A Jerez, Pedrosa domina il GP n° 3000. Lorenzo a podio, Rossi male

7 May 2017
di Giorgio Sala
  • Salva
  • Condividi
  • 1/35 MotoGP 2017, Jerez: Dani Pedrosa vince la gara numero 3000 della storia del Motomondiale
    MotoGP 2017, Jerez: risultati gara e classifica GP di Spagna. Pedrosa controlla Marquez e stravince la gara numero 3000 del Motomondiale. Zarco show, ma è Lorenzo a finire sul podio con la Ducati. Rossi in difficoltà, ma ancora 1° nel Mondiale

    MotoGP 2017, Jerez de la Frontera: classifica gara

    Pos. Pilota Nazione Moto Gap (dal 1°/
    dal precedente)
    1 Dani PEDROSA SPA Honda 45'26.827
    2 Marc MARQUEZ SPA Honda +6"136
    3 Jorge LORENZO SPA Ducati +14"767
    4 Johann ZARCO FRA Yamaha +17"601
    5 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati +22"913
    6 Maverick VIÑALES SPA Yamaha +24"556
    7 Danilo PETRUCCI ITA Ducati +24"959
    8 Jonas FOLGER GER Yamaha +27"721
    9 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia +31"233
    10 Valentino ROSSI ITA Yamaha +38"682
    11 Scott REDDING GBR Ducati +40"979
    12 Hector BARBERA SPA Ducati +43"199
    13 Loris BAZ FRA Ducati +43"211
    14 Bradley SMITH GBR KTM +47"964
    15 Karel ABRAHAM CZE Ducati +51"279
    16 Sam LOWES GBR Aprilia +1'08"885
    17 Takuya TSUDA JPN Suzuki +1'27"450
    DNF Andrea IANNONE ITA Suzuki 18 Giri
    DNF Tito RABAT SPA Honda 18 Giri
    DNF Cal CRUTCHLOW GBR Honda 22 Giri
    DNF Jack MILLER AUS Honda 22 Giri
    DNF Alvaro BAUTISTA SPA Ducati 22 Giri
    DNF Pol ESPARGARO SPA KTM 22 Giri

    Podio spagnolo nel GP di Spagna. Grande gara per le Ducati, Rossi soffre ma è ancora al top del Mondiale

    A Jerez, Pedrosa domina il GP n° 3000. Lorenzo a podio, Rossi male
    Jorge Lorenzo

    I piloti della MotoGP si presentano in griglia con queste scelte in termini di pneumatici: Lorenzo, Zarco e Folger montano un treno di mescole medie, Marquez, Barbera Crutchlow optano per un treno di gomme dure, gli altri piloti montano una gomma dura all’anteriore e una media al posteriore. Si ricorda che la media è una gomma bimescola, mentre la hard è monomescola.

    Parte alla grande Pedrosa che mantiene la testa, seguono Marquez, Iannone e Crutchlow. Alle loro spalle ci sono 3 Yamaha con Viñales, Zarco e Rossi. Lorenzo è 8°, Dovizioso guadagna già 3 posizioni rispetto a quella di partenza.

    Zarco inizia a dare spettacolo: in un solo giro recupera la posizione persa su Rossi e supera Viñales, Crutchlow e Iannone e all’inizio del terzo giro si trova al 3° posto. Mentre Pedrosa stacca un giro veloce dopo l’altro, Lorenzo sorpassa le Yamaha ufficiali e si porta 6° al quinto giro; nella stessa tornata Zarco entra in bagarre con Marquez per il 2° posto. Nel sesto giro, alla curva 1, cadono Jack Miller ed Alvaro Bautista, mentre alla curva Criville scivolano Cal Crutchlow e Pol Espargaro.

    Alla curva 11 del 10° giro arriva la caduta di Andrea Iannone, la seconda di questo inizio di stagione difficile; nel mentre Dovizioso sorpassa Rossi per il quinto posto. A metà gara Lorenzo sorpassa Zarco per il 3° posto mentre si accende la bagarre tra Viñales, Dovizioso, Rossi e Petrucci per il 5° posto.

    Dal 16° giro fino alla bandiera a scacchi, non varia nessuna posizione della Top 4: Dani Pedrosa vince il Gran Premio n°3000 della storia del Motomondiale. Per il Camomillo si tratta della vittoria numero 53 in carriera, nonché del podio numero 147. Questa vittoria permette al pilota di Sabadell di portarsi a casa almeno una vittoria per la 16a stagione di fila. Al 2° posto c’è Marc Marquez: con il podio numero 92 della carriera, si porta a 4 punti dalla vetta del Mondiale. A completare il parco chiuso c’è un Jorge Lorenzo entusiasta, che centra il suo primo podio in sella alla Ducati. Il Porfuera non finiva sul podio da Valencia 2016, la gara di chiusura della sua ultima stagione con Yamaha. L’ultimo podio di Ducati a Jerez risale al 2011 con Nicky Hayden. Strepitosa performance di Johann Zarco, che riesce a terminare al 4° posto con la Yamaha M1 del Team Tech3, precedendo di 5 secondi la Ducati di un ottimo Andrea Dovizioso. Il Dovi, partito 14°, riesce a terminare in Top 5 in un tracciato a lui poco favorevole. 6° Maverick Viñales, alle sue spalle c’è un ottimo Danilo Petrucci (7°) con la Desmosedici GP 2017 del Team Pramac. Seguono Jonas Folger e Aleix Espargaro, rispettivamente 8° e 9° che precedono Valentino Rossi, che completa la Top 10. Il pilota di Tavullia ha accusato un’eccessiva usura delle gomme, tuttavia Rossi è ancora leader del Mondiale per appena due punti! Da segnalare che KTM riesce a portarsi a casa altri punti iridati con il 14° posto di Bradley Smith. Rabat si aggiunge ai piloti che non terminano la corsa, ovvero Pol Espargaro, Iannone, Crutchlow, Miller e Bautista.

    Cliccate qui per gli orari TV delle repliche su TV8.

    MotoGP 2017: classifica generale

    Pos. Pilota Moto Nazione Punti
    1 Valentino ROSSI Yamaha ITA 62
    2 Maverick VIÑALES Yamaha SPA 60
    3 Marc MARQUEZ Honda SPA 58
    4 Dani PEDROSA Honda SPA 52
    5 Andrea DOVIZIOSO Ducati ITA 41
    6 Johann ZARCO Yamaha FRA 35
    7 Cal CRUTCHLOW Honda GBR 29
    8 Jonas FOLGER Yamaha GER 29
    9 Jorge LORENZO Ducati SPA 28
    10 Danilo PETRUCCI Ducati ITA 26
    11 Scott REDDING Ducati GBR 26
    12 Jack MILLER Honda AUS 21
    13 Aleix ESPARGARO Aprilia SPA 17
    14 Alvaro BAUTISTA Ducati SPA 14
    15 Loris BAZ Ducati FRA 12
    16 Hector BARBERA Ducati SPA 12
    17 Andrea IANNONE Suzuki ITA 9
    18 Karel ABRAHAM Ducati CZE 9
    19 Tito RABAT Honda SPA 8
    20 Alex RINS Suzuki SPA 7
    21 Bradley SMITH KTM GBR 3
    22 Pol ESPARGARO KTM SPA 2

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta