 giri/min. e la spinta è fluida lungo tutto l’arco di erogazione. Ai bassi la Trofeo non è un cavallo da tiro, ma dai 4.000 ai 7.000 giri/min. sfodera una discreta grinta che permette di divertirsi fra le curve.

Le buone doti dinamiche si apprezzano anche nel misto, dove il peso limitato e la dolcezza dei comandi garantiscono una guida senza pensieri e una grande neutralità in tutte le situazioni: gli inserimenti in curva sono svelti ed è ottimo il rigore direzionale anche nei curvoni veloci.

Le sospensioni Kayaba, pur avendo una taratura pensata un po’ per tutte le situazioni, lavorano bene: la forcella è sostenuta quanto basta e copia bene le asperità mentre il mono, regolabile nel precarico, ha il pregio di una certa progressività nelle reazioni e questo aiuta molto a non scomporre la moto quando si viaggia allegri, limitando anche i trasferimenti di carico nelle frenate più aggressive. A proposito di frenata: quest’ultima non entusiasma per la potenza in fase d’attacco nonostante il doppio disco anteriore, ma risulta comunque ben modulabile.

La Voge Trofeo 500 AC è già in vendita dai concessionari al prezzo di listino di 6.540 euro *c.i.m. ed è disponibile in due colorazioni: Matt Grey e Carbon Black. Attualmente però è in corso una promozione, che vi permette di risparmiare 500 euro.

*il prezzo presente in questo articolo è da considerarsi con la formula “chiavi in mano”, comprensiva di “messa in strada”, che Motociclismo quantifica in 250 euro.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA