SBK Most 2022: Bautista trionfa in Gara 1, Superpole e Gara 2 vanno invece a Razgatlioglu

Il GP di Most, Repubblica Ceca, ha visto trionfare in Gara 1 Alvaro Bautista e Ducati: con la sua vittoria lo spagnolo ha portato la casa di Borgo Panigale a ben 1000 successi in Superbike. Superpole e Gara 2 vanno invece a Razgatlioglu, che guadagna punti importanti in ottica mondiale. Ecco il riassunto delle tre gare, i risultati e la classifica finale

1/13

1 di 5

Weekend di gara per la Superbike, scesa in pista in Repubblica Ceca per il round di Most. Gara 1 ha visto scattare dalla prima posizione l’inglese Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), tallonato dalla Yamaha di Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK). Dalla seconda fila è partito Alvaro Bautista, che ben presto è riuscito a portarsi in terza posizione all’inseguimento della coppia di testa. Quando hanno iniziato a cadere alcune gocce di pioggia, Rea e Razgatlioglu hanno ridotto il ritmo, mentre lo spagnolo della Ducati ha continuato a spingere avendo la meglio sui due e continuando a guadagnare fino alla fine della gara, dove ha tagliato il traguardo in prima posizione con 2” di vantaggio sul pilota della Yamaha che ha chiuso in seconda posizione davanti a Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team). I due, assieme a Jonathan Rea se le sono date di santa ragione per tutta la seconda parte di gara, con sorpassi mozzafiato e staccate all’ultimo centimetro. Con questa vittoria Bautista porta Ducati al 1000° podio in Superbike dal 1988 ad oggi.

Quinto posto per Axel Bassani (Motocorsa Racing) che ancora una volta è il miglior pilota Indipendente. Dietro al veneto ecco Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) e Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati), partito dalla terza casella. Nella top ten troviamo poi Iker Lecuona (Team HRC) che guadagna un buon ottavo posto al suo debutto su questa pista davanti ad Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) mentre Garrett Gerloff (GYTR GRY Yamaha WorldSBK Team) chiude decimo.

1/13

Come di consuetudine la domenica di gare della Superbike si apre con la Tissot Superpole Race, che nel round di Most ha visto trionfare il pilota turco della Yamaha Toprak Razgatlioglu che porta la sua YZF R1 della casa di Iwata al 100° trionfo in Superbike.

Razgatlioglu al via supera Joanathan Rea e tenta di allungare. Il pilota della Kawasaki però nella seconda metà di gara si rifà sotto e si riprende il comando della gara, con scarso successo però , perchè Razgatlioglu risponde immediatamente e torna in testa. Nel finale il nordirlandese ci riprova alla curva 1 ma il turco replica tra la 2 e la 3. Rea ritenta ancora ma all’ultimo giro finisce nella ghiaia permettendo così a Razgatlioglu di andare a vincere. Terzo posto per Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati), scattato dalla quinta casella. Quarta posizione per Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che per tutti i dieci giri mette pressione al suo compagno di squadra. Dietro di lui troviamo Axel Bassani (Motocorsa Racing) che precede Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK). Settima piazza per il rookie Iker Lecuona (Team HRC) che continua a entrare in top ten: lo spagnolo si mette dietro Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) e Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team)

1/11

Al via di Gara 2 Razgatlioglu scatta in prima posizione e cerca subito di allungare ma è inseguito da un agguerrito Alvaro Bautista che non vuole dargliela vinta e lo tallona a solo quattro decimi. Alle spalle del pilota Ducati ci sono Alex Bassani, Michael Rinaldi e Jonathan Rea. A 19 giri dal termine cade Rinaldi in curva 1, rischiando di coinvolgere anche Jonathan Rea, che per fortuna è rimasto in piedi.

Al giro successivo ecco ricomparire il terzetto in testa al campionato che lotta per conquistare la vittoria e che come in tutte le gare di questa stagine regala spettacolari sorpassi e lotte mozzafiato.

Al termine della gara a tagliare per primo il traguardo è Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) seguito da Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK).

1/10

Questi sono i primi sei alla fine di Gara 1 del WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

  • 1. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati)
  • 2. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +2.109
  • 3. Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) +2.603
  • 4. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +2.718
  • 5. Axel Bassani (Motocorsa Racing) +7.951
  • 6. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +9.105

Giro veloce: Toprak Razgatlioglu, Yamaha – 1’31.946 – Nuovo giro record

Questi sono i primi nove alla fine della Tissot Superpole Race, per la classifica completa clicca qui:

  • 1. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK)
  • 2. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +2.327
  • 3. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) +3.406
  • 4. Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) +4.679
  • 5. Axel Bassani (Motocorsa Racing) +7.127
  • 6. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) +8.328
  • 7. Iker Lecuona (Team HRC) +8.479
  • 8. Scott Redding (BMW Motorrad WorldSBK Team) +10.308
  • 9. Garrett Gerloff (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) +10.506

  1. ALVARO BAUTISTA 298 DUCATI
  2. JONATHAN REA 267 KAWASAKI
  3. TOPRAK RAZGATLIOGLU 260 YAMAHA
  4. ANDREA LOCATELLI 148 YAMAHA
  5. MICHAEL RUBEN RINALDI 134 DUCATI
  6. IKER LECUONA 127 HONDA
  7. AXEL BASSANI 115 DUCATI
  8. ALEX LOWES 113 KAWASAKI
  9. SCOTT REDDING 110 BMW
  10. XAVI VIERGE 79 HONDA
  11. LORIS BAZ 65 BMW
  12. GARRETT GERLOFF 55 YAMAHA
  13. PHILIPP OETTL 40 DUCATI
  14. LUCAS MAHIAS 31 KAWASAKI
  15. LUCA BERNARDI 23 DUCATI
  16. ROBERTO TAMBURINI 23 YAMAHA
  17. EUGENE LAVERTY 18 BMW
  18. XAVI FORES 12 DUCATI
  19. KOHTA NOZANE 12 YAMAHA
  20. MICHAEL VAN DER MARK 11 BMW
  21. ILLIA MYKHALCHYK 10 BMW
  22. CHRISTOPHE PONSSON 8 YAMAHA
  23. HAFIZH SYAHRIN 4 HONDA
  24. LEON HASLAM 4 KAWASAKI
  25. TARRAN MACKENZIE 3Y AMAHA
  26. PETER HICKMAN 2 BMW

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA