Test: Peugeot Geopolis 500

La motorizzazione 500 si aggiunge alla gamma dei maxiscooter Peugeot Geopolis. Il propulsore è il monocilindrico Piaggio, brillante nell’accelerazione, nell’allungo, silenzioso ed esente da vibrazioni. Buono il livello di comfort. Ottimo il doppio freno a disco anteriore SEGUE…

Caratteristiche




CARATTERISTICHE
Peugeot completa la gamma Geopolis con il 500, equipaggiato con il più recente monocilindrico Piaggio di 492,7 cc dotato di doppia accensione, 4 valvole e raffreddamento a liquido. Dopo i modelli di 125, 250 e 400 cc ecco dunque la versione dedicata a chi, oltre alla comodità del commuter casa-ufficio, desidera un veicolo capace di prestazioni importanti nell’ambito extraurbano. Elegante, ben rifinito, con una buona capacità di carico nel sottosella, nonostante appartenga alla categoria degli scooter a ruote alte (16” il diametro del cerchio anteriore e 14” il posteriore), Geopolis 500 si distingue a prima vista dal 400 per la presenza del doppio disco anteriore. Peugeot Geopolis 500, offerto nella sola versione Premium, è già disponibile presso i concessionari all’interessante prezzo di 5.700 euro, chiavi in mano.

Test





TEST
La posizione in sella è perfettamente naturale, e anche il passeggero viene ospitato comodamente grazie all’ampia sella e al corretto posizionamento delle pedane, richiudibili a filo di carrozzeria. Buona la protezione aerodinamica: Geopolis è l’unico nella sua categoria ad offrire il parabrezza di serie. Brillantissimo nell’accelerazione quanto nell’allungo, esente da vibrazioni e silenzioso, Geopolis 500 offre un ottimo comfort di marcia grazie all’efficacia delle sospensioni. Sicuro in piega, preciso nelle traiettorie, stabile in velocità, trasmette sicurezza anche quando si voglia esagerare con l’apertura del gas. Punto forte è la frenata, di tipo tradizionale, davvero rassicurante sia per potenza che per modulabilità, con modesto sforzo alle leve.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA