Honda Monkey 125, nella botte piccola c'è il vino buono!

La "minibike" di Honda è ora disponibile in Italia in due colorazioni, gialla o rossa: l'abbiamo provata sulle strade di Nizza, dove si è rivelata... divertentissima! Vi diciamo come va e vi sveliamo il prezzo
1/36 Honda Monkey 125 2018 nella livrea Pearl Nebula Red/Ross White
La nuova Honda Monkey 125 riprende lo stile iconico degli anni '70, ma è stata completamente riprogettata ed è pronta per le città moderne. Il suo motore è un monocilindrico orizzontale monoalbero a 2 valvole da 125 cc, raffreddato ad aria, con alimentazione a iniezione elettronica Honda PGM-FI; è in grado di erogare una potenza massima di 9,4 CV a 7.000 giri/min, con 11 Nm di coppia massima a 5.250 giri/min. Il cambio è a 4 marce. Il telaio è un monotrave superiore in acciaio ed è abbinato a un forcellone in tubi di sezione ovale; la forcella a steli rovesciati è abbinata a doppi ammortizzatori posteriori. Il peso complessivo della moto, con il pieno di benzina, è di 107 kg, e la sella è posta a 775 mm da terra. A frenare la moto ci pensano il disco anteriore da 220 mm, con pinza a 2 pistoncini, e quello posteriore da 190 mm, con pinza a un pistoncino, che lavorano abbinati all'ABS, di serie, che sfrutta la piattaforma inerziale IMU per impedire il sollevamento della ruota posteriore. Sui cerchi in lega a razze sdoppiate da 12”, sono montati pneumatici 120/80-12 65J all'anteriore e 130/80-12 69J al posteriore.

Honda comunica ora che la nuova Monkey 125 è già disponibile nel nostro Paese, in due colorazioni giallo "Banana Yellow/Ross White" oppure rosso "Pearl Nebula Red/Ross White" è in vendita a 4.340 euro c.i.m.*

Per tutti i dettagli della moto, compresa la scheda tecnica e la storia del modello, vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione. In occasione del test dei nuovi Honda Forza 125 e Forza 300 (restate connessi per sapere come vanno!) abbiamo avuto modo di percorrere qualche chilometro in sella alla nuova Monkey 125, ecco le primissime impressioni di guida.

*:il prezzo “chiavi in mano” si ottiene aggiungendo al prezzo “franco concessionario” le spese per la messa in strada, che Motociclismo quantifica forfettariamente in 250 euro.

Come va?

Basta guardarla per capire che, nonostante le dimensioni, si tratta di una moto "vera": forcella a steli rovesciati, fari full LED, doppio disco freno (1 ant. e 1 post.), ABS che lavora assistito da piattaforma inerziale per impedire il sollevamento del retrotreno, strumentazione LCD, dettagli curati…è fatta veramente bene la Honda Monkey 125. Poi basta salire in sella per capire il carattere di questa moto. Le manovre da fermo sono un gioco da ragazzi: la sella a 775 mm di terra permette praticamente a chiunque di toccare a terra e il raggio di sterzo di 1,9 consente di girare la moto letteralmente in un fazzoletto! Ma se ciò non bastasse… la si può sollevare: 107 kg con il pieno sono un nulla!

Appena ci si mette in moto ci si rende conto di avere a che fare con un mezzo agilissimo, che scivola tra le macchine come se fosse una bicicletta. La frizione a abbastanza morbida e molto modulabile; il cambio, a 4 marce, ha rapporti ben distribuiti che donano alla moto un bel guizzo in partenza e un buon allungo. Sella larga e morbidissima e sospensioni "dondolone", da moto anni '80. Non che sia un difetto, anzi, su una moto così forse questo è proprio uno dei punti a suo favore! Difetti: per ora è disponibile solo monoposto!
Honda Monkey 125
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli