SPECIALE SALONE EICMA 2022
Tutte le novità Casa per Casa

31 marzo 1996: l’esordio di Rossi nel Motomondiale

Venticinque anni fa Valentino Rossi faceva il suo esordio nel Motomondiale, in sella a un’Aprilia 125. Da allora il Dottore ha conquistato 9 titoli mondiali, centinaia di vittorie e macinato record su record. Ripercorriamo la sua carriera attraverso le foto e i numeri

1/39

1 di 2

Il 31 marzo del 1996 un allora diciassettenne Valentino Rossi faceva il suo debutto nel Motomondiale, sul circuito Shah Alam in Malasia. Era la prima gara dell’anno e uno quasi sconosciuto Valentino con i capelli lunghi si presentava tra i cordoli in sella ad un’Aprilia RS125R. Al suo esordio Rossifumi (il suo soprannome che richiamava il suo idolo Norifumi Abe), pur non avendo mai visto quel tracciato, riesce ad essere abbastanza veloce in prova, tanto da conquistare il 13esimo posto in griglia di partenza. In gara non riesce a tenere le posizioni che contano per lottare per la vittoria ma si difende egregiamente e, dopo una battaglia con Manako e Saito, chiude sesto a soli 7”379 di distacco dal vincitore, Stefano Perugini.

Questa è stata la sua prima gara; per arrivare alla prima vittoria di Valentino nel Motomondiale dobbiamo andare verso la fine di quella sua stagione di esordio, al GP della Repubblica Ceca di Brno del 1996, dove Rossi conquista uno strepitoso primo posto davanti a Jorge Martínez e Tomomi Manako. Rossifumi chiude la sua prima stagione nel Motomondiale in nona posizione, con 111 punti. Quell’anno il titolo 125 viene vinto da Haruchika Aoki, che chiude la stagione con 220 punti.

Per il primo titolo mondiale non dobbiamo aspettare molto, al suo secondo anno nel Motomondiale, il 1997, Valentino centra l’obiettivo e si laurea Campione del Mondo della Classe 125 con 321 punti in classifica generale, davanti a Noboru Ueda (238 punti) e Tomomi Manako (190 punti).

1/19 Valentino Rossi

Dal suo esordio nel motomondiale Rossi ha conquistato 9 titoli mondiali, 115 vittorie, 236 podi, 65 pole position e 96 giri veloci. Numeri incredibili, che diventano impressionanti grazie a una carriera protratta fino all'età di 42 anni.

Parlare delle vittorie più importanti (o delle sconfitte), dei momenti salienti e dei titoli vinti da Valentino Rossi sarebbe poco utile. Tutti sanno cosa ha fatto il "Dottore" nella sua carriera. Per questo abbiamo pensato di parlarvi di altro, di qualcosa che solo i fans più accaniti conoscono. Ad esempio, Valentino è l'unico pilota della storia ad aver vinto quattro gare di seguito in sella a due marchi di moto diversi. Questo record, raggiunto grazie alla prima vittoria in sella alla Yamaha M1 (Sud Africa, 2004), ne ha fatto l'unico pilota nella storia del Motomondiale ad aver finito e iniziato una stagione vincendo con moto di Case differenti. Naturalmente non si tratta dell'unico record poco conosciuto: il pilota di Tavullia detiene anche il primato di presenze, con 228 gare disputate di seguito e senza interruzioni. La striscia positiva era stata interrotta a causa dell'incidente al Mugello, nel 2010. Valentino Rossi è stato anche in grado di "navigare" attraverso cambi di cilindrata, di regole, di circuiti ed è l'unico pilota ad aver vinto in quattro differenti classi: 125 ('97), 250 ('99), 500 (2001) e MotoGP (2002, 2003, 2004, 2005, 2008 e 2009). Infine, sapete perché Rossi e il numero 46 sono inseparabili? Perché è il suo portafortuna, scelto da papà Graziano alla nascita di Valentino.

Qui sotto trovate le foto di tutte le sue moto, dal 1996 ad oggi.

1/39 Aprilia RS125R 1996

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA