di Jacopo Bravin - 10 settembre 2013

Ducati 899 Panigale: è arrivata, ha 148 CV e pesa 169 kg

Inizialmente pareva essere "solo" una piccola 1199 ma ora ecco svelata la vera identità della nuova sportiva Ducati. Come target non solo pista ma anche la strada. In ogni caso tranquilli, è una Ducati vera: sportiva, tecnologica, inconfondibilmente... Panigale. Disponibile da fine ottobre. Mega gallery, video, tecnica e prezzo

Ducati 899 Panigale

Ogni volta che Ducati sforna un nuovo modello, tutti gli appassionati di due ruote drizzano le “antenne”. Tutti i modelli della Casa bolognese sprigionano passione (basti pensare al nuovo Supermonster). La 1199 Panigale è stata capace di infuocare gli animi di molti “smanettoni” e adesso la storia si ripete con la “sorellina” 899 Panigale. Noi abbiamo cercato di darvi quanti più indizi possibili ma finalmente è Ducati a venirci incontro, presentando  la sua nuova sportiva (di cui trovate le foto nella corposa gallery) alla Group Night Volkswagen, serata di contorno al salone auto di Francoforte. Ma prima di parlare del nuovo “missile” rosso, gustatevelo in azione.




IN DESMO STAT VIRTUS
Così come sulla 1199, anche il progetto della 899 verte attorno al motore, denominato ancora una volta Superquadro per via delle misure di alesaggio e corsa pari a 100 mm x 57,2 mm. Il disegno della camera di combustione consente diametri valvole (comandate ovviamente dal sistema desmodromico) importanti: 41,8 mm per quella di aspirazione e 34 mm per quella di scarico. Le performance che ne derivano vedono quindi una potenza massima di 148 CV a 10.750 giri e una coppia da 10,1 kgm a 9.000 giri. Numeri che sapranno garantire la giusta spinta in pista senza compromettere però il gusto su strada, anche grazie alla nuova sella, maggiormente imbottita e biposto, ma facilmente configurabile come monoposto grazie ad uno dei molti accessori che potete vedere nella gallery. La distribuzione vede confermato il sistema misto a catena ed ingranaggi che ha debuttato sulla 1199. Il tutto consente di allungare la distanza tra i principali interventi di manutenzione ad un intervallo di 24.000 km.

MONOSCOCCA CONFERMATA
Come dicevamo, il motore rimane la “primadonna” anche perché è stato ideato, ancora una volta, come elemento strutturale della ciclistica in una struttura monoscocca che integra l’airbox. Il tutto per fermare l’ago della bilancia a 169 kg a secco (193 kg in ordine di marcia). A livello ciclistico le quote principali vedono 24° di inclinazione del cannotto e 96 mm di avancorsa. Il nuovo forcellone bibraccio, interamente realizzato in fusione d'alluminio, fissa l'interasse a 1.426 mm, portando la distribuzione dei pesi sulla 899 Panigale a 52% all'anteriore e 48% al posteriore.

SOSPENSIONI MENO RAFFINATE
La 899 Panigale è equipaggiata con una forcella Showa Big Piston Fork  da 43 mm (una primizia per una Ducati) completamente regolabile nel freno idraulico in compressione ed estensione e nel precarico molla. I foderi della forcella alloggiano steli cromati alla base dei quali sono fissati i piedini con le nuove pinze radiali monoblocco M4.32 Brembo, azionate da una pompa radiale per mordere dischi da 320 mm, mentre al posteriore troviamo un singolo disco da 245 mm di diametro. La sospensione posteriore è affidata ad un “mono” Sachs completamente regolabile, disegnato con un link progressivo che agisce direttamente sul forcellone. C’è meno “gioielleria” rispetto alle versioni top della 1199 (la S e l’esclusiva R) ma non è detto che Ducati non abbia in serbo un modello più esclusivo della “Panigalina”, così come successo in passato con le piccole supersportive come la 748 S ed R o la 749 S.


ELETTRONICA SEMPRE AL TOP
La 899 è equipaggiata con un impianto frenante dotato di sistema ABS Bosch 9MP settabile con tre livelli di intervento e parte integrante del Ducati Safety Pack (DSP), a sua volta integrato ai Riding Mode. A proposito di questi ultimi, sono presenti tre livelli preimpostati; ciascun Riding Mode è programmato per variare istantaneamente il “carattere” della moto intervenendo - anche durante la marcia - sui livelli di ABS, Ducati Traction Control (settabile ad otto livelli di intervento) e sull' Engine Brake Control che permette di monitorare la decelerazione dell'albero motore nelle frenate estreme, regolando l'apertura delle farfalle oltre che sui Power Mode ovvero sulle diverse curve di erogazione della potenza. Completano il pacchetto elettronico l'immancabile Ride-by-Wire e il Ducati Quick Shift (DQS), mutuati dalla 1199. Per tutte le caratteristiche tecniche cliccate qui.

 

QUANDO E QUANTO

La 899 Panigale, che non viene esposta al Salone di Francoforte ma avrà la propria ribalta a Milano dal 5 al 10 novembre, per Eicma 2013, sarà disponibile a partire da fine ottobre a 15.790 euro nel tradizionale rosso Ducati con cerchi neri e in Arctic White a contrastare i cerchi rossi.

SCHEDA TECNICA

SCHEDA TECNICA DUCATI 899 PANIGALE

Motore: tipo Superquadro, Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 4 valvole per cilindro, raffreddamento a liquido
Cilindrata: 898 cc
Alesaggio x Corsa: 100 x 57.2mm
Rapporto di compressione: 12.5:1
Potenza: 148 CV (109 kw) a 10.750 giri
Coppia: 10,1kgm (99Nm) a 9.000 giri
Alimentazione: Iniezione elettronica Mitsubishi. Un iniettore per cilindro. Corpi farfallati ellittici con sistema full ride-by-wire.
Scarico: Lay-out collettori “2 in 1 in 2″. Due silenziatori in acciaio inossidabile e camicia esterna in lega di alluminio. 2 sonde lambda e 2 catalizzatori
Omologazioni: Euro 3
Trasmissione: Cambio 6 marce
Rapporti: 1=37/15 2=30/16 3=27/18 4=25/20 5=24/22 6=23/24
Trasmissione primaria: Ingranaggi a denti dritti, Rapporto 1,77:1
Trasmissione secondaria: Catena 525; Pignone 15; Corona 44
Frizione: Multidisco in bagno d’olio con comando idraulico
Telaio: Monoscocca in lega di alluminio
Interasse: 1.426 mm
Inclinazione cannotto: 24°
Avancorsa: 96 mm
Angolo di sterzo (totale): 52°
Sospensione anteriore: Forcella Showa BFP a steli rovesciati da 43 mm completamente regolabile
Escursione ruota anteriore: 120 mm
Ruota anteriore: Fusa in lega leggera a 10 razze 3.50″ x 17″
Pneumatico anteriore: 120/70 ZR17 Pirelli Diablo Rosso Corsa
Sospensione posteriore: Progressiva con monoammortizzatore Sachs completamente regolabile. Forcellone bibraccio in alluminio.
Escursione ruota posteriore: 130 mm
Ruota posteriore: Fusa in lega leggera a 10 razze 5,50″ x 17″
Pneumatico posteriore: 180/60 ZR17 Pirelli Diablo Rosso Corsa
Freno anteriore: 2 dischi semiflottanti da 320 mm, pinze Brembo monoblocco M4-32 ad attacco radiale con ABS
Freno posteriore: Disco da 245 mm, pinza a 2 pistoncini
Capacità serbatoio: 17 l
Peso a secco: 169 kg (In ordine di marcia 193 kg)
Altezza sella: 830 mm
Altezza max: 1.100 mm
Lunghezza max: 2.075 mm
Strumentazione: LCD
Elettronica: Ducati DTC, DQS, EBC, Riding Modes
Garanzia: 2 anni chilometraggio illimitato
Versioni: Biposto

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime news