"Big 6": riviviamo il Titolo MotoGP 2017 di Marc Marquez

Dopo una stagione combattutissima con Andrea Dovizioso e un finale al cardiopalma, Marc Marquez si porta a casa il 6° titolo Mondiale della sua strabiliante carriera. Il racconto della stagione 2017 di MotoGP, le foto, i record e le statistiche del Cabroncito
1/19 1° Round - Losail: Marquez chiude 4° la gara d'apertura della stagione

Marquez ragioniere, Dovizioso guerriero

Marc Marquez e Andrea Dovizioso
La MotoGP ha trovato il suo Campione dopo l’ultima gara del 2017: Marc Marquez, con il 3° posto nel GP di Valencia, si assicura il titolo di Campione del Mondo; complice anche la caduta di Dovizioso a 5 giri dalla fine. È il 6° Titolo Iridato che il pilota di Cervera riesce a ottenere in 10 anni di attività nel Motomondiale: nessun altro pilota era riuscito a ottenere un risultato simile nella moderna Classe Regina. Dopo un 2016 all’insegna della costanza nei risultati (1 solo ritiro), in questa stagione Marquez ha mantenuto la stessa mentalità conservativa e calcolatrice (vedi il 3° posto di Assen), ma i diversi ritiri (Rio Hondo, Le Mans e Silverstone) e gli innumerevoli salvataggi in extremis molto provabilmente sono stati causati da una RC213V non perfettamente a posto in tutte le occasioni. Il rivale “inaspettato” di questa annata si è rivelato Andrea Dovizioso, che ha cercato in tutti i modi di portare a Borgo Panigale un titolo che manca ormai da 10 anni. Ma per la 4a volta in 5 anni, Marc Marquez batte tutti e si laurea Campione del Mondo MotoGP.

A soli 25 anni Marquez è già nei libri di storia del motociclismo: è il pilota spagnolo con più titoli Mondiali nella Classe Regina, ed è il più giovane ad aver ottenuto 6 titoli Mondiali di cui 4 nella massima Classe. Con 73 pole position, è attualmente il pilota con più partenze dalla prima casella in griglia ed è il 7° pilota nella classifica dei piloti con più vittorie nei Gran Premi del Motomondiale. Con la stagione 2017 ormai conclusa, si può già pensare alla stagione 2018: la “gallina dalle uova d’oro” del Team HRC, il prossimo anno, sarà in scadenza di contratto. Molto probabilmente rimarrà fedele alla Casa d Tokyo, con l'obiettivo di infrangere ulteriori record e riscrivere i libri di storia; tuttavia esiste una piccola, ma interessante, ipotesi che vede l'iberico avvicinarsi a KTM grazie allo sponsor Red Bull. Per ora rimane soltanto una voce di paddock, ma non si esclude che se la RC16 diventerà competitiva, questa ipotesi potrebbe anche diventare realtà...

È giusto fare un plauso ad Andrea Dovizioso: il 31enne di Forlimpopoli, al suo 10° anno in MotoGP ed il 16° nel circus del Motomondiale, è riuscito a dar filo da torcere all’uomo che ha dominato la scena della Classe Regina dal 2013 a oggi. Un Dovizioso in ottimo stato di forma e una Ducati Desmosedici competitiva anche laddove non lo era nelle stagioni passate: questa è la ricetta di una squadra che punterà ancora al Mondiale. Con un finale di stagione non degno dei risultati che è riuscito a ottenere nelle 17 gare precedenti a Valencia, il Dovi potrà diventare ancora l'uomo con cui Ducati riproverà ad agguantare il tanto bramato titolo; senza nulla togliere ad un Jorge Lorenzo che finalmente ha trovato il giusto feeling (su asciutto e sul bagnato) con il “missile rosso” di Borgo Panigale.

Riviviamo la stagione 2017

Marc Marquez vince ad Araon
La stagione parte sotto l’insegna di Maverick Viñales: velocissimo già nei test invernali, lo spagnolo vince sia la gara d’apertura a Losail, sia l’appuntamento successivo a Rio Hondo. L’italiano finisce sul podio in Qatar, lo spagnolo invece lo perde all’ultima curva; in Argentina invece cadono entrambi. Si arriva così al Circuit of the Americas, che è terra di conquista per Marquez che mette a referto la prima vittoria stagionale: Rossi ruba la leadership del mondiale al suo compagno di squadra, mentre il Dovi è a 6 punti dal suo rivale di stagione. Si approda così in Europa: a Jerez de la Frontera Pedrosa e Marquez centrano una doppietta firmata Honda, mentre a Le Mans il numero 93 ed il numero 46 cadono rovinosamente; quest’ultimo perde la leadership del Mondiale a favore del suo compagno di squadra, Maverick Viñales. in queste due occasioni un conservativo Dovizioso raccoglie un totale di 24 punti prima delle gare che segneranno la sua svolta nella stagione: il pilota italiano, con una moto italiana, vince il GP d’Italia, e nell’appuntamento successiva centra la vittoria anche al Montmelò. In seguito a due dei tre GP dell’Europa Continentale (Olanda e Germania), il Mondiale entra nel vivo: tra Marc Marquez, leader del Mondiale, e Valentino Rossi, 4° in classifica e vincitore della sua unica gara stagionale ad Assen, ci sono appena 10 punti di differenza. Tra questi sono compresi Maverick Viñales e Andrea Dovizioso. In Repubblica Ceca, Marc Marquez è autore della gara più intelligente della stagione: azzecca il flag-to-flag vincendo con oltre 12 secondi di margine sul 2°. In queste 3 occasioni, Dovizioso centra a fatica la Top 10: tra i due ci sono 21 punti e anche Maverick Viñales, staccato di 7 punti dal Forlivese. La gara del Red Bull Ring è il primo scontro diretto tra la Ducati numero 04 e la Honda numero 93: in seguito ad un finale di fuoco, il Ducatista centra la terza vittoria stagionale. Sulla cresta dell’onda, Dovi centra la vittoria in una gara importantissima: a Silverstone il Cabroncito viene lasciato a piedi dalla sua RC213V, e perde così la leadership Mondiale all’italiano. Marquez reagisce alla grande, portandosi a casa 50 punti nelle gare di Misano e ed Aragon ma soprattutto riagguantando la testa della classifica. Con i piloti Yamaha in difficoltà sotto la pioggia di Motegi, ed ormai fuori (anche se non matematicamente) dalla lotta per il titolo, Marc e Dovi sono protagonisti del secondo duello della stagione: proprio come nel GP d’Austria, Dovizioso riesce a difendersi dagli attacchi del rivale vincendo la 5a gara dell’anno. A Phillip Island si segnano le sorti del Campionato: lo spagnolo trionfa in una gara agguerritissima, il Ducatista invece chiude con il 13° posto. In Malesia Dovizioso fa il massimo che gli è possibile fare, ossia centra il 6° trionfo dell’anno: il 4° posto del pilota Honda tengono accese le speranze a Borgo Panigale per un titolo Mondiale. Tuttavia, nella gara conclusiva di Valencia la Ducati numero 04 esce dai giochi (stessa sorte tocca al suo compagno di squadra) a 5 giri dalla fine, Marquez effettua un salvataggio al limite e chiude con il 3° posto: Marc Marquez è Campione del Mondo 2017.

Statistiche, dati e record della carriera di Marc Marquez

I numeri del 6° Titolo Mondiale di Marc Marquez
  • Nasce a Cervera, Catalogna (Spagna) il 17 febbraio 1993
  • Esordisce nel Motomondiale nel 2008 in Qatar
  • Il più giovane pilota a vincere 6 titoli mondiali (1 in 125cc, 1 in 250cc, 5 in MotoGP)
  • Il più giovane pilota a vincere 4 campionati MotoGP
  • 35 vittorie su 90 gran premi disputati in MotoGP (38,9%)
  • 62 vittorie su 168 gran premi disputati nel Motomondiale (36,9%)
  • 62 podi su 90 gran premi disputati in MotoGP (68,9%)
  • 102 podi su 168 gran premi disputati nel Motomondiale (60,7%)
  • 37 giri veloci su 90 gran premi disputati in MotoGP (49,2%)
  • 73 pole position su 168 gran premi disputati nel Motomondiale (42,9%)
  • È il pilota spagnolo in attività con più titoli mondiali conquistati nella Classe Regina
  • Occupa il 7° posto nella classifica dei piloti con più vittorie nel Motomondiale
  • È al 6° posto nella classifica assoluta dei piloti con più giri veloci realizzati nella Classe Regina
  • A 20 anni e 266 giorni è il più giovane Campione del Mondo MotoGP (2013)
  • A 20 anni e 63 giorni è il più giovane pilota ad aver vinto un GP della Classe Regina (2013)
  • Ha il record di vittorie in una stagione di MotoGP: 13 vittorie su 18 gare (72,22%)
  • Detiene la 4a striscia di vittorie consecutive migliore di sempre nella MotoGP, con 10 trionfi di fila nel 2014
STATISTICHE DAL 2008 AL 2017
Anno Classe Posizione Vittorie/gare disputate Punti
2008 125 cc 13° 0/13 63
2009 125 cc 0/16 94
2010 125 cc 10/17 310
2011 Moto2 7/15 251
2012 Moto2 9/17 328
2013 MotoGP 6/18 334
2014 MotoGP 13/18 362
2015 MotoGP 5/18 242
2016 MotoGP 5/18 298
2017 MotoGP 6/18 298

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA