MV Agusta Dragster 800: nuove foto e video spia

La nuova creatura di Schiranna sta per arrivare. Di lei si sa molto (per lo meno lo si può intuire) ma la Casa non sta certo facendo i salti mortali per mantenere il segreto: internet brulica di video e foto scoop…

Mv agusta dragster 800: nuove foto e video spia

Si chiama Dragster 800 e da tempo fa parlare di sé. La nuova media 3 cilindri che MV Agusta sta per presentare al Mondo non è ancora arrivata e già ha diviso il pubblico. Di lei si sa il giusto (motore 800 cc, derivazione tecnica dalla Brutale, stile per metà “Rivale”, carattere brucia semafori più che da naked pura), eppure si sono già create delle fazioni. Chi la ama incondizionatamente come moto senza compromessi, chi invece la considera un po’ troppo ispirata ad un’altra celebre italiana con la coda tronca, il gommone, il gruppo ottico posteriore sdoppiato e il porta targa basso… Chi farebbe carte false per portarsi a casa quella che comunque è una nuova MV Agusta -  ben vengano quindi le reinterpretazioni di concetti tecnici già esplorati -, chi invece comincia a ritenere che troppe novità rendano alla fine un po’ meno esclusivo il Marchio di Schiranna.

 

UN “PIENO” DI IMMAGINI

A rendere ancor più concitate e interessanti le discussioni c’è internet, con la sua capacità di rendere immediatamente disponibili al Mondo informazioni, immagini e dati che in tempi nemmeno troppo lontani una Casa avrebbe gelosamente conservato fino alla presentazione ufficiale. E invece della Dragster siamo in grado di mostrarvi le foto rubate, il video teaser ufficiale e anche quello amatoriale che sta facendo il giro del mondo. Ce ne sarebbe anche un altro, ma è stato tolto da Youtube (gli sprinter dello screenshot hanno però avuto tempo di fermare almeno un fotogramma)… Il video che vi proponiamo mostra la moto al “solito” distributore nei pressi degli stabilimenti MV Agusta e non fa altro che confermare ciò che si sapeva sulla linea della Dragster 800: davanti è Brutale, dietro è Rivale. Però c’è un inedito manubrio regolabile con specchi alle estremità (guardate la gallery), un inedito puntale inferiore e tutte le sovrastrutture… somigliano a quelle delle moto a cui si ispirano ma di fatto hanno design diverso. Inoltre la moto pare tutta più accucciata e, sebbene formalmente biposto, ha una coda così corta da proporsi come il paradiso del pilota single. Ma guardate il video, poi torniamo a parlare un po’ di tecnica.

 

 

Parlando di dotazioni tecniche, non ci sono informazioni ufficiali, ma possiamo elencare alcune evidenze. Il motore è il 3 cilindri 800 della Rivale (guardate qui come si comporta - bene - al banco del nostro Centro Prove), ma non è poi così insensato pensare ad un’unità ancor più pompata, giusto per sposarsi meglio col nome e il look della Dragster, gommone posteriore compreso. Ci mettono il turbo che a Schiranna stanno da tempo testando? Usano il motore della F3 coi suoi 23 CV in più (da 125 a 148)? Staremo a vedere. Il telaio è simile a quello della Brutale ma col forcellone della Rivale e quote dedicate, mentre l’impianto frenante non potrà fare a meno di quell’ABS ormai disponibile su tutti i modelli della Casa varesina.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA