SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Nuova Triumph Thruxton R: la più moderna incarnazione delle café racer

In sella alla versione più raffinata della nuova Thruxton 2016 si scopre una sportiva di carattere, ricca di fascino estetico quanto di efficacia nella guida brillante. Tecnica, immagini e impressioni di guida

Carattere grintoso

Vi abbiamo parlato del test della nuova Bonneville T120, ricordate? Beh, qui abbiamo tutta un’altra moto. Se pensi che telaio e motore, nelle linee generali, sono gli stessi della T120 (qui la tecnica della Bonnie “standard”), non ci credi. Mentre la Triumph T120 è una piacevole moto a tutto tondo, elegante e pensata per la guida disimpegnata, la Thruxton R è una café racer a tutti gli effetti: grintosa, rapida, reattiva (guardate le foto). Senza esagerare: più vicina ad una Speed Triple che ad una vecchia Bonneville. Il nostro test si è svolto in sella alla versione più ricca, la Thruxton R, che si differenzia dalla café racer “base” principalmente per la forcella Showa BPF a steli rovesciati pluriregolabile in luogo di quella tradizionale, ammortizzatori Öhlins, freni Brembo con pinze e pompe radiali e dischi flottanti invece di un impianto Nissin assiale e dischi fissi; oltre ad una serie di altri dettagli di impronta sportiva. Al di là di questo c’è lo stesso motore (che guadagna la sigla HP “High Power”), con le medesime misure vitali della T120, ma che eroga la bellezza di 97 CV a 6.750 giri/min e 112 Nm a 4.950 giri/min: in fondo alla pagina la scheda tecnica. L’incremento di prestazioni è dovuto a un airbox più capiente, a una mappatura rivista, a scarichi di maggior diametro e pistoni ad alta compressione. Il limitatore è spostato 500 giri più in alto che garantisce un buon allungo e poi c’è un albero motore più leggero, che fa prendere giri più alla svelta.
Tradotto su strada: il twin di Hinckley è una schioppettata! L’elettronica che lo governa è del tutto simile a quella che troviamo sulla T120 (Ride by Wire, traction control), ma alle mappe Rain e Road si aggiunge la Sport, che regala una ancor maggiore prontezza alla risposta del gas. Ancora avvertibile l’on/off del Ride by Wire, ma nella guida sportiva è meno fastidioso che nel diporto urbano. E poi c’è il sound, che se sulla T120 ha un timbro piacevolmente cupo, sulla Thruxton è un ruggito sonoro e aggressivo, in linea con il carattere del motore.

Un’anguilla su due ruote

Non è solo la forza e vivacità del bicilindrico a fare della Thruxton R una vera sportiva. La ciclistica è totalmente rivista ed è questa ad impressionarci moltissimo: il telaio (diverso da quello della T120 solo nella porzione posteriore) è ruotato in avanti in virtù di una forcella più corta e di ammortizzatori più lunghi. Il cannotto passa così da 25,5° a 22,8°, mentre l’interasse scende da 1.445 a 1.415 mm, grazie anche ad un forcellone (in alluminio anziché in acciaio) più corto. E poi ci sono i cerchi, sempre a raggi, ma con canale in alluminio e con l’anteriore da 17”. Totale: maneggevolezza pari a quella di una naked sportiva. Senza contare il peso nettamente inferiore: 203 kg dichiarati a secco contro i 224 kg della T120. Ma continuare a fare paragoni non serve a molto, perché come abbiamo detto in principio, la Thruxton R è a tutti gli effetti un’altra moto, decisamente. Lo si capisce subito anche dalla posizione in sella: attiva, aggressiva, tutta caricata sui polsi, con un piano di seduta alto e con pedane arretrate che però non costringono le gambe dei piloti più alti (chi scrive misura 182 cm) a pieghe affaticanti. Rispetto alla vecchia Thruxton, questa è più abitabile, meno “motina”, ma stupisce quanto sia sottile tra le cosce. Il serbatoio (14,5 litri, come quello della T120) è strepitosamente attillato e disegna due incavi perfetti per stringerlo tra le ginocchia. 

