20 February 2007

Test BMW G 650 Xcountry

Motociclismo ha provato in anteprima la nuova scrambler BMW

Test bmw g 650 xcountry




Marco Marini
, inviato di Motociclismo, ha provato in anteprima la nuova BMW G 650 X Country. Ecco le sue prime impressioni:

Seicentocinquanta cc non sono mai stati così facili
. La nuova monocilindrica BMW si distingue dalle sorelle X Challenge e X Moto per la ruota anteriore da 19” e una postura di guida comoda.
La sella è larga e ben imbottita e il manubrio piacevolmente rialzato per non stancare le braccia. Anche la taratura delle sospensioni, piacevolmente morbide, regala un buon livello di comfort.
L’avviamento del monocilindrico 4 valvole raffreddato a liquido è solo elettrico e pronto anche a freddo.

Stupisce positivamente la fluidità di marcia ai bassi e medi regimi: non si avvertono quelle leggere irregolarità di erogazione a gas costante che invece manifesta il 660 Minarelli montato sulla Aprilia Pegaso. Il largo manubrio e il basso baricentro dato dal serbatoio posto sotto la sella regalano una grande maneggevolezza e facilità. Optional l’Abs, disinseribile, e molto ben tarato sia all’anteriore, sia dietro.

Il carattere docile del propulsore aiuta l’approccio per chi ha poca esperienza di moto e rende questa X Country davvero propedeutica al mondo del motociclismo anche per le ragazze. Ma chi ha già un po’ di esperienza rimpiangerà un motore più brioso, ma è la dura legge della Euro 3, che specialmente sui monocilindrici, appare castrante sotto l’aspetto prestazionale.

Disponibile nel colore Deep Black/White Aluminium metallic con sella nera.
Il prezzo sarà di 8.480 Euro indicativo chiavi in mano.


Principali caratteristiche della nuova serie di modelli G 650 X:
Design sportivo e leggerezza.
Propulsore monocilindrico che sviluppa la potenza massima di 39 kW (53 CV) a 7.000 giri/min. ed una coppia massima di 60 Nm a 5.250 giri/min.
Albero motore su cuscinetti anti-attrito e alternatore ancora più leggero per ridurre le forze delle masse libere.
Doppio albero a camme in testa con punterie a cappuccio e quattro valvole;
Raffreddamento a liquido con radiatore in alluminio.
Gestione elettronica del motore BMS-C II con iniezione nel collettore di aspirazione e doppia accensione.
Sistema di scarico in acciaio inossidabile con convertitore catalitico a tre vie e sensore ossigeno.
Lubrificazione con pompa a secco, il serbatoio dell’olio è stato posizionato in funzione della corretta distribuzione dei pesi.
Cambio a cinque velocità con rapporti ravvicinati e trasmissione finale a catena.
Telaio tubolare a ponte rigido con telaio posteriore in alluminio imbullonato.
Forcella telescopica rovesciata con steli del diametro di 45 mm.
Braccio oscillante in fusione di alluminio in due corpi, leggero e solido.
Peso a vuoto contenuto tra i 156 ed i 160 kg.
Manubrio tubolare in alluminio.
Pedale del freno e leva del cambio in alluminio forgiato.
Serbatoio carburante posizionato sotto la sella per il migliore bilanciamento dei pesi, e per rendere più facilmente accessibile il bocchettone di rifornimento.
Sistema ABS disinseribile, optional.
Gamma di accessori specifici per i singoli modelli.



I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA