di Beppe Cucco - 24 gennaio 2020

Un altro lutto alla Dakar 2020: Edwin Straver non ce l’ha fatta

Edwin Straver era caduto nel corso dell’11 tappa della Dakar 2020. Subito soccorso, era ricoverato in condizioni disperate. I medici hanno deciso che le sue condizioni erano troppo gravi per sperare in una ripresa e hanno staccato la spina

1/14

A Dakar conclusa arriva un'altra terribile notizia che interessa la gara, una di quelle notizie che non vorremmo mai sentire: Edwin Straver ha perso la sua battaglia più importante, quella per la vita.

Pochi giorni dopo il terribile incidente costato la vita a Paulo Goncalves, nella penultima tappa della Dakar 2020, il pilota olandese era finito a terra a una velocità di circa 50 km/h tra il waypoint 2 e 3, in una zona caratterizzata da alte dune di sabbia. Nella caduta Edwin aveva riportato la frattura di più vertebre cervicali e il suo corpo era andato in arresto cardiocircolatorio. Il pilota era stato immediatamente soccorso prima dai piloti passanti e poi dai medici dell’organizzazione, che erano riusciti a far ripartire il suo cuore. Le condizioni di Edwin erano però apparse fin da subito molto critiche e, una volta stabilizzato all'ospedale locale di Riyadh, solo un paio di giorni fa Edwin era stato trasportato in Olanda per cercare di salvargli la vita. 24 ore dopo i medici hanno stabilito però che i danni cerebrali erano troppo gravi per sperare in una ripresa e, d’accordo con i familiari, hanno staccato la spina.

Edwin Straver, 48 anni, di Ryswick (Olanda), era alla sua terza Dakar, che stava disputando nella categoria “Original By Motul”, la vecchia “Malles Moto” (quella senza assistenza) che aveva vinto nel 2019. Al momento dell’incidente Edwin si trovava in 38ma posizione assoluta.

Alla famiglia di Edwin, alla fidanzata e agli amici le più sentite condoglianze dalla redazione di Motociclismo.

1/14

Edwin Straver, accanto alla compagna

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli