31 August 2012

Nicky Hayden promuove l’airbag

Migliorano costantemente le ferite del pilota americano della Ducati, che ringrazia l’airbag Dainese per avergli evitato danni alle spalle

Nicky hayden promuove l’airbag

Costretto a osservare da lontano l’attività del suo team in pista (cliccate qui per i risultati dei test ducati a Misano), Nicky Hayden può dirsi fortunato di aver rimediato “solo” due piccole fratture non scomposte al secondo e terzo metacarpo della mano destra nella caduta di Indianapolis. Ciò non toglie che saltare le gare non fa piacere a nessun pilota.

 D’altro canto le ferite sarebbero anche potute essere di più e più gravi, alla testa e alla parter alta del corpo. Ma l’abbigliamento tecnico ha fatto degnamente il proprio lavoro. Lo riconosce anche Hayden, particolarmente grato all’airbag Dainese: “A parte la mano, il resto è al 100%. Sono un po’ dolorante alla spalla e al petto, ma ringrazio di aver avuto l’airbag durante la caduta. Non ho controllato i dati, ma dalle immagini si vede bene l’airbag funzionare al momento giusto, mentre vengo sbalzato dalla moto. A prescindere da quanto duro sia stato l’atterraggio sulla spalla e sul fianco, di certo il danno sarebbe stato maggiore senza l’airbag. Quindi sono contento che ci fosse e che abbia funzionato, anche perché stavo andando a circa 160 km/h al momento dell’incidente… I guanti invece sono stati richiesti dalla dainese, che li studieranno per capire se si può imparare qualcosa per il futuro”.

Nella gallery le foto della caduuta (impressionante la sequenza!) e della mano di Nicky infortunata.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA