27 January 2015

Davide Giugliano sbanca il Day2 dei test SBK a Jerez

La Ducati del pilota romano dopo una mattinata al top, ha stampato il miglior tempo della giornata mettendosi alle spalle le Kawasaki di Tom Sykes e Jonathan Rea. Il pomeriggio sono stati infatti svolti test con la gomma da qualifica e Giugliano è risultato imprendibile, con in tempo di quasi un secondo inferiore a quello della Superpole di Baz nel 2014

Davide giugliano sbanca il day2 dei test sbk a jerez

Il Day2 dei test SBK a Jerez se lo aggiudica Davide Giugliano. In un finale che poco ha da invidiare ad una sessione classica di Superpole (tutti con le gomme da tempo), è l'alfiere della Ducati a svettare in cima alla classifica dei tempi, seguito dalle Kawasaki di Tom Sykes e Jonathan Rea. 

 

La mattinata: a tutta ducati

Non sono state necessarie le gomme da tempo a Davide Giugliano per svettare nei tempi della mattinata. Il crono di 1'40"8 fatto con la mescola SC0 è stato sufficente al pilota di Roma per rimanere in cima alla classifica fino al primo pomeriggio, dove si è passati tutti alle gomme da qualifica. Considerando che Davide ha anche avuto un problema tecnico che lo ha costretto per qualche ora ai box, non c'è che dire: la Ducati è nuovamente dei giochi. Il resto del podio virtuale è stata una sfida in "verde Kawasaki", con la degna eccezione di Alex Lowes che saltuariamente è riuscito a portarsi a ridosso della prima posizione, senza però mai agguantarla. Visti i risultati del Day1 sembra proprio che anche la Suzuki sarà della partita nel 2015. 

 

Il pomeriggio: davide giugliano da record

Nonostante l'impegno profuso da tutti i piloti che si sono ritrovati in pista per un antipasto delle qualifiche della gara di Jerez (qui il calendario della SBK 2015), non c'è stato verso di scalzare Giugliano dalla prima posizione. Davide ha infatti concluso la giornata con il tempo di 1'39"332, quasi un secondo sotto al crono con il quale Baz ha conquistato la Superpole nel 2014. Molto probabilmente il tracciato, più freddo rispetto alle temperature che si incontrano durante la gara di settembre, ha aiutato questo tempo che però resta veramente incredibile. Per capire lo stupore basta vedere i distacchi e confrontarli con quelli di ieri: Sykes (2°) passa da +0"077 a +0"362, Rea (3°) passa dall'essere in testa a subire quattro decimi di ritardo e lo stesso compagno di squadra di Giugliano, Chaz Davies (4°) paga addirittura sette decimi e mezzo di distacco. In fondo all'articolo potete trovare la tabella dei tempi e rendervi conto della situazione, compresi i passi avanti della EBR e di Niccolò Canepa, che gira 3 secondi più veloce di quanto le moto americane siano andate nel 2014. Tanti giri anche per Max Biaggi, 70 per la precisione, con il pilota romano che sta lavorando sul setting di base per la Aprilia prima di iniziare lo sgrosso dell'elettronica che dovrebbe lavorare sulla MotoGP. Il suo passo è stato intorno all' 1'42"5.

 

Jr racing: ci saremo dalla thailandia

Giungono inoltre conferme per il team capitanato da Troy Corser. La dirigenza assicura che il problema non è di mancanza di fondi ma di tipo burocratico, e che sono disposti a saltare la trasferta dell'Australia pur di fare le cose "come si deve". Chary Robinson, proprietario della squadra, ha diffuso la seguente nota: “Il ritardo è dovuto semplicemente alla discrepanza tra il domicilio della squadra, la residenza bancaria e l’origine dei fondi. Le normative sui trasferimenti internazioniali di grandi quantità di denaro richiedono di rispettare delle misure che provocano ritardi. Noi preferiamo fare le cose bene fin dal principio e organizzare ogni cosa correttamente, anche se questo significherà saltare la gara australiana perché, per problemi logistici, occorre inviare le moto con molto anticipo. Approfitteremo di questo tempo per portare a termine tutti i test prima della seconda gara in Thailandia. Dorna e i nostri piloti ci sostengono in questa decisione, debutteremo nel Mondiale Superbike con tutte le garanzie”.

 

Test sbk 2015 jerez - day 2

Pos.

Pilota

N° giri

Best lap

Gap

Vel. Max

1

D GIUGLIANO

41

1'39"332

-----

210,1

2

T SYKES

74

1'39"694

0"362

262,1

3

J REA

76

1'39"745

0"413

248,3

4

C DAVIES

47

1'40"062

0"730

266,0

5

L HASLAM

87

1'40"069

0"737

246,6

6

A LOWES

73

1'40"159

0"827

260,2

7

M VD MARK

63

1'40"590

1"258

260,2

8

N TEROL

80

1'40"765

1"433

263,4

9

R DE PUNIET

62

1'40"977

1"645

260,2

10

M BAIOCCO

76

1'41"412

2"080

207,7

11

J TORRES

72

1'41"983

2"651

264,1

12

S BARRIER

75

1'42"004

2"672

257,1

13

D SALOM

48

1'42"184

2"852

243,8

14

T MERCADO

52

1'42"577

3"245

126,2

15

N CANEPA

56

1'42"743

3"411

250,6

16

K SOFUOGLU

54

1'43"434

4"102

236,8

17

M FACCANI

53

1'44"480

5"148

-

18

K NOYES

68

1'45"130

5"798

249,4

19

L PEGRAM

17

1'46"996

7"664

177,0

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA