Test Kawasaki Ninja ZX-10R model year 2008

Più potente e maneggevole, grazie all'esperienza maturata nei reparti corse.

In sella




Buona la posizione in sella. Solo avremmo preferito le pedane maggiormente arretrate per garantire un miglior punto di appoggio, quando si cerca di contrastare la veemente accelerazione. L’erogazione della potenza è molto lineare e il motore sale rapidamente verso la zona rossa del contagiri anche nelle marce alte, a testimonianza che i cavalli ci sono davvero. Il sistema kims aiuta a gestirli a moto inclinata, ma la cautela nell’aprire il gas con queste potenze è d’obbligo. La nuova zx-10r è più maneggevole e reattiva nelle variazioni di inclinazione, ma ciò non si paga con una diminuzione della stabilità. Il comportamento è sicuro ed efficace sia nei tornanti sia nei curvoni veloci. Giusto sugli avvallamenti più pronunciati l’avantreno accenna a scomporsi, ma l’ammortizzatore di sterzo normalizza la situazione in tempi brevi. La guida è di gran gusto, e il cronometro ne risente positivamente, dimostrando l’efficacia delle soluzioni adottate e il miglioramento rispetto alla versione precedente.

Onboard camera






IN SELLA CON IL TESTER




Il video è stato realizzato con una onboard camera Elmo suv-cam fornita da HESA SpA Via Triboniano 25 — 20156 Milano Tel.0238036.1 — Fax 0238036.701 www.hesa.com

Ciclistica e motore





Il telaio ha travi di diverso spessore e ha una rigidità ottimizzata attraverso delle saldature nei punti maggiormente sollecitati. Il cannotto di sterzo è stato avanzato di 10 mm e di conseguenza il baricentro si è spostato leggermente indietro. Questo, insieme al nuovo forcellone contribuisce a rendere la moto meno nervosa e più facile da condurre ad alta velocità. Velocità che cresce rapidamente con i 188 cv dichiarati che diventano ben 200 con l’air box in pressione. Per per ottenere l’incremento di potenza i tecnici hanno lavorato principalmente sull’alimentazione che ora dispone di una doppia batteria di iniettori per un miglior dosaggio del carburante. Il sistema kims acronimo di Kawasaki ignition managment sistem, aiuta il pilota a gestire tanta forza, ritardando l’accensione e quindi diminuendo la potenza quando registra un repentino aumento dei giri motore dovuto alla perdita di aderenza della ruota posteriore.

Freni





Potenti e resistenti alla fatica i freni, a cui ci si può aggrappare ottenendo decelerazioni vigorose e composte. Merito anche della frizione antisaltellamento davvero ben tarata. Solo la modulabilità ci pare migliorabile soprattutto al termine delle decelerazioni più lunghe, quando non sempre la trazione applicata sulla leva di comando viene riportata fedelmente alle pinze.

Prezzo





Disponibile da febbraio 2008. Il prezzo è fissato in 13.700 euro. Anche in questo la nuova Ninja è competitiva.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA