Kawasaki Meguro, in arrivo una nuova famiglia di moto?

Quasi sconosciuto in Europa, il marchio "Meguro" ha fatto la storia della Casa di Akashi in Giappone nella seconda metà del secolo scorso. Kawasaki ora ne ha depositato il nome. Cosa ci riserva il futuro?
1/39 Kawasaki W800 CAFE 2019
Negli ultimi anni Kawasaki ha dato molta importanza al filone delle moto retrò, ne sono un esempio la Z900RS, la sorella Z900RS CAFE o le nuove W800 viste all'ultimo Salone di Milano (qui sopra le foto). Ora, la gamma delle moto dal fascino vintage della Casa di Akashi potrebbe crescere: Kawasaki ha, infatti, depositato il nome "Meguro".

Inizialmente il marchio è stato depositato in Europa nella categoria "veicoli a motore a due ruote, motocicli, biciclette e parti strutturali per motocicli", e successivamente la Casa ha registrato il nome anche in Nuova Zelanda, Australia, Stati Uniti e Filippine. Cosa sarà "Meguro" è ancora top secret, quel che sappiamo è che in passato Meguro ha avuto una parte importante nella storia motociclistica di Kawasaki in Giappone. Le molteplici domande per depositare il marchio suggeriscono ora che Kawasaki voglia riportare in vita il brand. Due le ipotesi: o un nuovo modello, oppure un nuovo brand all'interno del brand, magari una famiglia che racchiuda al suo interno tutti i modelli retrò della Casa. Un po' quel che hanno fatto Ducati con il marchio Scrambler e Piaggio con Vespa e Scarabeo.
1/17 Kawasaki Z900RS CAFE 2018 (foto ufficiale della Casa)

Cos'è Meguro?

Meguro Manufacturing Company è stata una delle prime aziende motociclistiche giapponesi. Fondata nel 1937 da Hobuji Murato e dall'ufficiale di alto livello Takaji Suzuki prende il suo nome da un quartiere di Tokyo. L'azienda inizia investendo in Harley-Davidson dopo il crollo di Wall Street, acquisendo il controllo di alcune delle tecnologie della casa di Milwaukee. Negli anni a venire Meguro inizia a produrre parti meccaniche, cambi e infine le proprie motociclette. Negli anni '50 l'Azienda realizza una copia della BSA A7 (Meguro K), spinta da un motore bicilindrico parallelo di 651 cc. Per anni Meguro è rimasto il secondo produttore di moto in Giappone, dietro solo a Honda.

Nel 1960, Kawasaki Heavy Industries si interessa a Meguro e pochi anni dopo ne assume il pieno controllo. Kawasaki continua a costruire cloni della BSA, come ad esempio la Meguro K1 e la Kawasaki K2, e nel 1965 da vita alla W1, ispiratrice della moderna W800.

La registrazione del marchio Meguro lascia ora spazio alle ipotesi, quel che è certo è che Kawasaki ha tutte le intenzioni a riportare in vita qualcosa che ha fatto la storia della Casa.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA