Bridgestone: alla fine del 2015 lascerà la MotoGP

Il colosso giapponese, che iniziò l’avventura nella classe regina del Motomondiale con l’avvento del 4 tempi nel 2002, divenuto il forniture ufficiale di pneumatici per la MotoGP a partire dal 2009, ha annunciato il suo ritiro per la fine del prossimo anno

Bridgestone: alla fine del 2015 lascerà la motogp

Bridgestone dice addio alla MotoGP. La Casa di pneumatici ha accettato una proroga di un anno al suo attuale contratto di fornitore di pneumatici per la top class del Motomondiale, ma al termine del 2015 abbandonerà il circus.

 

FORNITORE UFFICIALE DAL 2009

Dopo il suo ingresso nella MotoGP nel 2002, anno di esordio delle 4 tempi, Bridgestone ha collezionato il primo podio nel 2003 e la prima vittoria nel Gran Premio del Brasile del 2004. Il 2005 ed il 2006 sono stati gli anni del definitivo successo, ai quali è seguito il primo Titolo Mondiale nel 2007 con la Ducati di Casey Stoner. Nel 2008 anche la Yamaha di Valentino Rossi si affidò alle coperture giapponesi e, l’anno successivo, Bridgestone divenne Official Tyre Supplier (Fornitore Ufficiale di Pneumatici) della MotoGP.
Negli ultimi tempi Bridgestone è stata al centro di alcune polemiche, la più aspra, lo ricorderete, quella di Phillip Island 2013, quando i piloti furono costretti, a causa dell’eccessiva usura delle gomme, al cambio moto in gara. L'ultima novità, a partire dal round di Jerez (qui gli orari tv), è che i piloti avranno a disposizione dieci gomme anteriori in tre mescole diverse
Con l’addio di Bridgestone, nel 2016 la MotoGP dovrà misurarsi con un nuovo partner di pneumatici. A chi toccherà?

 

TUTTI A JEREZ
Nonostante le novità portate in campo da Bridgestone a partire da questo week end, chi si aggiudicherà la vittoria al GP di Spagna? Riuscirà Marquez a vincere per la quarta volta di fila dall'inizio della stagione? Non dimenticatevi di giocare con FantaMOTOCICLISMO: cercate di indovinare le prime cinque posizioni della gara della MotoGP e a fine anno potreste diventare tester di Motociclismo per un giorno. Cliccate sul pulsante arancione qui sotto:

                                                                                                                                  
                                                                                                                             

 

 

Shu Ishibashi, Vice Presidente e Responsabile Marketing di Bridgestone Corporation: “Dal 2002 Bridgestone ha investito ingenti risorse in MotoGP, per raggiungere l'obiettivo di diventare il produttore di pneumatici più importante del Mondo. Durante questo periodo abbiamo forgiato una partnership forte e di successo con Dorna e i team, culminata nelle essere nominati Fornitore Ufficiale del Campionato. La MotoGP ha dimostrato di essere una piattaforma di sviluppo delle gomme estremamente preziosa che ci ha aiutato a introdurre tecnologie altamente avanzate nella nostra gamma di pneumatici stradali, a beneficio dei consumatori. L’aumento della nostra immagine da quando siamo arrivati in MotoGP rappresenta per noi un ottimo risultato e ne siamo orgogliosi. Mentre Bridgestone si ritirerà dal campionato MotoGP dopo il 2015, stiamo considerando altre opportunità per mantenere un ruolo chiave negli sport motoristici”.

 

Kyota Futami, General Manager del Dipartimento Motorsport di Bridgestone: “È con un velo di tristezza che faremo la nostra uscita dalla MotoGP, dopo una partecipazione tanto attiva in questo sport. Eppure, dopo aver raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo preposti quando decidemmo di entrare nel campionato oltre dieci anni fa, la nostra azienda ritiene che sia il momento giusto per attuare una strategia di uscita. Continueremo a investire nello sviluppo dei nostri pneumatici del programma MotoGP accertandoci di lasciare il Campionato alla fine del 2015 nel miglior modo possibile”.

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA