SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Per Hayden futuro in SBK? Si decide a Laguna, dove mancherà Iannone

In occasione del GP degli USA si conoscerà il futuro di Nicky Hayden, dato sempre più per escluso dai progetti Ducati MotoGP 2014. Arriva Crutchlow? A Laguna Seca eventuali annunci, con l'americano che vede aprirsi la porta della Panigale ufficiale in SBK. Intanto Iannone deve rinunciare alla gara americana...

Per hayden futuro in sbk? si decide a laguna, dove mancherà iannone

Aria di cambiamenti in Ducati. In un momento decisamente delicato per la Casa di Borgo Panigale, sia in Superbike che in MotoGP, proprio uno dei due piloti ufficiali, Nicky Hayden, si trova ad un bivio: continuare in SBK con la Panigale o lasciare Ducati? Dopo il GP di Germania, Paolo Ciabatti ha confermato che il pilota americano non sarà pilota ufficiale nel 2014. Il Project Director Ducati, in un’intervista a MCN, ha dichiarato che “ci piacerebbe tenere Nicky e con lui abbiamo discusso numerose opzioni, tra le quali la Superbike”.

FUTURO “DI SERIE”?
Sembra quindi che lo spazio per Hayden, in Ducati, venga garantito solo a patto di scendere dall’Olimpo della Classe regina. Per l’americano, salvo contropartite di altri team, si prospetta quindi un futuro con le derivate di serie dopo 10 anni di MotoGP. Nel 2003 approa in MotoGP alla Honda, con la quale vinse il titolo mondiale nel 2006 dopo una lunga battaglia con Valentino Rossi. La stagione 2009 è la prima che passa in sella ad una Desmosedici e, da lì, Hayden si fa strada nel cuore dei ducatisti, grazie alla sua simpatia e devozione al Marchio. E adesso? È giunto il momento della 1199 Panigale? E chi prenderà il suo posto in MotoGP? Si vocifera tanto di Cal Crutchlow, in rotta di collisione con Tech3 e in cerca di una moto ufficiale, ma potrebbe arrivare anche la promozione di Andrea Iannone al team ufficiale. Anche se, per adesso, i pensieri di Andrea sono ben altri…
 
IANNONE FERMO AI BOX
È infatti la salute ad impensierire Andrea, che salterà il GP di Laguna Seca, in programma per questo fine settimana. A causa del persistente dolore alla spalla, conseguenza della caduta di Sachsenring durante le FP4, il pilota di Vasto si è sottoposto ad ulteriori accertamenti. La risonanza magnetica e la tac effettuate, hanno evidenziato una piccola frattura al collo dell’omero ed importanti versamenti ed ematomi, principale causa di dolore e perdita di forza. Fortunatamente ha escluso qualsiasi danno a tendini e legamenti, ciò nonostante, tra quindici giorni, verrà effettuata una nuova ecografia di controllo. Riposo forzato per Andrea, dunque, che dovrà attendere almeno due settimane per il naturale riassorbimento delle botte. Tornerà in sella per il GP successivo, previsto per il prossimo 18 agosto ad Indianapolis. Intanto non è ancora certo se Andrea sarà sostituito per laguna Seca. Diciamo che ci stanno pensando.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA