24 September 2012

Proposta europea di revisione annuale delle moto: i biker protestano

In migliaia hanno sfilato davanti al Parlamento Europeo a Bruxelles e a Strasburgo contro la proposta che prevede la revisione ogni anno per le moto. Farebbe decadere le normative nazionali

Proposta europea di revisione annuale delle moto: i biker protestano

 

Secondo chi ha avanzato questa proposta di legge europea – l’estone commissario europeo ai Trasporti, Siim Kallas - le moto vanno controllate ogni anno, a differenza di quanto accade per gli altri veicoli. Circolerebbero mezzi “potenzialmente fatali” – sempre secondo il commissario – e questa norma farebbe decadere tutte quelle attualmente in vigore nei vari paesi dell’Unione in materia di revisione.

 

Naturalmente, i motociclisti europei sono insorti e sabato hanno sfilato in migliaia davanti alle sedi del Parlamento Europeo a Strasburgo (/4.500 moto) e Bruxelles (6.000 moto). Joe Verrecke, presidente di un’associazione di motociclisti belgi, ha sottolineato che solo lo 0,6% delle vittime fra i motociclisti europei muore per un problema tecnico alle moto, come riporta il sito del TG1. E la Fema (Federazione europea delle associazioni di motociclisti) ha aggiunto che “il 21% dei motociclisti muore, invece, per problemi infrastrutturali, delle strade o per le svolte improvvise a sinistra delle auto”.

 

Insomma, una norma che ha tutto il sapore di un’idea nata senza troppa conoscenza di cos’è la moto e quali siano i veri rischi di circolare su due ruote. Una norma che i nostri colleghi europei già stanno contestando.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA