di Nicolas Patrini - 16 gennaio 2019

In arrivo un nuovo sistema VVT per il motore della GSX-R1000

La Casa di Hamamatsu ha depositato alcuni brevetti riguardanti il propulsore che equipaggerà la prossima GSX-R1000: le modifiche principali riguardano l'abbandono del VVT meccanico in favore di un sistema idraulico
Il debutto del sistema di fasatura variabile sulla Suzuki GSX-R1000 ha fatto discutere gli appassionati di tecnica. Si tratta infatti di un’eredità lasciata dalla MotoGP, dove i VVT idraulici ed elettronici sono espressamente vietati, e di un sistema interamente meccanico. Il motore dell’attuale maxisportiva di Hamamatsu consente infatti di anticipare o ritardare la temporizzazione dell'albero a camme di aspirazione a seconda dei giri del motore, utilizzando la forza centrifuga data dalla rotazione. Il sistema è quindi di tipo meccanico, al contrario di quelli usati dalla maggior parte dei competitor che sono di tipo idraulico. Ora, pare che Suzuki abbia deciso di cambiare rotta in vista del rispetto delle prossime omologazioni. Oltre al vantaggio di un maggiore controllo sulla temporizzazione della camma grazie all’elettronica, il motore che vedremo sulla prossima superbike di Suzuki permetterà l’utilizzo di un VVT idraulico anche ​​all'albero a camme di scarico (ora è a fasatura fissa). Sebbene la modifica della fasatura della camma di scarico abbia un effetto minore sulle prestazioni rispetto a quella di aspirazione, un cambio in questo senso offre dei vantaggi, in particolare quando si tratta di rispettare i limiti nelle emissioni. Con l’arrivo dell’Euro 5 sarà sempre più difficile per i motori ad alta potenza con fasatura fissa delle valvole rimanere in vendita; molto probabilmente, tutti dovranno adottare il VVT ​​per ridurre la sovrapposizione delle valvole ai bassi regimi e mantenere alte le potenze massime dei propulsori. L’abbandono del sistema meccanico in favore di un VVT idraulico e più convenzionale interessa per ora solo la maxisportiva, ma nei piani della Casa di Hamamatsu potrebbe esserci anche quello di un utilizzo sul resto della gamma.
1/32 L'avantreno della Suzuki GSX-R1000 2019

Il disegno del nuovo propulsore Suzuki

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli