Petrucci in KTM e l’addio di Cal Crutchlow

Per ora sono solo voci, ma non ci si allontana molto da ciò che potrebbe accadere nelle prossime settimane. A fare la prima mossa di mercato sarà Pol Espargarò, innescando una serie di reazioni a catena

1/18

Come accade nel domino, anche in MotoGP lo spostamento di un tassello causa una serie di reazioni a catena. Nel nostro caso il tassello è Pol Espargarò, prossimo all’accordo con il team Honda HRC, dal quale ha ricevuto un'offerta per il 2021. L'eventuale partenza di Polyccio lascerebbe KTM con una sella vacante e senza un pilota di vera esperienza nella Classe Regina, ma metterebbe anche i bastoni fra le ruote al rookie Alex Marquez, che si vedrebbe cacciato dalla squadra ufficiale (senza nemmeno aver disputato una gara) per approdare, al posto di Cal Crutchlow, nel team di Lucio Cecchinello. L’inglese, dal canto suo, ha ormai 35 anni e da tempo parla di un probabile ritiro dalle corse per dedicarsi alla propria famiglia. Con Pol Espargaro accasato in Honda e Andrea Dovizioso in trattativa per il rinnovo con Ducati (pare sia solo questione di cifre), a Petrucci non resta che sentire due squadre per non salutare la MotoGP: KTM e Aprilia. La prima, più vicina (a breve ci sarà l'incontro tra il manager di Danilo e i vertici austriaci), potrebbe essere interessata a ingaggiare Danilo; la seconda, più lontana, è costretta ad attendere la fine del processo di Andrea Iannone. Nelle prossime settimane dovrebbe sbloccarsi qualcosa. Questione a parte quella che riguarda Valentino Rossi, chiamato a trattare con Petronas per il passaggio nel box accanto a quello di Morbidelli. Voci danno per certa la volontà del Dottore di proseguire l'avventura e chiudere in bellezza dopo aver passato il proprio testimone, la M1 ufficiale, a Quartararo.

1/18
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli