SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

Comparativa maxienduro 2015, day 3

Siamo arrivati al terzo giorno della nostra prova in Macedonia. Dopo oltre 500 km percorsi i tester non hanno ancora le idee chiare… Ma ci sono ancora quattro giorni a disposizione

Comparativa maxienduro 2015, day 3

A chi segue le nostre maxicomparative quotidianamente, attraverso gli aggiornamenti che pubblichiamo di volta in volta, potrà sembrare che tendiamo a nascondere le nostre impressioni dietro formule tipo "è troppo presto per dare giudizi", "tutto può ancora succedere" e via dicendo, per tenere alta l'attenzione. Beh, vi assicuriamo che non è così.

 

Che gran confusione

Dopo il day 2, oggi, quaggiù in Macedonia abbiamo fatto un gran bel giro. Da Berovo abbiamo raggiunto Prilep, spostandoci dalla parte orientale ad una zona centrale-meridionale. Circa 250 km fitti di curve, a tratti scivolose, a tratti perfettamente asfaltate. Su per una montagna, giù per un'altra. Bosco, alture, belle viste su pianure e rilievi dall'aspetto caratteristico (guardate le immagini per farvi un’idea). L'ideale, direte, per chiarirvi le idee. Vero. Eppure siamo più confusi che mai. Il problema è che ogni moto ha un qualcosa che ci piace. Sali su una, la guidi per un po' di tempo e ti persuadi che sia la tua preferita. Poi sali su un'altra e dici, certo che anche lei va proprio bene. Di Honda ci piace il grande equilibrio, che ti fa infilare ogni curva con grande facilità al ritmo che vuoi. Di Aprilia apprezziamo il rigore sul veloce e il controllo di trazione che ci fa divertire (leggi: intraversare) in tutta sicurezza. BMW ci piace per il comfort e per la capacità di adattarsi a tutte le curve che le metti davanti. Triumph è precisa, rassicurante. Moto Guzzi è efficace e insospettabilmente piacevole anche quando guidata a un bel ritmo. KTM? Un motore incredibile, un piglio da sportiva tra le curve. Poi Yamaha, con la sua comodità e duttilità. Ci è capitato di fermarci per un cambio moto e di confessarci imbarazzati di non sapere decidere quale ci piace di più. Ora ci aspetta lo sterrato. Speriamo possa aiutarci a mettere a fuoco la situazione.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA