08 May 2014

SBK Imola: Rea incredibile superpole, Giugliano (Ducati) in prima fila

Grandissima prova del pilota nordirlandese, che con la sua Honda ha fatto 1'46"289 e staccato di ben due decimi la Aprilia di Sylvain Guintoli. Ottimo lavoro anche quello di Davide Giugliano, che si dice soddisfatto del risultato e pronto per la gara. Male invece Sykes, che ha concluso solamente sesto in griglia

Sbk imola: rea incredibile superpole, giugliano (ducati) in prima fila

Incredibile prova di forza di Jonathan Rea. Le libere della mattinata premiano la Ducati di Giugliano, quindi nessuno mai si aspetterebbe un risultato di questo livello per la Honda, forse nemmeno lo stesso Rea (anche se per tutte le Libere la sua CBR è stata in ottima posizione). 1'46"2 è un tempo che ci saremmo attesi da Sykes, che invece è solo sesto, e non da una Honda che fa parte del lotto delle moto "in sostituzione" dal nuovo modello a fine anno. Vediamo cos'è successo.

 

LA MATTINATA: DAVIDE GIUGLIANO SULLA "PISTA DI CASA"

Per la Ducati il sabato non può iniziare meglio. Mentre durante il venerdì sembravano Honda e Kawasaki le più "a posto" per le qualifiche, con il fresco della mattina è Davide Giugliano a prendere la testa della classifica, seguito sempre a stretto contatto dalla Ninja di Tom Sykes e dalla CBR di Rea. Quarto tempo per Melandri con Aprilia, che però resta staccato di più di quattro decimi dalla vetta, seguito da Eugene Laverty con la Suzuki GSX-R 1000 SBK. Qui trovate le classifiche della FP3 e della FP4

 

SUPERPOLE 1: CANEPA E CAMIER IN SP2, GOI A UN PASSO

La prima sessione di Superpole inizia con un tempo bellissimo a riscaldare il circuito. Apre le danze Leon Camier con un 1'49"00, crono che lo mette in testa alla classifica con una relativa tranquillità, seguito solamente da Toni Elias (staccato di due decimi). Dopo un paio di minuti i piloti rientrano ai box per il consueto cambio gomma e Ivan Goi (wild card nostrana) si lancia all'attacco del tempo. Non è però sufficente, infatti Niccolò Canepa riesce a portare a casa la SP1 seguito da Camier, che passa alla SP2 per il rotto della cuffia. Terzo in classifica Goi, che ha mancato la "promozione" in SP2 per un soffio.

 

SUPERPOLE 2: FULMINE HONDA, REA DAVANTI A TUTTI

Il 47"513 di apertura di Rea è un tempo che dura veramente poco. Al primo passaggio Davide Giugliano toglie quattro decimi ma i caschi rossi si sprecano. Le alte temperature non aiutano la gomma da gara, si vedono molte moto che si muovono parecchio in uscita di curva, soprattutto la Honda di Rea. Come al solito in poco tempo i piloti rientrano tutti nei box per montare la gomma da qualifica che, visto l'asfalto poco aggressivo di Imola, dovrebbe durare circa due giri lanciati. Apre le danze Guintoli, che con la sua Aprilia riesce a togliere ben tre decimi al secondo settore e sei al terzo, portandosi con un 46"5 in testa alla classifica, surclassato però poi da un Rea stratosferico in 1'46"289. Incredibile tempo del nordirlandese che si prende di forza la prima casella nello schieramento di parrtenza della gara. Seconda posizione per Guintoli, seguito da Giugliano che non è riuscito a concretizzare il risultato della mattinata.  Seconda fila per Davies, Melandri e Sykes.

 

PREPARATE IL VOSTRO PRONOSTICO

Non dimenticate  di giocare al FantaMOTOCICLISMO, avete tempo fino a 5 minuti alla partenza di Gara 1 (qui gli orari della SBK ad Imola): fate il vostro pronostico sul risultato delle due gare della Superbike e a fine stagione potrete diventare tester di Motociclismo per un giorno. Cliccate sul pulsante arancione qui sotto e partecipate:

 

 

MONDIALE SBK 2014 IMOLA – GRIGLIA DI PARTENZA

Pos.

Nome

Moto

Best Lap

Distacco

1

J. Rea

Honda CBR1000RR

1'46"289

 

2

S. Guintoli

Aprilia RSV4 Factory

1'46"554

0.265

3

D. Giugliano

Ducati 1199 Panigale R

1'46"555

0.266

4

C. Davies

Ducati 1199 Panigale R

1'46"678

0.389

5

M. Melandri

Aprilia RSV4 Factory

1'46"740

0.451

6

T. Sykes

Kawasaki ZX-10R

1'46"767

0.478

7

L. Baz

Kawasaki ZX-10R

1'47"014

0.725

8

E. Laverty

Suzuki GSX-R1000

1'47"715

1.426

9

N. Canepa

Ducati 1199 Panigale R EVO

1'48"240

1.951

10

L. Haslam

Honda CBR1000RR

1'48"242

1.953

11

L. Camier

BMW S1000 RR EVO

1'48"371

2.082

12

A. Lowes

Suzuki GSX-R1000

1'48"196

 

13

I. Goi

Ducati 1199 Panigale R EVO

1'48"632

 

14

D. Salom

Kawasaki ZX-10R EVO

1'48"743

 

15

T. Elias

Aprilia RSV4 Factory

1'48"882

 

16

A. Badovini

Bimota BB3 EVO

1'48"909

 

17

L. Scassa

Kawasaki ZX-10R EVO

1'49"732

 

18

S. Morais

Kawasaki ZX-10R EVO

1'49"781

 

19

C. Iddon

Bimota BB3 EVO

1'49"997

 

20

M. Fabrizio

Kawasaki ZX-10R EVO

1'50"936

 

21

C. Corti

MV Agusta F4RR

1'50"741

 

22

F. Foret

Kawasaki ZX-10R EVO

1'50"781

 

23

A. Andreozzi

Kawasaki ZX-10R EVO

1'50"959

 

24

J. Guarnoni

Kawasaki ZX-10R EVO

1'51"048

 

25

I. Toth

BMW S1000 RR

1'52"325

 

26

G. May

EBR 1190 RX

1'52"763

 

27

A. Yates

EBR 1190 RX

1'52"831

 

28

P. Sebestyen

BMW S1000 RR EVO

1'53"555

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA