Impennate da record: Lampkin su una ruota per tutti i 60 km del TT!

Record di impennata: Dougie Lampkin ha effettuato l’intero giro del l'intero percorso del Tourist Trophy su una ruota e in sella a una Vertigo Ice Hell 300 modificata. Si tratta del primo uomo al Mondo a riuscire in un'impresa del genere! Al mitico trialista inglese è servita più di un’ora e mezza per portare a termine i 60,7 km del circuito. Il video del folle record 

FOLLE IMPRESA ALL’ISOLA DI MAN

Dici Tourist Trophy e a tutti vengono subito in mente le immagini di Dunlop e compagni che sfrecciano a velocità vicine ai 300 km/h tra muretti e case dell’Isola di Man… da pazzi! Quella di cui vi parliamo oggi è un’impresa altrettanto folle che unisce il mondo del Trial a quello del TT. Già l’unione dei due nomi e abbastanza strana, ma non quanto ciò che si  inventato il 12 volte Campione del Mondo di trial Dougie Lampkin (7 titoli outdoor -dal 1997 al 2003-  e 5 indoor –dal ’97 al 2001). Proprio sull’Isola di Man, il pilota inglese ha infatti portato a termine una imprese più stravaganti della sua carriera (e vi assicuriamo che ne ha fatte molte… vi ricordate l’esibizione nell’Hotel di ghiaccio?), la “Dougie’s Wheelie”, ovvero percorrere l’intero tracciato del Tourist Trophy (ben 60,7 km) su una sola ruota! Ovviamente l’obiettivo non era quello di battere il record di velocità fatto registrare proprio quest’anno da Michael Dunlop (16’53”929), ma quello di effettuare l’intero percorso senza mai mettere piede a terra.
 
Dopo aver rimandato di un giorno il tentativo a causa del forte vento, Dougie è partito dal rettilineo delle tribune di Douglas (dove normalmente prende il via il TT), per cercare di portare a termine la sua folle sfida, accompagnato da una folla di curiosi. Per questa impresa Lampkin ha utilizzato una Vertigo Ice Hell 300, opportunamente modificata con l’aggiunta di pedane supplementari sul perno della ruota posteriore, comando del freno posteriore al manubrio e… un piccolo motore elettrico nella ruota anteriore (per far si che la ruota continui a girare e aiuti così a stare in equilibrio grazie all'effetto giroscopico). Non dimentichiamo poi il cavetto con cui il busto del pilota era assicurato al manubrio della moto: gran parte del lavoro di stabilizzazione del mezzo è stato fatto grazie a questo espediente. Dopo il via però ha dovuto subito iniziare a fare i conti con il traffico (la strada non era chiusa!) e, ancora una volta, con il forte vento che lo ha disturbato molto nella zona della montagna. Ma nonostante ciò, il pilota inglese, dopo 1h e 35 minuti, si è ripresentato sulla linea del via, dopo aver percorso tutti i 60,7 km del Mountain Circuit senza mai mettere piede a terra! Dougie è diventato così il primo uomo ad aver percorso l’intero giro del Tourist Trophy in impennata!
Qui sotto vi proponiamo un video che riassume la sua impresa e nella gallery trovate le immagini; se invece volete seguire il giro completo in impennata cliccate qui

HO DOVUTO DARE TUTTO ME STESSO

“Ho le gambe a pezzi, è stata davvero dura, ma ora mi sento sollevato se ripenso a tutto, lo sviluppo di tutto il progetto, i sette mesi di pianificazione, tutto quello che è successo, fino all’ultimo... Poi si è messo anche l’incubo del vento, che ci ha costretto a rinviare il tentativo e che anche oggi mi ha infastidito parecchio, soprattutto in cima alla montagna. Ho dovuto davvero tirar fuori tutto per resistere. Non mi sono rilassato fino a pochi metri dall’arrivo, poi in quegli ultimi metri ho vissuto una sensazione pazzesca”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA