Marc Coma, su KTM, vince la sua quinta Dakar

Le condizioni meteo avverse obbligano gli organizzatori a fermare la tappa 13, che va nelle mani di Jakes. Marc Coma, che gestisce il distacco da vero campione, si incorona ancora re della Dakar. Paulo Gonçalves si deve accontentare del 2° posto davanti a Toby Price

Marc coma, su ktm, vince la sua quinta dakar

In due settimane, i piloti della Dakar hanno cavalcato le loro 450 da Rally per più di 9.000 km tra sabbia, terra, rocce, laghi salati e ripide montagne. La tappa 13, la più corta in programma, doveva essere anche la più semplice ma, viste le difficili condizioni meteo di oggi ("It's raining cats and dogs", recita un comunicato, è il modo in cui gli inglesi dicono che "piove a catinelle"), gli organizzatori hanno preferito fermare i rider al WP2 (al chilometro 177). In quel momento Ivan Jakes era in testa alla classifica di giornata e si è quindi aggiudicato la vittoria dello stage 13. Sotto i riflettori, però, ci sono Marc Coma e la sua KTM ufficiale che riescono a confermarsi i numeri 1 per la quinta volta!

 

In dirittura d’arrivo

Tredicesima e ultima tappa: da Rosario a Buenos Aires, la capitale argentina che ha accolto anche la partenza della Dakar 2015. Fortunatamente, per questi ultimi chilometri le abilità e le capacità di resistenza dei piloti non sono messe a dura prova e, come lo scorso anno, si parte a classifica invertita con Coma in fondo al gruppo. La prima parte di stage è di trasferimento, 77 km fino al via della speciale. Il cronometro rimane attivo per 174 km di terra e piccoli saliscendi. Fermato il tempo, i fuoristradisti affrontano gli ultimi 142 km della gara e, arrivati al traguardo, potranno godersi la meritata festa.

 

Campione sotto l’acqua

Nonostante la fitta pioggia che ha costretto la direzione gara a fermare in anticipo lo stage, lo spagnolo della KTM gestisce al meglio il distacco da Gonçalves e alla fine riesce a vincere la sua quinta Dakar (2006, 2009, 2011, 2014 e 2015). Nella prima parte della corsa più dura del mondo Marc Coma ha dovuto tenere testa al velocissimo Joan Barreda, che si è autodistrutto tra la tappa 7 e la 8 quando ha rotto il manubrio e ha danneggiato la moto. Poi è arrivato Paulo Gonçalves, altro pilota Honda ufficiale: il portoghese ha combattuto fino all’ultimo ma, purtroppo, la rottura nello stage 10 e il conseguente cambio  di propulsore, necessario per continuare la gara, gli sono costati 15 minuti di penalità che hanno fatto prendere il largo a Coma. Il numero 1 in carica ha una grande esperienza e, quest’anno, la sua costanza (e anche un pizzico di fortuna) gli ha permesso di trionfare per il 5° anno insieme alla Casa austriaca.

Insieme al re della Dakar, salgono sul podio della 37esima edizione anche Gonçalves, autore di una splendida gara, e l’australiano Toby Price, che ieri ha vinto la tappa 12 e che era al debutto alla Dakar.

 

Bravi italiani, stratosferica laia!

Nel corso della Dakar 2015, il nostro squadrone di azzurri è stato più che dimezzato e solo in 4 sono riusciti ad arrivare a Buenos Aires in sella alle loro moto: Paolo Ceci, 11° al termine della tappa 13, conclude la sua avventura in 14esima posizione con 4 ore e 58 minuti dalla leadership. Un gran bel risultato per il pilota modenese! I complimenti vanno fatti anche a Marco Brioschi, Diocleziano Toia e Matteo Casuccio, rispettivamente 46°, 57° e 60° nella classifica finale. Da record la prestazione di Laia Sanz: la pilota spagnola riesce a concludere la Dakar in nona posizione. Sul finale Jakes, vincitore della tappa 13, le soffia l’8° posto per soli 6 minuti, ma quello di Laia è risultato molto importante, considerando che si è messa alle spalle tantissimi rider (maschi) segnando il miglior piazzamento di sempre di una donna alla Dakar.

Durante questi numerosi e infiniti chilometri, tanti piloti si sono dovuti arrendere ai difficili percorsi del Sud America (peccato tra questi ci siano anche Botturi e il nostro tester Francesco Catanese): dei 168 fuoristradisti al via, solamente in 76 sono riusciti a vedere la bandiera a scacchi di Buenos Aires. Ora, finalmente, è giunto il momento dei festeggiamenti e del meritato riposo. Qui sotto trovate la classifica di giornata e quella finale.

 

Dakar 2015 – classifica tappa 13

Pos.

Pilota

Moto

Tempo

Distacco

Penalità

1

JAKES (SVK)

KTM

000:52:11

 

00:00:00

2

PRICE (AUS)

KTM

000:53:22

00:01:11

00:00:00

3

GONÇALVES (PRT)

HONDA

000:53:27

00:01:16

00:00:00

4

COMA (ESP)

KTM

000:55:24

00:03:13

00:00:00

5

SVITKO (SVK)

KTM

000:55:43

00:03:32

00:00:00

6

QUINTANILLA (CHL)

KTM

000:57:07

00:04:56

00:00:00

7

DE SOULTRAIT (FRA)

YAMAHA

000:58:04

00:05:53

00:00:00

8

SANZ PLA-GIRIBERT (ESP)

HONDA

001:00:09

00:07:58

00:00:00

9

CASTEU (FRA)

KTM

001:00:30

00:08:19

00:00:00

10

GYENES (ROU)

KTM

001:00:48

00:08:37

00:00:00

11

CECI (ITA)

KTM

001:01:33

00:09:22

00:00:00

12

FARIA (PRT)

KTM

001:01:36

00:09:25

00:00:00

13

BERGLUND (SWE)

KTM

001:02:04

00:09:53

00:00:00

14

PIZZOLITO (ARG)

HONDA

001:03:01

00:10:50

00:00:00

15

ARANA COBEAGA (ESP)

YAMAHA

001:03:19

00:11:08

00:00:00

42

BRIOSCHI (ITA)

KTM

001:25:39

00:33:28

00:00:00

44

TOIA (ITA)

KTM

001:26:13

00:34:02

00:00:00

65

CASUCCIO (ITA)

GASGAS

001:45:26

00:53:15

00:00:00

 

Dakar 2015 – classifica generale

Pos.

Pilota

Moto

Tempo

Distacco

Penalità

1

COMA (ESP)

KTM

046:03:56

 

00:00:00

2

GONÇALVES (PRT)

HONDA

046:20:48

00:16:52

00:17:00

3

PRICE (AUS)

KTM

046:27:12

00:23:16

00:00:00

4

QUINTANILLA (CHL)

KTM

046:42:36

00:38:40

00:00:00

5

SVITKO (SVK)

KTM

046:50:58

00:47:02

00:00:00

6

FARIA (PRT)

KTM

048:01:47

01:57:51

00:41:00

7

CASTEU (FRA)

KTM

048:04:11

02:00:15

00:00:00

8

JAKES (SVK)

KTM

048:22:12

02:18:16

00:00:00

9

SANZ PLA-GIRIBERT (ESP)

HONDA

048:28:18

02:24:22

00:00:00

10

PAIN (FRA)

YAMAHA

049:22:55

03:18:59

00:00:00

11

VOGELS (NLD)

KTM

049:54:51

03:50:55

00:00:00

12

RODRIGUES (PRT)

HONDA

050:04:09

04:00:13

00:00:00

13

DE SOULTRAIT (FRA)

YAMAHA

050:24:11

04:20:15

00:00:00

14

CECI (ITA)

KTM

051:02:11

04:58:15

00:00:00

17

BARREDA BORT (ESP)

HONDA

051:58:31

05:54:35

02:20:00

46

BRIOSCHI (ITA)

KTM

065:43:09

19:39:13

03:40:00

57

TOIA (ITA)

KTM

071:48:26

25:44:30

01:21:00

60

CASUCCIO (ITA)

GASGAS

072:51:23

26:47:27

00:14:00

 

I video highlights della dakar 2015

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA