28 August 2014

SBK: no a 3 gare in Qatar. Sykes e VD Mark "quasi" campioni?

La decisione, proposta alla Superbike Commission (composta da Dorna, MSMA e Federmoto), è stata bocciata per mancanza di unanimità. A Losail ci sarà quindi il format classico, con due gare della SBK e una della SSP, togliendo ulteriori punti alle rincorse di MV Agusta e Aprilia. Intanto Bimota è ufficialmente fuori

Sbk: no a 3 gare in qatar. sykes e vd mark "quasi" campioni?

Dopo un mese di stop sembra proprio che le news della SBK arrivino tutte insieme. Dopo il "ritiro/estromissione" della Bimota dal mondiale (leggete qui) adesso arriva un altra notizia bomba, questa decisamente più "grave". I punti persi per la cancellazione del round Sudafricano di Welkom non verranno recuperati. A farlo sapere è la Superbike Commission.

 

SI SONO LAMENTATI...

La parte più assurda di tutta la faccenda è che la decisione di correre tre gare nel round di Losail era stata affidata alla Superbike Commission. Fino a qui niente di strano, se non fosse che la commissione è formata da Dorna, Federmoto e la MSMA, l'associazione dei costruttori di moto, e che la decisione dovesse essere presa all'unanimità. Il che vorrebbe dire che la Kawasaki si sarebbe dovuta segnare il più grande autogol della storia, permettendo ad Aprilia e alla Honda di tentare un ulteriore assalto al titolo (ormai quasi al sicuro) di Tom Sykes. La risposta è stata ovvia, anche se ovviamente non si sa nulla ufficialmente, e a rimanerci male sono stati in tanti. Questa cosa manda (nuovamente) in malora i programmi che le Case avevano fatto ad inizio campionato, quando sapevano che con otto motori avrebbero dovuto correre 28 gare, e mina nuovamente la fiducia nella capacità decisionale dei gestori odierni della SBK.

 

VALE ANCHE PER LA SUPERSPORT

Lo stesso discorso vale per la SSP, dove la Honda sta guidando la classifica di campionato con Michael Van Der Mark davanti alla MV Agusta di Jules Cluzel. I punti di vantaggio in questo caso sono 53, e visto che la Supersport corre solamente una gara a GP l'importanza della doppia gara sarebbe stata ancora più grande. Honda si sarebbe quindi trovata in difficoltà poiché necessitava della terza gara in SBK (con Rea a "soli" 64 punti da Sykes) ma non la voleva in Supersport, dove avrebbe potuto aiutare Cluzel nella rincorsa per il titolo. Si è quindi preferito lasciare le cose nella normalità.

 

BIMOTA OUT, LA VERSIONE DELLA DORNA

Per quanto riguarda il caso Bimota, giunge l'aggiornamento con la versione della SBK. La direzione pone sotto un altro aspetto il "ritiro" di Bimota, sul comunicato si può leggere quanto segue:

"Il marchio italiano Bimota era tornato sulla scena, grazie ad un nuovo management, annunciando il proprio piano di ritorno nel Mondiale Superbike dopo la presentazione della BB3 avvenuta lo scorso novembre all’EICMA.

La partecipazione al Campionato Mondiale FIM Superbike, al Mondiale FIM Supersport ed alla Coppa FIM Superstock 1000 richiede la produzione, da parte dei costruttori, di un numero minimo di moto da strada per riuscire ad ottenere l’omologazione. Ad un numero minimo di 125 prima della partecipazione, 250 esemplari totali devono essere prodotti entro la fine dell’anno e 1000 al termine del successivo.

I cambiamenti di livello economico e di mercato degli ultimi 5 anni hanno portato FIM e Dorna a ridurre il numero di esemplari prodotti per l’ingresso nelle competizioni, nonché il numero totale. Inoltre, una nuova regola è stata creata in caso di mancata produzione delle unità richieste, con i piloti in grado di scendere in pista ma non classificati in gara. Al termine del periodo di quattro mesi, il costruttore in questione deve dimostrare di aver prodotto le 125 unità richieste nell’ispezione iniziale.

Scaduto questo termine, Bimota ha informato FIM e Dorna sull’impossibilità di produrre gli esemplari richiesti. La procedura di omologazione e la partecipazione al campionato restano quindi in stand-by fino a quando il costruttore italiano non sarà in grado di soddisfare questi requisiti."

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA