Nel 2019 Q1 e Q2 come in MotoGP anche in Moto2 e Moto3

Il prossimo anno il format delle qualifiche di Moto2 e Moto3 sarà identico a quello della MotoGP, con la lotta per la pole della Q2 riservata ai piloti più veloci
1/16
Appena conclusa la stagione 2018 arrivano grandi novità per la Moto2 e Moto3. La GP Commission, alla presenza di Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna), Paul Duparc (FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA), ha deciso che dal prossimo anno verrà modificato il format delle qualifiche delle classi leggere del Motomondiale.

Per Moto2 e Moto3 il programma del sabato sarà uguale a quello della MotoGP, con la divisione in Qualifiche 1 e Qualifiche 2 e con la lotta per la pole riservata esclusivamente ai piloti più veloci. Alla Q2 avranno accesso diretto i 14 piloti più veloci della combinata delle libere, che resteranno tre ma avranno durata di 40 minuti. Le due qualifiche dureranno invece 15 minuti. Alla Q2 accederanno, oltre ai 14 più veloci delle libre, i 4 più rapidi della Q1 ai quali sarà permesso usare una gomma posteriore extra a mescola soft.

Questo il programma del venerdì e sabato del Motomondiale 2019:
Venerdì
  • 9-9,40: FP1 Moto3
  • 9,55-10,40: FP1 MotoGP
  • 10,55-11,35: FP1 Moto2
  • 13,15-13,55: FP2 Moto3
  • 14,10-14,55: FP2 MotoGP
  • 15,10-15,50: FP2 Moto2
Sabato
  • 9-9,40: FP3 Moto3
  • 9,55-10,40: FP3 MotoGP
  • 10,55-11,45: FP3 Moto2
  • 12,35-12,50: Q1 Moto3
  • 13-13,15: Q2 Moto3
  • 13,30-14: FP4 MotoGP
  • 14,10-14,25: Q1 MotoGP
  • 14,35-14,50: Q2 MotoGP
  • 15,05-15,20: Q1 Moto2
  • 15,30-15,45: Q2 Moto2

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA