Bandiera gialla: nuove regole per il Motomondiale

Il regolamento della MotoGP ha visto l’introduzione di alcune modifiche utili ad aumentare la sicurezza dei piloti

1/38

In vista del GP Red Bull de Andalucía, la Race Diraction e gli Stewards del MotoGP hanno chiarito le ultime novità riguardanti l’esposizione della bandiera gialla. Tutti convocati i piloti di MotoGP, Moto2 e Moto3 sono stati informati sulle recenti modifiche apportate al regolamento. Non è cambiato, ma è stato aggiornato il modo in cui le regole vengono applicate al fine di garantire maggiore sicurezza in pista a tutti i piloti e ai commissari coinvolti durante lo svolgimento delle sessioni del campionato del mondo FIM MotoGP. Da alcuni anni, se un pilota registra un miglioramento in un dato settore dopo che è stata esposta la doppia bandiera gialla, tale miglioramento verrà annullato. D’ora in avanti, questa norma verrà estesa anche nel caso in cui sarà esposta una sola bandiera gialla. Quindi, un pilota non può più migliorare il proprio tempo appena viene segnalato ogni tipo di bandiera gialla e quando un pilota entra in un settore dopo questa segnalazione, il suo giro verrà cancellato. Questo è il provvedimento che si applicherà nel caso in cui questa situazione si presenti durante le prove libere o le qualifiche. Non appena verrà sventolata la bandiera verde, ad indicare che la pista è pulita, i piloti potranno tornare alla massima velocità e continuare il loro lavoro normalmente. I tempi dei settori saranno ancora visibili durante tutto il giro ma non saranno validi. Non ci sono modifiche o aggiornamenti per quel che riguarda il comportamento in gara. Non sono ammessi i sorpassi quando viene segnalata la presenza di ogni tipo di bandiera gialla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli