Triumph Tiger Sport 1050 2016: una delle migliori crossover

Estetica rivista, motore ripreso dalla Speed (Euro 4, mappature e controllo di trazione) e vocazione turistico sportiva confermata: ecco una godibilissima sport tourer “crossoverizzata”, che offre sportività… onesta (126 CV) e comfort elevato

la tigre di mezzo

Dopo aver rinnovato la gamma Tiger Explorer al Salone di Milano (abbiamo già testato la nuova 1200, impegnata con le “colleghe” anche nella comparativa globetrotter in Albania), Triumph ha pensato anche alla crossover “di mezzo” della gamma Tiger. In occasione del  Carole Nash MCN Motorcycle Show di Londra, andato in scena lo scorso febbraio, ha infatti presentato la versione 2016 della Tiger Sport di 1.050 cc. Cliccate su quest’ultimo link per ripassare in cosa è cambiata, ma riassumiamo: innanzitutto in molti dettagli di design e finiture (cliccate qui per le foto, notate i molti particolari in alluminio), ci sono paramani e il parabrezza regolabile; il motore è Euro 4 ereditato dalla Speed Triple 2016, con elettronica evoluta - ride by wire, mappe motore, controllo di trazione regolabile. Infine ABS di serie e frizione anti saltellamento. In fondo alla pagina la scheda tecnica e l’elenco degli accessori, ma ora passiamo alle impressioni di guida, non prima di aver detto che la Triumph Tiger Sport 2016 sarà disponibile da fine aprile al prezzo di 13.050 euro, chiavi in mano.

Tre cilindri gustoso e tuttofare, ciclistica prevedibile e stabile

Provata su strade tortuose, la Tiger Sport si fa subito notare per il voluminoso serbatoio da 20 litri, che costringe a divaricare le gambe più delle Tiger 800. Poi l’attenzione passa alla posizione in sella piuttosto sportiva (pedane leggermente arretrate e rialzate, sella che “spinge” in avanti, manubrio che invita a curvare leggermente il busto in avanti).
Semplicemente fantastico il versatile tre cilindri! Vuoi andare a passeggio? Metti la terza, la quarta e non pensi più a nulla, dagli allunghi ai tornanti c’è fluidità e coppia a sufficienza per rilassarsi tra curve e paesaggio. Vuoi toglierti la voglia di sentirla ruggire e fare due pieghe? Inserisci (anche in movimento) la mappatura Sport e la risposta al comando del gas diventa più diretta, con un’erogazione più corposa ai medio alti. Motore da misto, stretto o veloce non importa, ben assecondato da una ciclistica irreprensibile. Solo tra i 3.500 e i 5.000 giri si sente una leggera flessione nella spinta, ma la coppia è sempre molta e quel momento passa in un attimo.
La nuova elettronica permette di selezionare tre mappature: Rain, Road e Sport. Tutte e tre convincono per precisione e regolarità nell’erogazione, la Rain taglia a 100 CV mentre le altre due mantengono tutta la cavalleria (126 CV dichiarati) e si differenziano solo per la corposità di erogazione e la risposta al comando del gas.
Questa Tiger Sport è facile e adatta a tutti: la ciclistica e gli ingombri non mettono mai in difficoltà, con un bell’aiuto che arriva anche dalla frizione, più morbida. Come già nel test della versione precedente, la guida si conferma più improntata alla stabilità che all’agilità. Questo rende le reazioni sempre prevedibili e mai brusche: l’entrata in curva è abbastanza rapida, ma non fulminea, e una volta impostata la traiettoria, la Tiger Sport si pianta lì come su un binario.

Accessori

La gamma degli equipaggiamenti opzionali comprende ben 38 accessori, nei reparti “bagagli”, “comfort” e “performance”. Di seguito un elenco parziale, partendo proprio dalle prestazioni.
  • Silenziatore Arrow Omologato (- 2,3 kg): 1.028 euro (iva incl.)
  • Manopole riscaldabili: 219 euro (iva incl.)
  • Pannelli Laterali in tinta: 152 euro (iva incl.)
  • Borsa serbatoio 15/20 litri: 183 euro (iva incl.)
  • Borsa posteriore 16/20 litri: 152 (iva incl.)
  • Protezione serbatoio in gomma: 30,15 euro (iva incl.)
  • Portapacchi: 221 euro (iva incl.)
  • Sella Comfort: prezzo non ancora disponibile
  • Sella ribassata: prezzo non ancora disponibile

SPECIFICHE TECNICHE

Motore e trasmissione
Tipo Tre cilindri in linea, 12 v, DOHC, raffr. a liquido
Cilindrata 1.050cc
Alesaggio/Corsa 79 x 71,4 mm
Rapporto di compressione 12,25:1
Potenza massima 126 CV (93 kW) @ 9.475 giri/minuto
Coppia massima 106 Nm @ 7.000 giri/minuto
Iniezione Elettronica sequenziale Multipoint  con SAI
Scarico In acciaio inox, 3 in 1, silenz. in acciaio spazzolato
Trasmissione finale Catena
Frizione Assistita, Multidisco, in bagno d’olio
Cambio 6 rapporti
Consumi ed emissioni
Standard Euro 4
CO2 121 g/km
Consumo medio 5.2 l/100 Km (90 km/h)
Ciclistica
Telaio Doppia trave in alluminio
Cerchio anteriore In lega di alluminio, multi razze, 17 x 3.5”
Cerchio posteriore In lega di alluminio, multi razze, 17 x 5.5 in
Pneumatico anteriore 120/70 ZR17
Pneumatico posterior 180/55 ZR17
Sospensione anteriore Forc. Showa USD da 43 mm, prec., este., comp. reg. Esc. 140 mm
Sospensione posteriore Monoam. Showa, est. e prec. reg., escursione 155 mm
Freni anteriori 2 dischi flott.da 320 mm, pinze radiali Nissin a 4 pist.
Freni posteriori Disco singolo da 255 mm, pinza Nissin a 2 pistoncini
Dimensioni e peso
Lunghezze 2.150 mm
Larghezza (Manubrio) 850 mm
Altezza senza specchietti 1.330 – 1.385 mm (Posizione parabrezza bassa - alta)
Altezza sella 830 mm
Interasse 1.540 mm
Angolo di inclinazione 22,8 °
Avancorsa 88,7 mm
Peso a secco 218 kg
Capacità serbatoio 20 litri
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli