di Nicolas Patrini - 12 ottobre 2016

CIV 2016: il Mugello assegna i titoli italiani. A Baiocco la SBK, a Roccoli la SS

CIV 2016, Mugello: risultati, classifiche e tutti i campioni dell’ultimo appuntamento del Campionato Italiano. Il titolo della Superbike va a Matteo Baiocco, mentre nella SuperSport è Roccoli a laurearsi Campione. In PreMoto3 la classe 250 4T incorona Taccini, mentre nella 125 2T il titolo va a Giannini. Il Campione Nazionale Moto3 è Manuel Pagliani e nella classe Sport 4T trionfa Illan

L'ultimo appuntamento stagionale

Dopo il week end di Imola, durante il quale solo la classe PreMoto3 250 4T trova il suo vincitore, il Campionato Italiano Velocità 2016 approda al Mugello per gli ultimi due round stagionali. Di seguito i risultati delle gare e tutti i vincitori delle varie classi; cliccando qui potete invece vedere la fotogallery dell’ultimo week end di gara.

P.S.: in autodromo eravamo presenti anche noi di Motociclismo, per la consegna delle firme della campagna #metapedaggio (non perdetevi il video e le foto della giornata, e non dimenticate di FIRMARE LA PETIZIONE, se non lo avete ancora fatto).
 

Superbike: Lanzi super, Baiocco Campione

La prima gara del week end per la massima categoria vede trionfare una BMW, quella di Lorenzo Lanzi. Il pilota del Team TMF vince in una gara difficile da interpretare, ridotta nel numero di giri e con la pista che si andava asciugando dopo la pioggia scesa copiosa durante l’inizio del fine settimana. Con la pista più asciutta Lanzi, gommato Bridgestone (usate per la prima volta dopo averle comprate e pagate nonosttante Lannzi usi in genere le Pirelli), riesce a dare il massimo, così come Ivan Goi (Ducati Barni Racing con gomme Michelin), secondo al traguardo. Terza posizione per Matteo Ferrari (DMR Racing BMW), seguito dal compagno di squadra Denni Schiavoni, anche loro gommati Bridgestone. La gara vede perdere Michele Pirro (Ducati Barni Racing), caduto nel warm up, seguito poi da altri protagonisti quali Riccardo Russo (Pata Yamaha Official Stock), quest’ultimo a lungo in battaglia per la prima posizione. Costretti al ritiro a causa di scivolate anche Michel Fabrizio (BMW Althea) ed Eddi La Marra (Ducati Barni Racing), alla prima gara importante dopo il rientro dal gravissimo infortunio che lo ha per tre anni tenuto lontano dalle corse.

L’ultima gara del Campionato Italiano Velocità emette i suoi verdetti, in un 10° round che vede la presenza tra il pubblico del 6 volte campione del Mondo Max Biaggi e di numerosi fan club. In gara 2 la Superbike termina i round disponibili nel 2016 con la vittoria di Michele Pirro (il pilota Ducati vince ben 9 gare su 10 ma non è campione a causa della squalifica) e il titolo a Matteo Baiocco, che invece non ha vinto mai nel 2016. Il pilota Ducati Barni Racing gommato Michelin trionfa in gara 2, strappando anche il giro record di 1’51”697 e vincendo con distacco sugli avversari. Seconda posizione per Denni Schiavoni (DMR Racing BMW con gomme Pirelli) con Baiocco a chiudere il podio, risultato che permette all’alfiere Ducati Motocorsa Racing gommato Pirelli di portarsi a casa il titolo di Campione CIV SBK 2016, il terzo per lui in carriera. In gara la quarta posizione va a Kevin Calia (Aprilia Nuova M2 Racing), seguito da Lorenzo Lanzi (TMF BMW), quinto dopo la grande vittoria di Gara 1, con Matteo Ferrari (DMR Racing BMW) sesto. In classifica Baiocco chiude la stagione a quota 136 punti, con Calia alle sue spalle a 121 e Ferrari, terzo, a 115. Tra i costruttori Ducati trionfa con 200 punti davanti a BMW (169 punti) e Yamaha (159 punti). Michelin vittoriosa tra i gommisti.

Queste le parole di Baiocco al termine del week end: “Sono molto felice. Durante il week end ero nervoso, in gara bisognava correre facendo dei calcoli ma la cosa più importante era conquistare il titolo. Quest’anno ero all’esordio con questa squadra, fossimo arrivati secondi sarebbe stata comunque una buona stagione. L’episodio di Michele ci ha avvantaggiato ma vincere il titolo non era facile. C’erano molti team ufficiali. A mente sgombra avrei avuto un passo diverso ma probabilmente non sarebbe bastato ad arrivare primo in gara 2. L’importante era prendersi il titolo, sono contento sia andato a me. Sul futuro vedremo, per ora attaccare il numero 1 sulla carena fa piacere”. 

Supersport: Roccoli è Campione per la seconda volta consecutiva

La prima gara della categoria Supersport elegge da subito il suo campione 2016: Massimo Roccoli si concede bis tricolore. Il pilota MV Agusta Laguna Motoracing ottiene al Mugello il titolo di Campione CIV SS 2016, il quinto in carriera e il secondo consecutivo. Gara 1 vede una riduzione dei giri a causa della pioggia e un problema tecnico per uno dei protagonisti: Marco Bussolotti (RM Racing Team Kawasaki) non riesce ad affrontare il primo dei due appuntamenti del week end. Senza Bussolotti, la gara vede il bel duello tra Stefano Cruciani e Diego Giugovaz (SC Improve Firenze Motor Honda), una battaglia conclusa con la vittoria del pilota Kawasaki Puccetti Racing, che torna alla vittoria dopo Vallelunga. Giugovaz, dopo un errore negli ultimi giri, taglia il traguardo in terza posizione, con Roccoli sul secondo gradino del podio.
 
Con il titolo già assegnato a Massimo Roccoli, la vittoria in gara 2 va a Michael Canducci (Team Green Speed Kawasaki) che impone il proprio ritmo sul campione Roccoli, con Ilario Dionisi (MV Agusta Ellan Vannin) a chiudere il podio. La quarta posizione, a breve distanza dai primi tre, è andata a Davide Stirpe (Extreme Racing Team MV Agusta). La classifica generale si chiude così con Roccoli a quota 172 punti, seguito da Cruciani (Kawasaki Puccetti Racing Team) a 131 (quinto in gara Gara 2) e Bussolotti, terzo a 125 lunghezze. Tra i costruttori Kawasaki è al primo posto con 210 punti, seguita da MV Agusta a 207 e Yamaha a quota 111.

Queste le parole di Roccoli: “È stato difficile riconfermarsi quest’anno, il livello degli avversari era molto alto sia per la presenza di Bussolotti che dei due giovani Canducci e Manfredi. La gara più bella è stata quella di Imola, dove ho lottato proprio con loro due. Onestamente non mi aspettavo di vincere perché non avevo un grande margine. Quando ho visto che Bussolotti era fuori ho pensato solo a fare la mia gara e alla fine, grazie anche all’errore di Giugovaz in Gara 1 ho portato a casa il titolo”.

Moto3: Manuel Pagliani conquista il titolo della categoria al fotofinish

Categoria equilibrata, la Moto3, che vede in Gara 1 la vittoria di Nicholas Spinelli. Il pilota KTM MF84 Pluston Althea, dopo la vittoria sul bagnato nei primi round di Vallelunga, anche al Mugello ha trionfato sull’acqua. Seconda posizione per Kevin Zannoni (Mahindra Peugeot Portomaggiore), autore di una grande pole, con Bruno Ieraci (TM Miralux Pos corse) a festeggiare sul terzo gradino del podio il rientro in pista dopo l’infortunio di agosto. Quarto posto per Vargas (KTM MF84 Pluston Althea) con Pagliani che sorride nonostante la quinta posizione. Il pilota MTR Geo Honda mantiene la vetta della classifica dopo una gara che perde alcuni protagonisti, come Mattia Casadei (KTM Sic58), a causa delle difficili condizioni atmosferiche. Nella Moto3 standard è Guzzon a vincere davanti alla wild card Uhre, Zanotti terzo.

Non può esserci finale migliore per la Moto3 del CIV 2016, che in Gara 2 vede ancora una volta una competizione da brividi, con una volata finale dove sono in 7 a giocarsi la vittoria. Alla fine è Kevin Zannoni (Mahindra Peugeot Minimoto Portomaggiore) a trionfare, ottenendo così il suo primo successo al CIV Moto3 e coronando un gran weekend, che lo ha visto fare propria anche la pole. Il Campione Italiano Moto3 2016 è però Manuel Pagliani. L’alfiere MTR GEO Honda vince il titolo grazie a una gara intelligente, dove chiude al secondo posto senza lasciarsi coinvolgere troppo nella bagarre, dando la zampata decisiva alla fine e bissando così la vittoria del Campionato ottenuta nel 2014. Terzo posto in gara per Nicholas Spinelli (MF 84 Pluston Althea), bravo a credere fino all’ultimo nella rimonta. Dietro di loro tagliano il traguardo a brevissima distanza Ieraci (TM Miralux Pos Corse), Sintoni (MTA Italia Mahindra Peugeot), Casadei (KTM Sic 58) e Del Bianco (TM Racing Factory Team).

In classifica generale Pagliani chiude a 140 punti, davanti a Spinelli a quota 131 e Zannoni a 129. Fra i costruttori ha vinto KTM, con Mahindra Peugeot al secondo posto e TM al terzo. Nella Moto3 standard Guzzon vince la gara e si porta a casa il titolo con 180 punti. Secondo in gara Raimondi con Zanotti, out in Gara 2, ma secondo in classifica generale a 167 lunghezze. Raimondi chiude la stagione al terzo posto con 142 punti.

Queste le parole del Campione di categoria: “Sono felicissimo, la squadra mi ha dato una grande opportunità quest’anno. Siamo stati fortissimi fin da subito e dedico il mio titolo a loro. Volevo poi salutare la mia famiglia e tutti i miei amici, oltre che i miei fan che sono venuti al Mugello per sostenermi. Un ringraziamento particolare va a Marco Tresoldi che mi ha dato l’opportunità di correre quest’anno”.

PreMoto3: Sulla sua 250 cc Taccini può prendersela con comodo, nella classe 125 trionfa Giannini

Nella categoria Premoto3 125 2T, In Gara 1 Gabriele Giannini fa un altro passo verso il titolo. Il pilota Honda trionfa davanti a Raffaele Fusco (RMU Racing Team), con Alex Scorpaniti (Honda) a chiudere il podio. Quarta posizione per Matteo Patacca (RMU), wild card proveniente dalla classe MiniGP.
Nella 250 4T, con il titolo già assegnato a Leonardo Taccini (VL Team Speed Up), è Davide Baldini a portarsi a casa la vittoria. L’alfiere RMU trionfa davanti al compagno di squadra Riccardo Rossi, con Alberto Surra, wild card proveniente dalla MiniGP, al terzo posto. A seguire Taccini e Brianti.

In gara 2 la classe Premoto 3 125 2T incorona il suo campione: Gabriele Giannini. Il pilota Honda si porta a casa il titolo 2016 grazie al settimo posto in una gara che vede la vittoria di Rossi (RMU Racing Team) su Ripamonti (Honda) e Alfano (Honda). Fusco (RMU Racing Team), con il sesto posto in Gara 2, non riesce a battere Giannini per la lotta al titolo. La classifica generale si chiude con Giannini in testa con 189 punti, davanti a Fusco (179 punti) e Ripamonti (103 punti). Tra i costruttori Honda trionfa con 230 lunghezze, seguita da RMU a 216 punti.

Chiude come meglio non potrebbe Leonardo Taccini (VL Team Speed Up). Il già campione della categoria PreMoto3 250 4T trionfa anche nell’ultima gara davanti a Riccardo Rossi (RMU Racing Team), con Manuel Mazzullo (Mazzotti Racing RMU) terzo. La classifica finale recita: Taccini a 219 punti, Rossi a 170 e Baldini a 145 lunghezze. Tra i costruttori la prima posizione va alla Speed Up con 222 punti, seguita dalla RMU a quota 207.

Queste le parole del Campione di categoria, Gabriele Giannini: “È stato un anno fantastico. Sono davvero contento per questo titolo. Devo ringraziare i miei tifosi, il team e in particolar modo Marco Cipriani. Per il futuro ancora non so bene dove correrò, ma punto a fare il salto in Moto3”.

Sport 4T: Pedro Castano Illan vince il titolo di categoria

La classe Sport 4T vede la vittoria di Paolo Grassia. In una gara condizionata dall’acqua il pilota GP Project Kawasaki riesce a vincere con un grande distacco su Lorenzo Segoni (E&E Racing Team Honda), arrivato secondo al traguardo nonostante una scivolata, e su Paolo Giacomini (Terra e Moto Yamaha), terzo al traguardo. Quarta posizione per Castano Illan (AG Motorsport Yamaha), giunto anche lui a fine gara nonostante una scivolata. Out invece Luigi Montella (Yamaha) e Manuel Bastianelli (GP Project Kawasaki), con quest’ultimo caduto nelle prime fasi di Gara 1.

Gara 2 da brividi nella Sport 4T, con un gruppo di 9 piloti arrivati a giocarsi tutto nella volata finale. La vittoria va alla fine a Paolo Giacomini (Yamaha Terra e Moto), con Lorenzo Segoni secondo (Honda E&E Racing Team) e Manuel Bastianelli (Kawasaki GP Project) a chiudere il podio. Dietro di loro, nella mischia finale, terminano la gara, in ordine: Arduini, Nicola Di Rago, Castano Illan, Grassia, Luigi Montella e Malone. Grazie al sesto posto ottenuto in Gara 2, Pedro Castano Illan (Yamaha AG Motorsport Italia) conquista quindi il titolo di Campione CIV Sport4T 2016. Il vicecampione è Lorenzo Segoni, seguito al terzo posto da Luigi Montella. Tra le Case, la prima posizione va a Yamaha, seguita da Kawasaki e Honda.

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 1 SUPERBIKE

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 2 SUPERBIKE

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 1 SUPERSPORT

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 2 SUPERSPORT

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 1 MOTO3

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 2 MOTO3

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 1 PREMOTO3

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 2 PREMOTO3

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 1 SPORT 4T

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GARA 2 SPORT 4T

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GENERALE SUPERBIKE

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GENERALE SUPERSPORT

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GENERALE MOTO3

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GENERALE PREMOTO3 250 4T

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GENERALE PREMOTO3 125 2T

CIV 2016, MUGELLO: CLASSIFICA GENERALE SPORT 4T

© RIPRODUZIONE RISERVATA