Top di gamma della famiglia Bonneville

Per quanto ben disegnata sia l’ergonomia, non si può parlare di comfort: sospensioni sostenute, sella sportiva e mezzi manubri (per quanto rialzati) non invitano a lunghi trasferimenti o alla guida in città tra buche e dossi; ma quando si va a caccia di curve la Thruxton R restituisce una abbondante dose di sensazioni piacevoli che non ci saremmo aspettati da una moto dall’aspetto tanto classico.
 
Disponibile da fine aprile a 15.150 euro indicativi chiavi in mano (ne bastano 2.000 in meno per la Thruxton base), anche per la Thruxton R ci sono più di 160 accessori per personalizzarla, oltre a tre inspiration kit che suggeriscono come mixare i vari componenti.

SCHEDA TECNICA

MOTORE
  THRUXTON THRUXTON R
Tipo Bicilindrico in linea raffreddato a liquido, 8 valve, bialbero, manovellismo a 270° Bicilindrico in linea raffreddato a liquido, 8 valve, bialbero, manovellismo a 270°
Cilindrata 1.200 cc 1.200 cc
Alesaggio/corsa 97,6 x 80 mm 97,6 x 80 mm
Compressione 11,0: 1 11,0: 1
Potenza max 97 CV (72 kW) @ 6.750 giri 97 CV (72 kW) @ 6.750 giri
Coppia max 112 Nm @ 4.950 giri 112 Nm @ 4.950 giri
Alimentazione Iniezione Iniezione
Scarico Cromato, 2 in 2 Acciaio spazzolato, 2 in 2
Trasm. Ffinale Catena Catena
Frizione Multidisco in olio Multidisco in olio
Cambio 6 velocità 6 velocità
Standard EURO 4
Consumo 4,6 l/100 km
Emissioni CO2 – 106,0 g/km  
 
CICLISTICA
Telaio Tubolare in acciaio Tubolare in acciaio
Forcellone Alluminio Alluminio, anodizzazione chiara
Ruota ant. A 32 raggi; 17 x 3,5” A 32 raggi; 17 x 3,5”
Ruota pos. A 32 raggi; 17 x 5” A 32 raggi; 17 x 5”
Pn. Ant. 120/70 ZR 17 - Pirelli Angel GT 120/70 ZR 17 - Pirelli Diablo Rosso Corsa
Pn. Post. 160/60 ZR17 - Pirelli Angel GT 160/60 ZR17 - Pirelli Diablo Rosso Corsa
Sosp. Ant. Forc. Kayaba da 41 mm di diam.; corsa 120 mm Forc. Showa USD BPF da 43 mm di diam.; totalmente regolabile; corsa 120 mm
Sosp. Post. 2 amm. Kayaba regolabili nel precarico. Corsa 120 mm 2 amm. Öhlins totalmente regolabili; corsa 120 mm
Freno ant. Doppio disco da 310 mm diam.; pinze Nissin assiali a 2 pistoncini; ABS Doppio disco Brembo da 310 mm diam.; pinze Brembo radiali monoblocco a 4 pistoncini; ABS
Freno post. Disco da 220 mm diam.; pinza Nissin a 2 pistoncini; ABS Disco da 220 mm diam.; pinza Nissin a 2 pistoncini; ABS
 
DIMENSIONI E PESO
Lunghezza 2.105 mm 2.105 mm
Larghezza 745 mm 745 mm
Altezza 1.030 mm 1.030 mm
Altezza sella 805 mm 810 mm
Interasse 1.415 mm 1.415 mm
Inclin. cannotto 22,7° 22,8°
Avancorsa 90,8 mm 92 mm
Peso a secco 206 kg 203 kg
Capac. serb. carb. 14,5 L 14,5 L
 
EQUIPAGGIAMENTO
Dotazioni di serie ABS disinseribile
Traction Control disinseribile
Ride-by-Wire
Riding Modes
Luce diurna anteriore a Led
Tappo serbatoio carburante tipo Monza
Presa USB
Immobiliser
Luce post. A Led
ABS disinseribile
Traction Control disinseribile
Ride-by-Wire
Riding Modes
Luce diurna anteriore a Led
Tappo serbatoio carburante tipo Monza
Presa USB
Immobiliser
Luce post. A Led
Cinghia su serbatoio
Coprisella monoposto

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA